La Banca d’Inghilterra Indaga sulle Criptovalute Nazionali

La Banca d’Inghilterra ha pubblicato un documento di lavoro sulle modalità di utilizzo di una valuta digitale rilasciata dalla banca centrale. La criptovaluta in questione sarebbe destinata ad essere utilizzata all’interno del settore bancario.
Adrian Zmudzinski
Bank of England Criptovalute

I Modelli Proposti

Il 18 maggio, la Banca d’Inghilterra ha pubblicato un documento di lavoro che delinea tre diversi modelli di valuta digitale di banca centrale (CBDC) che sta esplorando.

Accesso per gli Istituti Finanziari

Il primo si chiama modello di accesso per gli istituti finanziari. In questo modello, le banche e le istituzioni finanziarie non bancarie (NBFI), come gli assicuratori e le imprese di cassa, avranno accesso a conti bancari alla banca centrale. Ciò consentirà loro di acquistare, vendere, prestare e commerciare in criptovaluta con la banca centrale in cambio di beni qualificati, incluse le banconote. Uno dei vantaggi di questo modello identificato nel documento è che offre alle banche e alle istituzioni finanziarie monetarie un modo alternativo (e potenzialmente più conveniente) di pagarsi l’un l’altra.

Istituzioni Finanziarie Plus

Il secondo modello, denominato “Financial Institutions Plus CBDC-Backed Narrow Bank Access Model”, è molto simile al primo in quanto solo le banche e le NBFI avranno accesso alla CBDC. La differenza è che, in base a tale modello, una NBFI consentirà ai clienti di utilizzare banconote per acquistare e vendere “valuta digitale indiretta della banca centrale” (iCBDC), che, secondo il documento, può funzionare o meno come una CBDC. I vantaggi di questo modello sono simili al primo, ad eccezione del fatto che le banche possono avere meno controllo sul modo in cui presentano gli iCBDC ai loro clienti.

Economy-Wide Access Model

Il terzo modello è denominato Economy-Wide Access Model (modello di accesso a tutta l’economia). Come suggerisce il nome, con questo modello chiunque partecipi all’economia, dai singoli consumatori alle grandi banche commerciali, avrebbe accesso ai conti CBDC presso la banca centrale. Tuttavia, solo le banche, le istituzioni finanziarie monetarie e gli exchange sarebbero autorizzati a negoziare direttamente con la banca centrale. Le famiglie e le imprese, nel frattempo, sarebbero tenute a utilizzare un exchange CBDC al fine di convertire criptovaluta in fiat e viceversa. L’exchange potrebbe essere un’istituzione autonoma o gestita da una banca o da una NBFI. Secondo il documento, uno dei principali vantaggi di questo modello è che “il credito totale e la liquidità totale non sono mai direttamente influenzati dal passaggio dai depositi bancari alla CBDC e possono di fatto aumentano l’introduzione della criptovaluta”.

Analisi

Il presente documento rappresenta il prossimo passo verso l’adozione di una CBDC da parte della Banca d’Inghilterra. Nel 2015 ha pubblicato il suo programma di ricerca, in cui ha esaminato per la prima volta la possibilità di rilasciare una CBDC. Più di recente, ha rinnovato la sua attenzione, pubblicando domande di ricerca su come l’emissione di una CBDC potrebbe influenzare l’economia e il settore bancario.

La banca centrale inglese in ogni caso non è affatto l’unica interessata allo sviluppo di una criptovaluta nazionale. Infatti, mentre il governatore della Federal Reserve ha dichiarato di non vederne la necessità altri stati, come la Svizzera, sembrano orientati nella direzione opposta. Oltre a questo alcune dichiarazioni di dipendenti in alta carica della IBM fanno intendere che la prima criptovaluta emessa da una banca centrale sta per essere rilasciata a breve sulla blockchain di Stellar Lumens.


Articoli Suggeriti 


L’Impatto di una CBDC

L’emissione di una criptovaluta nazionale spaventa molti appassionati del settore. Questo perché secondo alcuni tra questi le criptovalute nazionali potrebbero soppiantare, con la loro adozione, le criptovalute permissionless. In realtà è logico credere che le criptovalute permissionless gioiranno di una loro fetta del mercato in gran parte proprio grazie alla mancanza di proprie istituzioni regolamentatrici.

Quindi, mentre il Bitcoin, l’Ethereum o il Litecoin potrebbero non diventare affatto tra le valute principali per effettuare pagamenti non è affatto detto che le CBDC le priveranno di utilità. Anzi, c’è da aspettarsi che il rilascio di una criptovaluta con alle proprie spalle una banca centrale potrebbe accelerare immensamente la rapidità di adozione delle altre criptovalute. Infatti, un simile strumento potrebbe aprire le porte a infrastrutture che consentirebbero, in maniera molto più semplice, di “collegare” le criptovalute con le valute FIAT per mezzo della CBDC, ad esempio. Quindi, nel lungo andare questo potrebbe influenzare positivamente il prezzo delle criptovalute coinvolte.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI