Pubblicita'
Pubblicita'

Prezzi Gas Naturale: Ancora Nuovi Minimi, Siamo a -24.40% in un Mese Circa

Da:
Federico Dalla Bona

I prezzi del Gas Naturale evidenziano da tre giorni un affievolimento della pressione ribassista, ma il clima rimane caldo e gli stoccaggi pieni.

Prezzi Gas Naturale: Ancora Nuovi Minimi, Siamo a -24.40% in un Mese Circa

In questo articolo:

I prezzi del gas naturale, quotato in dollari al Nymex, hanno toccato quest’oggi nuovi minimi a 2.754, su livelli che non si vedevano dal 21 settembre scorso. Il mercato, a partire dal picco registrato il 27 ottobre a 3.643, ha fatto registrare complessivamente una perdita del -24.40% in poco più di un mese.

Dobbiamo evidenziare tuttavia come, nel corso delle ultime tre giornate, la pressione ribassista sia apparsa affievolita. I valori si sono infatti limitati ad oscillare mediante ripetuti cambi di tendenza fra il picco relativo di quota 2.870 ed il minimo odierno già menzionato a 2.754. Quando sono le 20:12 di venerdì 1° dicembre, il contratto future Natural Gas con scadenza a gennaio viene scambiato a 2.819 dollari, in guadagno del +0.61% da ieri.

Clima Ancora Caldo e Riserve Piene

I prezzi spot asiatici del gas naturale liquefatto (LNG) sono scesi questa settimana ai minimi di 7 settimane, nonostante il freddo, mentre la domanda rimane contenuta e le condizioni dell’offerta globale si attenuano a causa di lavori di manutenzione agli impianti e tensioni geopolitiche varie.

“I prezzi in Asia e soprattutto in Europa continuano a scendere. La domanda è rimasta debole per tutti gli operatori”, ha dichiarato Toby Copson, responsabile del settore energia, APAC, presso il broker di materie prime Marex. “È chiaro che il clima e la domanda industriale non hanno portato alcuna copertura urgente per l’inverno, il che non costituisce un buon precedente per una prospettiva rialzista”, ha aggiunto Copson.

Samuel Good, responsabile dei prezzi del LNG presso l’agenzia di prezzi delle materie prime Argus, ha affermato che nonostante le basse temperature notturne, gli utenti finali nel nord-est asiatico sono rimasti in gran parte lontani dal mercato spot, affidandosi invece a forniture a termine o a carichi spot assicurati prima dell’inverno, aiutati in parte dalle temperature diurne che si sono mantenute più vicine alle norme stagionali o addirittura al di sopra di esse.

L’offerta globale sta migliorando dopo la fine della manutenzione di un impianto Qatargas e dell’impianto australiano Prelude. Secondo Alex Froley, analista di LNG presso l’Università di Gaza, le esportazioni di LNG dell’Egitto sono tornate a crescere dopo l’arresto subito a causa dello scoppio del conflitto a Gaza.

Quadro Tecnico per il Future Natural Gas

Il grafico a barre da 30 minuti ci consente di appurare come, nel corso del pomeriggio, si siano formati dei nuovi supporti a quota 2.779/785 e quota 2.753/759. Il mercato, a partire da mercoledì, ha effettuato già tre tentativi di reazione a partire dalla linea dei 2.760. Sono tuttavia ancora presenti alcuni ostacoli tecnici, in particolare le resistenze di quota 2.844 e 2.858/863, da cui potrebbero scattare provvisori arretramenti fra stanotte e l’intera sessione di lunedì prossimo, 4 dicembre.

Le aspettative sono di accumulazione nell’area contenuta fra supporti e resistenze, in preparazione alla rottura rialzista con un obiettivo a 2.903. Da un punto di vista della convenienza teorica tra rischio/beneficio, sarebbe preferibile intervenire long solo su nuovi riavvicinamenti almeno al primo supporto, in ogni caso da rilevazioni non superiori a 2.810.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'