Titoli di Stato non sono più un “bene” rifugio. Scure dei tassi zero

I Titoli di Stato non sono più un “bene” rifugio come una volta, ma non tutti i risparmiatori e investitori lo hanno compreso. La scure dei tassi zero.
Fabio Carbone
Titoli di Stato

I titoli di Stato, di qualsiasi Paese abbia un buon rating sul debito, sono considerati un rifugio su cui poter sempre contare, quasi come l’oro. Ma la politica sui tassi zero che la Banca centrale europea (Bce) di Mario Draghi ha applicato in questi anni, per stimolare la politica monetaria europea, ha causato degli effetti indesiderati.

I titoli di stato della Germania sono sotto zero su tutte le durate, significa che acquistare titoli di stato tedeschi non solo non rende ma fa perdere capitale. Va meglio con i titoli francesi ma solo se si superano i 14 anni di durata. Tra i pochi titoli di stato che rilasciano interessi ci sono i bonos spagnoli e, ovviamente, i titoli di stato italiani. I nostri Btp sono tra i più remunerativi d’Europa ed è per questo che vanno sempre a ruba durante le aste.

Titoli obbligazionari societari: non va molto meglio

Molti investitori, piccoli risparmiatori, non hanno ancora preso piena consapevolezza di quanto sta accadendo.

Anche le emissioni obbligazionarie di grandi aziende non rendono più come una volta. E quanti desiderano una remunerazione più alta, sono costretti a prestare i propri fondi a società che offrono interessi più alti, in cambio di un rischio di perdita del capitale più elevato.

Lo stesso vale per i titoli di stato, sono i Paesi con un basso rating a dare maggiori interessi (vedasi Italia) ma a patto che ci si accolli un maggior rischio: il capitale potrebbe non tornare (leggasi Argentina).

Quale il rischio sui titoli di stato all’epoca dei tassi bassi?

Pur di ottenere un minimo rendimento, gli investitori (spesso piccoli risparmiatori) optano per soluzioni più “dinamiche” con livelli di rischio più alti, nella speranza che tutto vada per il meglio.

Il rischio, però, è che nel momento in cui la politica monetaria cambierà, non sarà più lo stesso.

Quando la Bce cambierà strategia e ritirerà la marea di liquidità immessa nel sistema, resteranno in piedi solo le società e i sistemi finanziari più solidi, il resto crollerà.

Tradotto, le società che offrono più alti rendimenti sulle obbligazioni e che sono a maggior rischio insolvenza, potrebbero diventare insolventi e quindi non restituire il capitale investito.

Questo il rischio, ed è bene conoscerlo prima.

La repressione finanziaria

L’anomalia dei tassi zero sulle obbligazioni viene chiamata repressione finanziaria dagli addetti ai lavori. La repressione finanziaria mette a rischio anche la strategia di quanti acquistano titoli con tasso negativo, nella prospettiva di rivenderli in futuro a un prezzo più elevato, così da ottenere un guadagno in conto capitale.

Tuttavia, secondo alcuni analisti e come riporta anche Il Sole 24 Ore, “a certi livelli il capital gain potrebbero non essere sufficienti a compensare la repressione finanziaria che rende negativi i tassi dei bond”.

Come proteggersi?

Informarsi è lo scudo migliore per proteggersi contro un cattivo investimento. Prima di fare qualsiasi investimento è bene non solo leggere i prospetti informativi (e va fatto), ma anche informarsi su come sta andando il settore di riferimento nel quale stiamo per investire. E bene informarsi se quel tipo di strumento finanziario (in questo caso titoli obbligazionari), possono essere o meno un rischio e fino a che punto possono esserlo.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI