FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
60,164,498Confermati
1,416,050morti
41,617,256Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Crisi economica 2018 in Italia, recovery fund

Dal Forum Ambrosetti a Cernobbio il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri “detta” la linea d’utilizzo dei fondi che nei prossimi anni proverranno dal Recovery and Resilience Facility, il cosiddetto Recovery Fund.

“Abbiamo una chiara determinazione a utilizzare al meglio” i fondi del Recovery fund europeo dice Gualtieri, e fornisce anche delle chiare indicazioni: i fondi non saranno dispersi “in mille rivoli”, ma concentrati per usarli al meglio.

Pubblicita'

Ecco perché spiega, partecipando al Forum Ambrosetti, che il piano italiano di utilizzo di quell’enorme quantità di denaro “sarà incentrato sugli investimenti che hanno un forte impatto sul PIL, sulla crescita economica”, afferma Gualtieri.

Ed aggiunge che “questa massa di investimento a regime” fornirà lo spazio per “una riforma fiscale che strutturalmente si finanzierà con il contrasto all’evasione fiscale e con la riforma del sistema delle detrazioni della tassazione ambientale”.

Ciò significa che i fondi del Recovery fund non saranno utilizzati direttamente per fare le riforme fiscali, cioè per abbassare le tasse come chiesto da alcuni partiti, ma saranno le riforme strutturali a garantire il finanziamento.

Lo Stato non sarà solo arbitro

Il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli partecipando al Forum Ambrossetti dice che il tempo dell’IRI in cui lo Stato faceva l’imprenditore è finito, ma che lo Stato faccia solo da arbitro non è il ruolo che gli si addice.

Ecco perché Patuanelli crede che “lo Stato deve essere presente per dare le linee guida.” Uno Stato che indirizza e che modella la politica economica e anche lo sviluppo industriale del Paese.

Cioè la creazione di un piano industriale nazionale? Forse vorrà intendere questo il ministro Patuanelli, ma l’Italia non ha un piano industriale e raramente e timidamente qualche politico ha parlato di piano industriale Italia.

“Le grandi trasformazioni degli assetti produttivi devono essere indirizzate da una grande governance pubblica che dia le linee di indirizzo. Questo non significa che lo Stato fa l’imprenditore: lo Stato non può stare in Alitalia per 20 anni – chiarisce Patuanelli. Lo Stato nelle grandi trasformazioni dei settori produttivi deve esserci e deve essere guida”.

Pubblicita'

La ripresa del PIL

Secondo Roberto Gualtieri il PIL dell’Italia è destinato a rimbalzare nel terzo trimestre di quest’anno.

Rassicura che alla fine il PIL nazionale non farà registrare una caduta a due cifre. A fine settembre, con la pubblicazione della Nadef, ovvero della Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza, sarà reso noto con maggiore precisione la stima del PIL per il 2020.

Ma è anche vero, dice sempre Gualtieri, che si dovrà tenere conto delle incertezze che la pandemia potrebbe generare nel quarto trimestre dell’anno.

Ripresa anche del lavoro

Il lavoro da settembre mostrerà segnali di ripresa, questo il messaggio che lancia invece la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo.

La ministra afferma che dopo i 600mila posti di lavoro persi dagli stagionali a causa del lockdown e della lenta ripresa dei mesi successivi, ci sono già segnali positivi con 200 mila assunzioni registrate in questi mesi.

E sempre secondo la Catalfo, tra settembre e ottobre sono attese 310 mila nuove assunzioni.

“Registriamo e andiamo verso una ripresa dei settori produttivi e del lavoro”, conclude la ministra del Lavoro.

I problemi che hanno frenato la crescita

Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco venerdì 4 settembre ha ricordato che l’Italia deve risolvere i “problemi che hanno frenato la crescita per circa 30 anni”, se non si risolvono i problemi strutturali sarà difficile per l’Italia garantire una ripresa durevole nel tempo, e che non sia solo un breve assaggio.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI