Cos’è lo U.S. Federal Reserve System (the Fed) e quale il suo ruolo negli USA

Guida alla scoperta dello U.S. Federal Reserve System (the Fed) e del suo ruolo nell’economia degli Stati Uniti d’America.
Federal Reserve System Fed

Cos’è la U.S. Federal Reserve System, che gli statunitensi chiamano semplicemente The Fed? Quale ruolo svolge nel sistema economico degli Stati Uniti d’America?

Questo è l’obiettivo di questa guida, che fa seguito alla guida dedicata al GAFI-FATF, organismo finanziario internazionale “partorito” dal G7. Proseguiamo quindi nella scia delle guide alla scoperta degli organi nazionali e sovranazionali a cui spetta il compito di sovrintendere alla politica monetaria e al monitoraggio del sistema finanziario globale. In una precedente guida, infatti, abbiamo presentato anche il ruolo della Banca Centrale Europea nel sistema economico UE.

Partiamo quindi dal definire le funzioni della U.S. Federal Reserve (Fed), per comprendere a cosa serve.

Cos’è lo U.S. Federal Reserve System (Fed)

Lo U.S. Federal Reserve System, abbreviato in Fed, è la banca centrale degli Stati Uniti d’America, ed equivale quindi alla nostra Banca d’Italia.

Alla Fed sono affidati cinque funzioni principali, che hanno lo scopo di promuovere l’economia degli Stati Uniti e gli interessi dei suoi cittadini.

Ecco cosa fa la Federal Reserve:

  1. si occupa della politica monetaria nazionale promuovendo la massima occupazione possibile, mantiene i prezzi stabili, e un tasso di interesse moderato sul lungo periodo nell’economia USA;
  2. promuove la stabilità del sistema finanziario mitigando e contenendo il più possibile i rischi sistemici, effettuando il monitoraggio del sistema economico statunitense ed estero;
  3. promuove la sicurezza e la solidità delle singole istituzioni finanziarie e monitora il loro impatto sul sistema finanziario nazionale;
  4. ed ancora, promuove la sicurezza e il perfetto funzionamento del sistema di pagamento e di regolamento attraverso servizi al settore bancario e al governo degli Stati Uniti che facilitano le transazioni e i pagamenti in dollari USA;
  5. si occupa della protezione dei consumatori e dello sviluppo della comunità nazionale attraverso una supervisione dell’economia orientata al consumatore. Ricerca ed analizza problemi e nuovi andamenti che emergono dal settore consumer, si occupa di amministrare le normative che riguardano le leggi dedicate ai consumatori.

Come si compone il consiglio direttivo della Fed

La Fed è governata da un consiglio direttivo composto da sette membri, compreso il capo della Fed e il suo vice.

L’attuale capo del Federal Reserve System è Jerome H. Powell, inviso dal presidente degli USA Donald Trump, con cui più volte ci sono stati scambi di vedute poco cortesi.

Fanno parte del board anche due donne, Michelle W. Bowman e Lael Brainard, entrambe con una elevata esperienza nell’ambito economico finanziario degli USA.

Al di sotto del primo livello di responsabilità, troviamo il Board Meeting che ha il compito di presentare all’opinione pubblica le novità in ambito di politica monetaria, e su tutte le attività della Fed. Il Board Meeting si riunisce due volte al mese di lunedì.

Più sotto ancora troviamo lo staff ufficiale (Official Staff) della Fed, che presenta una organizzazione prevalentemente ripartita in divisioni:

  • Divisione di finanza internazionale;
  • Divisione di ricerca e statistica;
  • Divisione delle attività monetarie;
  • Divisione per la stabilità finanziaria;
  • Divisione delle attività dei consumatori.

Più altre divisioni che svolgono ruoli essenziali all’attività del Federal Reserve System.

Per concludere questa parte, in breve presentiamo l’Advisory Councils, l’attività dei consulenti e dei comitati di lavoro è importante all’interno della Fed perché essi sono preziosi nello svolgimento delle sue varie attività di responsabilità.

Cinque di questi consigli di consulenza fanno capo direttamente al board della Fed: Community Advisory Council, il Community Depository Institutions Advisory Council, il Federal Advisory Council, l’Insurance Policy Advisory Committee e il Model Validation Council.

Da notare che il Federal Advisory Council e l’Insurance Policy…, sono costituiti per legge degli Stati Uniti d’America, mentre gli altri sono stati creati dal board della Fed.

I distretti della Fed

La Fed si compone di 12 distretti, sono le Federal Reserve Banks, a cui è affidato il ruolo di applicare su una porzione di stati federati la responsabilità della Fed.

Per fare un parallelo, possiamo considerare le Fed Banks come le sedi territoriali della Banca d’Italia.

I dodici distretti della Fed sono:

  1. Boston
  2. New York
  3. Philadelphia
  4. Cleveland
  5. Richmond
  6. Atlanta
  7. Chicago
  8. St. Louis
  9. Minneapolis
  10. Kansas City
  11. Dallas
  12. San Francisco

Alcuni distretti, poi, si occupano anche dei paesi satellite degli USA e delle isole non incorporate. Ad esempio la New York Bank si occupa del Commonwealth di Puerto Rico e delle Isole Vergini. La San Francisco Bank ha la responsabilità sulle isole Samoa americane, Guam e Isole Marianne Settentrionali.

La sede principale della Fed è a Washington DC.

Ai distretti è affidato, a turno, la redazione del Beige Book, un importante documento che serve per capire in modo capillare come procede l’economia degli Stati Uniti nei vari distretti di riferimento.

Federal Reserve System (Fed): la storia

Il Federal Reserve System nasce il 23 dicembre 1913, quando il presidente degli USA Woodrow Wilson firma la legge Federal Reserve Act.

Ma la Fed affonda le sue radici nelle prime banche centrali degli Stati Uniti, come la prima sede aperta a Philadelphia il 12 dicembre 1791. L’esperimento in piena Guerra d’Indipendenza contro il Regno Unito, segna il primo atto di unità degli USA. Ben presto altre città aprirono una propria sede, tra cui Boston, New York, Charleston e Baltimore.

La storia della Banca centrale degli Stati Uniti partì con una capitalizzazione di 10 milioni di USD, di cui 2 milioni forniti dal governo e otto milioni da investitori privati: dei veri pionieri.

Il tentativo di avere una banca centrale fallì nel giro di 20 anni e nel 1811 il comitato direttivo non fu rinnovato dal governo americano.

Tuttavia nel 1816, riprese il dibattito sulla necessità di una banca centrale e nel mese di gennaio del 1817, sempre a Philadelphia, nacque quella che è stata considerata la seconda banca centrale degli USA.

Si arriva quindi fino al termine del 1800, dopo essere passati per la guerra civile tra Nord e Sud degli USA. In piena Gilded Age, prende forma il movimento che condurrà alla nascita della Fed. In questo periodo la finanza nasconde i reali problemi economici e sociali di gran parte degli americani, si crede che la finanza possa risolvere i problemi di povertà di molti. Invece il panico finanziario del 1907 pone sul tavolo degli economisti una questione importante: il valore della banca centrale durante le crisi finanziarie. Si comprende che una banca centrale può fungere da faro nei momenti di mare grosso.

Si giunge infine al 1910, quando la riunione segreta di Jekyll Island stabilisce il piano di riforma del sistema bancario nazionale. Il piano rimase segreto fino al 1930, nel frattempo venne applicato dando vita al Federal Reserve System nel 1913.

Riferimenti utili

Per approfondire la storia della Fed, consigliamo di visitare il sito web dedicato https://www.federalreservehistory.org, mentre, per approfondire la Fed oggi e leggere o studiare la documentazione e le ricerche pubblicate, consigliamo di visitare il sito https://www.federalreserve.gov.

Le informazioni di questa guida derivano dai siti appena menzionati.

Leggi anche come funziona l’OPEC.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI