Cos’è il MiFID 2 (MiFID II) e cosa cambia: guida completa

Guida esaustiva per comprendere cos’è il MiFID 2 e a cosa serve la direttiva entrata in vigore nel 2018. Scoprirai che non è l’unico testo giuridico di cui devi tenere conto quando hai a che fare con gli strumenti finanziari.
mifid 2

Entrata in vigore oltre un anno fa, la direttiva MiFID 2 è oggi il testo giuridico centrale in materia di investimenti finanziari. Come scoprirai nel corso della guida, il MiFID II non è l’unico testo a disciplinare l’argomento.

Attraverso la lettura dell’articolo apprenderai a cosa serve la direttiva, quando è entrata in vigore, perché è stata sostituita la precedente, ed ancora a chi si applica e a chi non si applica. Un focus riguarderà l’articolo 24 e 25 del testo europeo.

Cos’è il MiFID 2 (MiFID II)

Spieghiamo con semplici parole cos’è il MiFID II.

L’acronimo significa Markets in financial instruments directive, ed è la Direttiva relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

MiFID 2 è la direttiva 2014/65/UE del Parlamento europeo e del consiglio, approvata il 15 maggio 2014 in sostituzione della direttiva 2002/92/CE e della direttiva 2011/61/UE. Il MiFID II è tecnicamente una “rifusione” delle due direttive sopra citate, ma è anche un aggiornamento del MiFID I, ovvero, della direttiva 2004/39/CE del Parlamento europeo e del Consiglio.

Quando è entrato in vigore il MiFID II?

La direttiva MiFID II è entrata in vigore il 3 gennaio 2018, insieme alla direttiva MiFIR (Markets in financial instruments regulation).

MiFID 2 ha sostituito quindi MiFID I, quest’ultima direttiva era entrata in vigore il 31 gennaio 2007 ed è rimasta valida fino al 2 gennaio 2018.

Perché l’UE ha sostituito il MiFID I con il MiFID II?

La direttiva MiFID I viene sostituita dalla MiFID II perché nel corso del tempo il testo originario “ha subito sostanziali modifiche in diverse occasioni”, per maggiore chiarezza si è preferito procedere alla rifusione delle modifiche avvenute negli anni, pubblicando un testo unico.

Ma i motivi sono anche altri.

MiFID: un po’ di storia

La prima direttiva a normare il mercato finanziario europeo è la 93/22/CE. Dal momento che il numero degli investitori che operano nei mercati finanziari è aumentato esponenzialmente grazie all’avvento del trading online, ecco che il Parlamento europeo ha emanato la direttiva 2004/39/CE (MiFID I).

Tale direttiva ha creato un quadro giuridico organico per disciplinare le attività destinate agli investitori nell’Unione Europea.

La direttiva ha così offerto maggiori garanzie agli investitori, ma ha anche permesso alle imprese di investimento di prestare servizi in tutta l’UE!

Tutto cambia con la crisi finanziaria del 2008-2009. Si evidenziano carenze nel funzionamento e nella trasparenza dei mercati finanziari, si comprende che è necessario rafforzare la regolamentazione dei mercati e dei relativi strumenti finanziari. La nuova direttiva MiFID II va a regolamentare meglio la negoziazione fuori borsa (OTC), così da aumentare la trasparenza e tutelare meglio gli investitori. L’obiettivo è rafforzare la fiducia nel sistema, includere i settori non regolamentati in precedenza, e fornire alle autorità di vigilanza poteri adeguati per svolgere i loro compiti.

Accanto al MiFID II, si aggiunge anche il regolamento (UE) n.600/2014 che costituiscono insieme il quadro giuridico che:

  • disciplina i requisiti alle imprese di investimento,
  • ai mercati regolamentati,
  • ai prestatori di servizi di comunicazione dei dati,
  • e alle imprese di paesi terzi che effettuano servizi o attività di investimento nell’Unione.

A chi si applica il MiFID II

Il MIFID II si applica quindi a quasi tutte le società che operano nel settore finanziario, ma anche a chi gestisce i dati personali dei clienti di tali imprese finanziarie.

Qualsiasi società che intenda operare con cittadini dell’UE deve rispettare la direttiva, anche se ha sede al di fuori dello spazio economico europeo.

  • Broker online.
  • Banche online.
  • Istituti di credito tradizionali.
  • Nuovi servizi fintech dedicati agli investimenti erogati via web o applicazioni mobile.

A chi non si applica il MiFID II

Sono escluse dalla direttiva MiFID II le imprese di assicurazione vita, perché le loro attività sono già disciplinate dalla direttiva 2009/138/CE. Identico discorso vale per le società di riassicurazione e di retrocessione.

Sono esentate le persone che prestano servizi di investimento alla propria impresa madre o alle proprie imprese figlie.

Esclusi dalla direttiva MiFID II le persone che prestano servizi di investimento a titolo accessorio nell’ambito di un’attività professionale, ma con delle eccezioni.

Sono escluse le persone che negoziano per conto proprio in strumenti finanziari diversi dagli strumenti derivati su merci o dalle quote di emissione o relativi strumenti derivati, ma con delle eccezioni.

Anche per le persone ci sono delle esclusioni, ma sono molto particolareggiate e richiedono la lettura del testo e il confronto con un professionista che possa consigliare adeguatamente.

Cosa dicono l’articolo 24 e 25 del MiFID 2

L’articolo 24 e 25 del MiFID 2 fanno parte delle disposizioni volte a garantire la protezione degli investitori. In particolare:

  • L’articolo 24 del MiFID II disciplina: I principi di carattere generale e informazione del cliente.
  • L’articolo 25 del MiFID II disciplina: Valutazione dell’idoneità e dell’adeguatezza e comunicazione ai clienti.

Questi due articoli sono fondamentali per i clienti, perché disciplinano i loro diritti quando sottoscrivono uno strumento finanziario, un piano di investimento, o acquistano obbligazioni, ecc.

Non solo l’impresa di investimento deve fornire tutte le informazioni legate allo strumento finanziario, compresi i rischi ed i costi, ma deve anche garantire che la persona che propone gli strumenti sia stata adeguatamente formata per svolgere il ruolo di consulente finanziario.

L’impresa è anche obbligata a verificare se il cliente è davvero adeguato al determinato tipo di investimento, se non lo è si deve rifiutare di procedere oltre.

Dove fare formazione sul MiFID II

La migliore formazione sul MiFID II passa attraverso la lettura del testo integrale o almeno delle parti che impattano sul tuo ruolo.

Il testo integrale del MiFID II è scaricabile dal sito Eur Lex dell’Unione Europea. Per comodità linkiamo qui il testo della Direttiva 2014/65/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio.

Inoltre, come consiglia la direttiva stessa è il caso di leggerla “in combinato disposto con il regolamento” (UE) n. 600/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio.

MIFID 2 e Brexit: dopo cosa accadrà?

C’è chi ovviamente si domanda cosa accadrà dopo la Brexit, nel rapporto tra imprese d’investimento britanniche e i milioni di clienti europei.

La normativa obbliga anche le imprese di paesi extra-UE a rispettare la direttiva, ma dal momento che le imprese UK sono già adeguate, dopo la Brexit ci sarà solo una necessità burocratica da ottemperare.

Come molti italiani clienti di imprese finanziarie UK sperimentano da alcuni mesi, le società con sede nel Regno Unito hanno in alcuni casi deciso di aprire un’altra sede in un altro paese membro dell’UE.

Il MIFID 2 si applica alle criptovalute?

Espressamente il MIFID 2 non tocca le criptovalute, ma definisce all’allegato I quali sono gli strumenti finanziari, includendo le valute e gli strumenti del mercato monetario.

Come è noto, non c’è pieno accordo su cosa siano le criptovalute. Una definizione internazionalmente accettata non è ancora emersa.

Una sentenza della Corte Europea ha stabilito però che le criptovalute sono valute e quindi anche ad esse si potrebbe applicare il MIFID 2. Ma come e cosa pensano i singoli stati a riguardo? Ciascuno stato UE, infatti, può recepire “a suo modo” la direttiva e decidere di conseguenza come devono essere disciplinate le criptomonete.

Concludendo

Adesso tocca a te approfondire lo studio del testo MiFID 2 per essere competente ed evitare di essere raggirato da chi non rispetta le regole.

Per andare sul sicuro, fai investimenti in strumenti tradizionali e garantiti come:

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI