Azioni Statunitensi Miste In Quanto Il Settore del Petrolio Debole Pesa sull’Indice Dow, S&P 500

Da metà maggio, le azioni sono andate in crisi, quando i verbali della Fed hanno indicato che la banca centrale avrebbe permesso che l’inflazione si muovesse al di sopra del 2% obbiettivo della banca centrale. Ciò ha suggerito che la banca centrale non sarebbe così aggressiva con i futuri innalzamenti dei tassi.
James Hyerczyk

Martedì, le azioni sono negoziate misti, mentre i trader di Dow e S&P fanno una pausa dopo aver postato solidi guadagni nei primi due giorni del nuovo mese. Il NASDAQ, tuttavia, continua a essere il leader del gruppo, passando ad un nuovo massimo storico poco dopo l’apertura.

Da metà maggio, le azioni sono andate in crisi, quando i verbali della Fed hanno indicato che la banca centrale avrebbe permesso che l’inflazione si muovesse al di sopra del 2% obbiettivo della banca centrale. Ciò ha suggerito che la banca centrale non sarebbe così aggressiva con i futuri innalzamenti dei tassi.

Gli investitori sono rimasti colpiti anche dal rapporto sulle buste paga dei settori non agricole di maggio, che indicavano una forte crescita economica e una forza lavoro sana.

Lunedì l’azione di prezzo “a rischio” è proseguita e all’inizio di martedì, in quanto gli investitori si sono scrollati di dosso le voci su una potenziale guerra commerciale.

Il principale motore dell’azione di prezzo sul mercato è stato il NASDAQ Composite. È sostenuto dalla forte domanda di titoli FANG – Facebook, Amazon, Netflix e Google – che gli investitori ritengono siano immuni da qualsiasi danno dovuto da una guerra commerciale. Gli investitori hanno anche aumentato l’indice Russell 2000 con una piccola capitalizzazione per gli stessi motivi.

Rapporti Economici Statunitensi

Oggi, in precedenza, gli investitori hanno avuto l’opportunità di reagire a numerosi nuovi rapporti economici degli Stati Uniti, tra cui l’indice PMI dei servizi finali, l’indice PMI ISM manifatturiero e il rapporto sulle aperture di lavoro JOLTS.

Il rapporto principale era il PMI ISM manifatturiero. Ha mostrato una crescita negli Stati Uniti nel settore non manifatturiero a maggio, raggiungendo una espansione complessiva di 100 mesi.

La misura del settore non manifatturiero dell’Institute of Supply Management è salita a 58,6 da 56,8 di aprile, battendo una previsione di 57,6 da un sondaggio degli analisti di Thomson Reuters.

“La maggioranza degli intervistati è ottimista riguardo alle condizioni economiche e all’economia generale”, ha dichiarato il presidente dell’Institute of Supply Management Anthony Nieves. “Continuano ad esserci preoccupazioni circa l’incertezza che circonda i dazi, gli accordi commerciali e l’impatto sul costo dei beni venduti”.

Mercato dei Rendimenti del Tesoro Statunitensi

Martedì, nonostante i solidi dati PMI ISM manifatturieri, i rendimenti dei titoli di stato degli Stati Uniti sono stati inferiori. Il rendimento del titolo del Tesoro decennale benchmark era in ribasso a circa 2,913%, mentre il rendimento del titolo del Tesoro a 30 anni era sceso al 3,064%.

Forex

Martedì, i rendimenti del Tesoro inferiore non stanno ostacolando i tori del dollaro statunitensi con l’indice del dollaro statunitense di giugno che si sta spostando verso un massimo di sei mesi raggiunto la scorsa settimana. I trader hanno detto che gli investitori stanno prestando più attenzione ad un allentamento delle preoccupazioni su una possibile guerra commerciale. Tuttavia, la mossa è in realtà alimentata da un euro più basso e da una certa restituzione nei dollari australiani e neozelandesi legati alle materie prime.

I trader del dollaro stanno facendo una pausa in vista dell’incontro del G-7 di questo week-end sulla speranza che le potenze economiche presenti alla conferenza risolvano le loro divergenze commerciali con gli Stati Uniti.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI