FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
63,589,301Confermati
1,473,920morti
43,984,127Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Manovra economica, nadef

Il Consiglio dei ministri numero 65 ha approvato la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Nadef) con cui getta i presupposti per la scrittura della legge di bilancio. La Nadef come sempre verrà inviata anche a Bruxelles, ma nel frattempo vediamo cosa il Governo pensa di fare per la ripresa dell’economia italiana, visto che espressamente questa Nadef nasce con l’intento di “sostenere la ripresa dell’economia italiana nel triennio 2021-2023, in stretta coerenza con il prossimo Piano nazionale di ripresa e resilienza (Recovery fund).

Il Documento prevede principalmente impegni economici nel breve termine per sostenere l’economia durante la crisi da covid-19, con particolare attenzione a lavoratori e settori produttivi più colpiti. Quindi non si esclude che anche per il prossimo anno possano essere confermate ulteriori settimane di Cig, ma staremo a vedere.

Pubblicita'

Obiettivo fondi Next Generation EU

Non c’è dubbio che i 209 miliardi di euro che si renderanno disponibili nei prossimi anni sono al centro della politica economica di rilancio del governo Conte bis, e così la Nadef contiene le indicazioni per “valorizzare appieno le risorse messe a disposizione dal programma ‘Next Generation EU’ per realizzare investimenti e riforme di vasta portata e profondità”, si legge nel comunicato stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Sul tavolo anche la riforma fiscale, ampia, che migliori qualità ed efficienza del sistema tributario, con particolare attenzione alla riduzione del carico tributario su redditi medi e bassi. Qui servirà molto la lotta all’evasione.

Previsto l’assegno universale per i figli.

Per quanto riguarda la finanza pubblica, si ipotizza un ricollocamento delle risorse “verso gli utilizzi più opportuni a garantire un miglioramento del benessere dei cittadini, dell’equità e della produttività dell’economia”.

Pubblicita'

Nadef, osservato speciale il rapporto debito/PIL

La prossima legge di bilancio dovrà provvedere sì all’espansione, ma anche a contenere il devastante rapporto debito/PIL. L’Italia nel 2020 aggiunge 194 miliardi di debito.

Il rapporto deficit/PIL quest’anno sarà del 5,7%, nel 2021 del 7%, così da consentire una manovra espansiva pari a 1,3 punti percentuali di PIL che impegneranno oltre 22 miliardi di euro.

Il debito, ora al 158%, calerà secondo previsioni già nel 2021 al 155,6% (-2,4%). Ma solo alla fine del decennio l’Italia ritornerà ai livelli di debito pubblico pre-covid. L’eredità è pesante.

Come crescerà il PIL?

Secondo la Nadef l’Italia nel 2021 crescerà del +6%, con una crescita tendenziale del +5,1%. Mentre nel 2022 questa crescita sarà più contenuta (+3,8%), e nel 2023 lo sarà ancora di più (+2,5%).

Gli obiettivi della manovra economica

Consapevoli, però, che i fondi dell’Unione europea arriveranno non prima della seconda metà del 2021, il governo avvia il rilancio con la manovra economica da approvare entro il 31 dicembre 2020.

E la manovra conterrà ulteriore sostegno ai settori in crisi con ammortizzatori sociali, ma anche il bonus 100 euro e la decontribuzione al Sud.

Previsto il rilancio del piano Impresa 4.0, e un rilancio degli investimenti privati che dovrebbero salire del 27% in tre anni secondo le proiezioni del Mef.

Incognita covid-19

Se però l’Italia dovesse essere travolta da una seconda ondata della malattia (scongiurabile solo se i cittadini italiani saranno disciplinati), allora la ripresa slitterebbe di un anno, con il Pil nel 2021 che non andrebbe oltre il +1,8%.

Nello scenario peggiore la ripresa ci sarà solo a partire dalla fine del 2023, ed è uno scenario da scongiurare per il bene proprio e di tutti.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI