FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
60,221,852Confermati
1,417,569morti
41,667,362Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Banca d'Italia e Consob ed economia italiana

La Banca d’Italia, in audizione presso le Commissioni riunite finanze e attività produttive della Camera dei deputati, ha espresso un parere nei confronti del supporto economico alle imprese, incoraggiando lo Stato a fare un uso più esteso dell’autocertificazione da parte degli imprenditori che richiedono i prestiti alle banche con la copertura delle garanzie fornite dal decreto Cura Italia. In particolare l’autocertificazione delle perdite di fatturato subite a causa della crisi da Covid-19.

Questa misura “non rallenterebbe la formulazione e l’esame della richiesta” da parte delle banche, inoltre, “se accompagnata dagli opportuni controlli ex post, potrebbe costituire un disincentivo a comportamenti opportunistici” da parte delle imprese.

Pubblicita'

Sull’erogazione dei prestiti: prassi eterogenee delle banche

Per quanto riguarda la valutazione di merito da parte dei finanziatori dei prestiti fino a 25 mila euro, Banca d’Italia in audizione ha riferito che “le banche hanno adottato prassi eterogenee: alcune erogano il finanziamento dopo avere effettuato un riscontro formale della completezza della documentazione prevista; altre hanno definito anche un processo, più o meno semplificato, per la valutazione del merito di credito della clientela”.

Pubblicita'

Equilibrio tra due opposte esigenze

La Banca d’Italia afferma che per la questione bisogna “individuare un equilibrio tra due opposte esigenze, quella di far affluire le risorse con rapidità alle imprese che ne hanno bisogno, e quella di tutelare lo Stato, evitando che le garanzie vadano a coprire prestiti a elevatissimo rischio di non essere onorati. Per attenuare il problema si potrebbe fare leva su una maggiore responsabilizzazione del potenziale prenditore, utilizzando l’autocertificazione per attestare la sussistenza dei requisiti per l’accesso al finanziamento. Rendendo più chiari i presupposti e riducendo quindi gli ambiti di discrezionalità dei soggetti finanziatori si velocizzerebbe il processo di erogazione, arginando il rischio legale per la banca”, questa la soluzione proposta.

Ma Banca d’Italia aveva fatto anche altre proposte pochi giorni fa.

Il rischio di accesso di imprese non meritevoli

Questa pratica, naturalmente, “potrebbe consentire l’accesso al finanziamento a un numero più elevato di imprese non meritevoli, con potenziale aggravio degli oneri per le finanze pubbliche”.

Imprese non in grado di onorare il prestito

E qui la Banca d’Italia presenta il rischio per lo Stato. Le imprese che hanno richiesto il prestito potrebbero non essere in grado di ripagare il prestito con le garanzie pubbliche al termine dell’emergenza in atto nel Paese.

C’è il rischio quindi, superiore al 10%, che i prestiti non verranno ripagati, perché la crisi è grave e l’incertezza sulla ripartenza dell’attività economica anche resta alta.

Lo Stato dovrà quindi mettere in conto di essere lui a pagare i debiti, appunto con la garanzia prevista dal decreto Cura Italia, convertito in legge.

Rinegoziazione mutui con Cdp

Gli enti territoriali quali Comuni, Province, Regioni, Comunità montane, ecc. potranno richiedere dal prossimo 6 maggio la rinegoziazione dei mutui con Cassa depositi e prestiti, per liberare risorse nell’immediato necessarie a fare fronte all’emergenza di liquidità che anche le P.A. locali affrontano in questa emergenza economico-sanitaria.

Disponibile online un webinar per capire come funziona la procedura e un numero verde dedicato alle P.A.: 800.020.030.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI