Trump, la Fed deve assumersi la colpa per le Red Flags nel settore abitativo degli Stati Uniti

Mentre il mondo aspettava che i dazi interrompessero l’economia globale, l’industria abitativa degli Stati Uniti ha alzato bandiera rossa che sono numeri reali e non speculativi. E le notizie non sono state coperte quasi quanto quelle sulla disputa commerciale tra Cina e Stati Uniti. Quindi, mentre può essere facile incolpare le politiche di Trump per le questioni economiche, almeno nel caso di una battuta d’arresto nel settore immobiliare, la Fed deve assumersi la colpa. Questo potrebbe essere un problema perché se la Fed decidesse di saltare un innalzamento dei tassi a settembre o dicembre a causa delle scarse prestazioni del settore abitativo, sembrerà che abbia ceduto alle critiche di Trump.
James Hyerczyk

Mentre quasi tutti gli economisti, analisti e politici hanno indirizzato la loro rabbia contro il presidente Trump per aver imposto dazzi e avvertimenti sul loro potenziale impatto negativo sull’economia statunitense a fine anno o all’inizio del prossimo anno, il mercato immobiliare statunitense ha mostrato segni di fiammate.

Come un piccolo mago, il mercato azionario ha detto “Guarda qui”, mentre il mercato immobiliare potrebbe prepararsi a prelevare dalle nostre tasche.

La rabbia verso Trump, che va dai suoi dazi alle sue osservazioni sulla Fed, alle sue osservazioni sulla forza del dollaro, potrebbe spingere gli investitori a mettere da parte i rapporti chiave sugli immobili degli Stati Uniti che potrebbero far vacillare l’economia all’inizio del prossimo anno.

Con tutti coloro che guardano la prossima mossa di Trump e il suo potenziale impatto negativo sull’economia (se credi ai titoli dei giornali), i recenti rapporti sulle abitazioni potrebbero già segnalare che l’economia non è forte come pensiamo.

Sulla base delle attuali performance nei mercati azionari e obbligazionari, non credo che abbiamo ancora visto gli effetti negativi a largo spettro dei dazi. Ci sono state una manciata di aziende che hanno fornito indicazioni sulle perdite future durante questa stagione di guadagni del secondo trimestre – tuttavia, la guida negativa dell’Harley Davidson non è stata diffusa.

Il recente rapporto Beige Book della Fed, uscito la settimana scorsa, ha menzionato le parole “dazio” o “dazi”, 31 volte. Nel Beige Book nei precedenti due decenni, i dazi erano stati menzionati solo 20 volte.

Proprio la scorsa settimana, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha menzionato brevemente la guerra commerciale in corso tra gli Stati Uniti e i suoi concorrenti globali, dicendo solo che è “difficile prevedere” quali saranno le conseguenze sull’economia.

Tuttavia, il “tono ottimista” di Powell durante la testimonianza probabilmente significa che le questioni commerciali non bloccheranno la Fed dagli innalzamenti dei tassi.

Quasi ogni reclamo o commento sui dazi sono state delle definizioni da manuale di quali dazi possono fare qualcosa per un’economia e sembrano essere altamente speculative in quanto non abbiamo ancora visto le terribili conseguenze. Ma forse lo abbiamo visto.

Settore Immobiliare Stati Uniti

Mentre il mondo aspettava che i dazi interrompessero l’economia globale, l’industria abitativa degli Stati Uniti ha alzato bandiera rossa che sono numeri reali e non speculativi. E le notizie non sono state coperte quasi quanto quelle sulla disputa commerciale tra Cina e Stati Uniti.

Alla fine della scorsa settimana, Trump ha avvertito che la Fed potrebbe uccidere l’economia con la sua aggressiva politica monetaria. È stato ampiamente criticato per le sue osservazioni, ma potrebbe avere guadagnato un punto sulle relazioni di oggi relative ad un incidente nelle vendite di case nel sud della California e a nuove vendite di case deboli.

Tuttavia, se il mercato immobiliare iniziasse a peggiorare, allora la Fed e Trump dovrebbero condividere la colpa. I dazi di Trump hanno aumentato i costi dei materiali di costruzione, che secondo i costruttori hanno aumentato significativamente il costo di una nuova casa.

Se il costo di una nuova casa continuasse ad aumentare insieme ai tassi dei mutui, che essenzialmente sono alimentati dagli innalzamenti dei tassi della Fed, questo metterà una strozzatura alla domanda.

Quindi, mentre può essere facile incolpare le politiche di Trump per le questioni economiche, almeno nel caso di una battuta d’arresto nel settore immobiliare, la Fed deve assumersi la colpa. Questo potrebbe essere un problema perché se la Fed decidesse di saltare un innalzamento dei tassi a settembre o dicembre a causa delle scarse prestazioni del settore abitativo, sembrerà che abbia ceduto alle critiche di Trump.

Potremmo essere coinvolti in un mercato immobiliare vizioso se Trump mantenesse le sue idee sui dazi e la Fed rimanesse ferma sul suo piano di innalzamento dei tassi.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI