World Energy Outlook 2019. Uso petrolio diminuirà, ma rinnovabili non bastano

Pubblicato dall’IEA il World Energy Outlook 2019. L’uso del petrolio diminuirà a partire dal 2030, ma le rinnovabili da sole non bastano.
Fabio Carbone
World Energy Outlook 2019

Pubblicato dall’Agenzia internazionale dell’energia (IEA) il volume World Energy Outlook 2019 attraverso cui l’agenzia internazionale fotografa la situazione energetica mondiale, analizzandone i punti di forza e le criticità, le evoluzioni future e quanto ancora c’è da fare.

La transizione energetica è al cuore dell’Outlook di quest’anno, ma l’IEA fa notare che ci sono “profonde disparità nel settore energetico”, c’è un ampio “divario tra le quantità di emissioni di gas serra prodotte e l’insufficienza delle politiche dichiarate per contenere tali emissioni in linea con gli obiettivi climatici internazionali”.

Vi è poi una grande disparità tra quanto si promette in termini di accesso all’energia elettrica e la realtà, che ci dice che 850 milioni di persone ancora oggi non sanno cosa significa accendere una lampadina in casa.

Potrebbe interessarti: Il Green new deal italiano ad Ecomondo.

Non c’è una soluzione unica

“Ciò che appare chiaro dal World Energy Outlook di quest’anno è che non c’è una singola e semplice soluzione per trasformare il sistema energetico globale”, lo ha detto il dr. Fatih Birol direttore esecutivo dell’IEA.

“Molte tecnologie e combustibili hanno un ruolo da svolgere nei settori dell’economia. Per questo motivo abbiamo bisogno di una forte leadership da parte dei responsabili politici, poiché i governi hanno la responsabilità di agire e hanno anche il margine di manovra più ampio per plasmare il futuro”, ha aggiunto il dottor Birol.

Anche se l’energia pulita cresce, da sola non è sufficiente a compensare l’espansione dell’economia mondiale e la crescita della popolazione. Fino al 2040, infatti, la domanda di energia continuerà a crescere dell’1% annuo e con essa il picco di emissioni nocive in atmosfera.

La domanda di petrolio rallenterà a partire dal 2030, ma le fonti di approvvigionamento a basse emissioni e il gas naturale da sole non basteranno a compensare la domanda crescente.

Bisogna consumare di meno

Non basta installare nuovi impianti fotovoltaici o nuovi parchi eolici, non basta (ma è utile) sperimentare altre forme di produzione dell’energia elettrica, è fondamentale ridurre i consumi.

Accanto quindi alla conversione alle nuove fonti di energia, accanto alle politiche di decarbonizzazione, risulta indispensabile ridurre i consumi energetici utilizzando nuove tecnologie a risparmio energetico, ma anche mettendo in pratica stili di vita a volte radicalmente diversi da quelli praticati oggi.

Lo Scenario dello sviluppo sostenibile passa per l’efficientamento energetico, ma il World Energy Outlook 2019 informa che nel 2018 i miglioramenti sul piano dell’efficienza si stanno riducendo e sono ora all’1,2% che è meno della metà rispetto al dato registrato nel 2010. Avremmo invece bisogno di un tasso annuo del 3% per evitare il surriscaldamento climatico, ed evitare che città come Venezia diventino città visitabili solo con muta e boccaglio.

Catturare la CO2

Il World Energy Outlook 2019 ritiene quindi non sufficiente “aggiungere altre fonti di energia rinnovabile” e propone di ridurre le emissioni di CO2 dotando gli impianti esistenti di sistemi di cattura della CO2. Ma propone anche di dismettere prima della loro reale fine tecnica, gli impianti più inquinanti e in particolare quelli asiatici dove ancora si costruiscono centrali a carbone.

Leggere la guida all’impatto del cambiamento climatico sull’economia globale e locale è utile prima di investire in qualsiasi asset.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI