Pubblicita'
Pubblicita'

Prezzi Caffè e Zucchero: Commodities tra l’Incudine-Petrolio e il Martello-Clima

Da:
Federico Dalla Bona
Pubblicato: Nov 20, 2023, 17:39 GMT+00:00

Caffè e Zucchero stanno affrontando delle provvisorie correzioni e forse conviene pensarci. Tecnicamente la tendenza è rialzista: i livelli nuovi.

caffè zucchero

Nel panorama globale delle commodities, i mercati del caffè e dello zucchero stanno attraversando un periodo di significative oscillazioni, che preannunciano un’ulteriore fase di incertezza e potenziale volatilità per i prezzi.

Coffee Arabica, Problemi dal Lato Offerta

L’Organizzazione Internazionale del Caffè ha lanciato un campanello d’allarme riguardo la riduzione della produzione mondiale. Questa diminuzione è dovuta principalmente all’aumento della domanda globale che si è incrociata con una progressiva riduzione dell’offerta dai principali Paesi esportatori.

In Brasile, ad esempio, la produzione di caffè Arabica sta affrontando un anno meno prolifico, portando a una generale diminuzione del raccolto. Sebbene il Brasile punti ad un aumento del 20% nella produzione di zucchero per il 2024, questo non inciderà immediatamente sul mercato globale a causa della sua posizione nell’emisfero australe.

Da un punto di vista tecnico possiamo rilevare su grafico a barre giornaliere come la sequenza di segnali ribassisti che si sta presentando fin dalla metà di ottobre non sia ancora completa. I supporti sono sostanzialmente bloccati già dalla fine di ottobre tra 160.70/161.90 e 155.00/156.05.

Ci aspettiamo, in particolare nel corso delle prossime 3-5 giornate, un ulteriore riavvicinamento dei valori alla zona dei supporti prima della ripartenza della tendenza rialzista, finalizzata al raggiungimento di obiettivi posti a 185.15/75 e 198.75/199.00. Sarebbe necessario rivedere tutti i livelli solo in caso di cedimento di quota 155.00 con una chiusura giornaliera.

Zucchero Di Canna fra Clima & Petrolio

Parallelamente, anche il settore dello zucchero sta affrontando sfide simili. Condizioni climatiche avverse, come le gelate in Sud America, hanno impattato negativamente sulle piantagioni di canna da zucchero. Questo, insieme all’aumento dei prezzi del petrolio, ha spinto i produttori brasiliani a orientarsi verso la la trasformazione del prodotto grezzo in etanolo anziché in zucchero raffinato. Questi sviluppi stanno conducendo inesorabilmente a un innalzamento dei prezzi a livello globale.

Inoltre, la produzione mondiale di zucchero è stata ulteriormente compromessa da condizioni climatiche sfavorevoli in India e Thailandia, importanti esportatori a livello mondiale. La FAO prevede una riduzione del 2% nella produzione globale di zucchero per la stagione 2023-24, equivalente a una perdita di circa 3.5 milioni di tonnellate metriche. Questa previsione si aggiunge alle aspettative di una diminuzione dell’8% in India e del 15% in Thailandia.

Da una prospettiva tecnica lo zucchero sta evidenziando una sequenza di segnali rialzisti ininterrotta sin dalla fine di luglio. I valori hanno toccato gli ultimi massimi significativi il 7 novembre scorso a quota 28.14 e stanno affrontando da diverse settimane una fase di accumulazione, sopra alle vecchie resistenze di medio lungo periodo che passavano per i 26.50. I supporti per le prossime 5-10 giornate sono localizzati a quota 26.63/72 e 26.25/26.32.

Ci aspettiamo un provvisorio riavvicinamento e supporti, che costituiscono altrettanti potenziali punti di reazione. L’impostazione di fondo punta ad obiettivi situati a 28.64 e 29.43/45. Lo scenario verrebbe rivisto solo dopo un eventuale chiusura daily inferiore a quota 26.25.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'