Pubblicita'
Pubblicita'

Prezzi Oro: Lieve Arretramento In Giornata, Ma l’Orientamento è Verso Nuovi Massimi

Da:
Federico Dalla Bona

Oro in flessione leggera dopo il raggiungimento dei massimi a 6 mesi. Supporti più alti e proiezioni rialziste ancora attive.

Prezzi Oro: Lieve Arretramento In Giornata, Ma l’Orientamento è Verso Nuovi Massimi

In questo articolo:

I prezzi del future sull’oro, quotato in dollari al Comex, stanno conservando questa settimana la propulsione rialzista innescatasi dopo i minimi relativi del 13 novembre a 1935.6. Appena ieri, mercoledì 29, i valori hanno fatto registrare un picco relativo a 2072.7 che avvicina ulteriormente il mercato alla zona dei massimi dell’anno, toccati il 4 maggio a 2085.4.

Durante la sessione odierna l’oro ha effettuato un leggero arretramento toccando minimi di giornata 2051.2 ma, mentre scriviamo, i prezzi stanno già cercando il recupero. Quando sono le 18:56 di giovedì 30 novembre, il contratto future Gold con scadenza a febbraio viene passato di mano a 2059.5 dollari, con un calo del -0.37% su base giornaliera.

Correzione Fisiologica in Corso

Il moderato arretramento odierno si può interpretare come fisiologica e provvisoria correzione in seno al trend rialzista di fondo. Appena ieri il metallo giallo ha fatto registrare il suo massimo da sei mesi. I fattori che hanno giocato contro l’oro nel corso delle ultime ore sono l’indice del dollaro statunitense, oggi in guadagno, e il concomitante calo dei prezzi del greggio.

I dati economici statunitensi odierni, compresi quelli sull’inflazione che hanno rispettato le previsioni, non hanno avuto un impatto significativo sui prezzi dei metalli. L’inflazione dell’Eurozona è scesa più del previsto e l’indice dei prezzi al consumo a novembre è salito del 2,4% su base annua, rispetto al 2,9% di ottobre e alle previsioni di un aumento del 2,8% a novembre.

Nel frattempo, la Cina ha ricevuto oggi altre notizie economiche negative: l’indice ufficiale dei responsabili degli acquisti (PMI) del settore manifatturiero è sceso a novembre a 49,4 da 49,5 di ottobre. Si tratta del secondo mese consecutivo in cui il PMI manifatturiero scende sotto alla linea dei 50,0, il che suggerisce una contrazione del settore. Il PMI dei servizi cinese è sceso a 49,3 a novembre da 50,1 a ottobre. I dati odierni sulla Cina sono ribassisti per i metalli, in quanto suggeriscono una domanda più debole da parte della seconda economia mondiale.

Quadro Tecnico per il Future Gold

Il grafico a scansione intraday, con barre da 30 minuti, ci consente di visualizzare la disposizione dei nuovi supporti, più alti rispetto all’inizio della settimana. Essi si trovano attualmente a 2052.6/53.9 e 2042.0/43.3. Entrambi questi livelli costituiranno punti di probabile ripartenza del rialzo anche in caso di nuove debolezze tra stanotte e l’intera sessione di domani, venerdì 1° dicembre.

Il target rialzista già attivo è situato a 2080.4. Da una prospettiva di convenienza teorica tra rischio/beneficio, sarebbe preferibile intervenire long solo su nuovi test almeno del primo supporto. Lo scenario verrebbe rivisto con le prossime analisi solo in presenza di una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a quota 2042.0.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'