FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
41,043,648Confermati
1,129,600morti
30,629,580Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk

Il Fomc si riunirà nelle giornate di martedì e mercoledì e, come si aspetta ormai da tempo, dovrebbe aumentare i tassi per la terza volta in quasi dieci anni. Poco prima della pubblicazione dei dati di febbraio sulle buste paga dei settori non agricoli degli Stati Uniti, le probabilità di una manovra restrittiva della Fed hanno raggiunto il 91%. Ora, i trader si chiedono se la banca centrale degli Stati Uniti segnalerà un’accelerazione nell’innalzamento dei tassi.

Difficilmente i dati di febbraio sull’occupazione influiranno negativamente sull’aumento dei tassi. Secondo l’opinione generale, il mese di febbraio dovrebbe vedere 200000 nuovi occupati, in calo rispetto ai 227000 registrati a gennaio. Il tasso di disoccupazione dovrebbe segnare una lieve riduzione dal 4,8% al 4,7%, mentre, in base alla previsioni, le retribuzioni orarie medie dovrebbero aumentare dello 0,3% rispetto allo scorso mese.

Pubblicita'

A mio parere, indipendentemente dall’esito del rapporto sull’occupazione pubblicato nella giornata di venerdì, non vi è nulla che potrà fermare la Fed dall’aumentare i tassi durante la sua riunione del 14-15 marzo. Ciò perché, quando si tratta di creazione di posti di lavoro, la soglia della Fed è decisamente bassa.

Durante l’audizione al Congresso dello scorso mese, la presidente della Fed, Janet Yellen, ha notato come i nuovi occupati mensili netti siano ben al di sopra della tendenza di crescita di lungo periodo della forza lavoro, tra 75000 e 125000. Di conseguenza, ha dichiarato Yellen, il mercato del lavoro si trova all’interno dell’obiettivo di occupazione della Fed e la banca centrale ritiene “opportuno cominciare ad adottare una politica neutrale.”

Il rapporto sull’occupazione pubblicato nella giornata di venerdì dovrebbe rilevare un esito positivo, quando non decisamente superiore alle aspettative, notevolmente migliorate a seguito dei dati diffusi da Adp durante la sessione di mercoledì, secondo cui il settore privato ha registrato un incremento di 298000 nuovi posti di lavoro. Ciò considerato, il parere generale ha sperimentato un balzo da 184000 nuovi occupati all’inizio della settimana a 225000 nella tarda giornata di giovedì.

Data ormai per certa una manovra restrittiva a marzo, gli investitori cominciano a guardare avanti, ossia alla tempistica dei prossimi innalzamenti dei tassi, tema notevolmente rilevante, considerata la sua capacità di influire sui rendimenti dei titoli del Tesoro degli Stati Uniti, sul dollaro, sull’oro e sulle azioni. Queste costituiscono le principali classi di asset.

L’importanza di due, tre o persino quattro manovre restrittive nel 2017 è determinante perché tale numero obbligherà gli investitori a riflettere sulla riallocazione da una classe di asset a un’altra. Ciò è di particolare importanza per gli investitori che intendono mantenere il corretto rapporto tra rischio e rendimento nei loro portafogli di azioni e titoli di Stato.

Mentre quanti investono in azioni ci diranno che vanno long perché puntano alto sulla politica economica di Trump, si deve tenere presente che, al momento, queste sono tutte ipotesi, mentre la manovra restrittiva della Fed è sempre più reale.

Secondo l’opinione generale, il 2017 dovrebbe vedere due innalzamenti dei tassi. Tuttavia, un ampio balzo dei dati sull’occupazione ben al di sopra dei 200000 nuovi occupati potrebbe portare gli analisti ad aumentare a tre o forse quattro il numero delle manovre restrittive. In tal caso, l’atteggiamento degli investitori subirebbe un mutamento radicale. Gli investimenti verrebbero, infatti, reindirizzati da asset rischiosi come le azioni ai titoli di Stato, che garantisono un rendimento più sicuro.

Con riferimento al rapporto sull’occupazione pubblicato nella giornata di venerdì, non si deve essere troppo preoccupati per i movimenti di breve periodo di azioni, titoli di Stato, oro e dollaro. Al contrario, si deve prestare attenzione al significato dei dati per l’allocazione degli asset nel lungo periodo. Sarà necessario molto tempo per spostare gli investimenti dalle azioni a, per esempio, i titoli del Tesoro degli Stati Uniti. Questo processo potrebbe avere inizio con il rapporto sull’occupazione pubblicato nella giornata di venerdì.

Sto forse dicendo che le azioni hanno raggiunto il massimo per quest’anno? Non lo dirò finché non avrò visto che il prossimo rialzo non riesce a superare il massimo del 1 marzo. Se ciò non accadesse e le azioni continuassero a salire tra ora e la riunione della Fed di giugno, potrei allora affermare con una certa sicurezza che abbiamo assistito al massimo annuale.

Se la Fed dovesse innalzare i tassi semestre dopo semestre, ritengo che sarebbe difficile mantenere l’attuale febbre di acquisto sul mercato azionario.

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI