FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
12,863,738Confermati
568,052morti
7,496,565Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk

Mercoledì, in vista del rapporto ufficiale sulle scorte, i future sul petrolio greggio statunitense West Texas Intermediate e sullo standard internazionale Brent si muovono in lieve ribasso. L’andamento dei prezzi di inizio giornata indica che gli investitori stanno mostrando una scarsa reazione all’impennata dei prezzi di ieri, alimentata dalla speranza che gli Stati Uniti e la Cina tornino al tavolo delle trattative e il lieve prelievo riportato dall’American Petroleum.

Alle 08:53 GMT, i future sul greggio WTI con scadenza ad agosto si attesta a $ 54,03, in calo di $ 0,10 (-0,18%), mentre i future sul greggio Brent con scadenza ad agosto si attesta a $ 61,82, in ribasso di $ 0,32 (-0,51%).

Martedì i prezzi sono saliti bruscamente dopo che il presidente Trump ha parlato di preparativi per incontrare il presidente cinese Xi Jinping al summit del G20 a Osaka, in Giappone, la settimana prossima. Il summit avrà inizio il 28 giugno.

L’impennata dei prezzi riguardava la domanda futura. L’andamento dei prezzi indica che sono stati spinti fuori dal mercatogli short deboli; si pensa che i nuovi negoziati commerciali potrebbero portare a un accordo commerciale con un conseguente aumento della domanda futura. Fra le altre notizie, i prezzi sono stati messi sotto pressione all’inizio di martedì dalla notizia che in Giappone le esportazioni sono crollate per un sesto mese consecutivo a maggio, mentre le spedizioni legate alla Cina si sono indebolite, a sottolineare l’impatto della guerra commerciale. Le tensioni in Medio Oriente rimangono forti, con gli Stati Uniti che inviano 1000 soldati nella regione. Tuttavia, senza un’interruzione effettiva degli approvvigionamenti, questa vicenda rischia di essere portare all’effetto opposto.

I tagli alla produzione promossi dall’OPEC e le sanzioni contro Iran e Venezuela continuano a fornire supporto. Nel frattempo, i trader stanno diventando più ottimisti sul fatto che l’OPEC e i suoi alleati estenderanno il piano oltre la scadenza del 30 giugno. Il cartello sta ancora cercando di scandagliare le date del importante incontro.

Rapporto settimanale sulle scorte della American Petroleum Institute

Martedì in tarda giornata è stato pubblicato il rapporto dell’API che segnala  – in riferimento alla settimana conclusasi il 13 giugno – un leggero prelievo delle scorte di petrolio pari a 812.000 barili,  quando i trader prevedevano un prelievo assai maggiori e pari a 2,033 milioni di barili.

L’incremento netto da inizio anno è ancora ben 34,02 milioni di barili.

Il rapporto dell’API – facente riferimento alla settimana conclusasi il 13 giugno – ha segnalato un incremento delle scorte di benzina pari a 1,46 milioni di barili, a fronte degli 1,067 milioni previsti dagli analisti.  In settimana le scorte di distillati sono diminuite di 50.000 barili.

Pubblicita'

Previsione giornaliera

Salvo eventuali notizie in merito all’incontro di Trump con Xi, la direzione del mercato in giornata sarà probabilmente determinata dalla reazione dei trader al rapporto settimanale sulle scorte della EIA. Si prevede un prelievo di 1,5 milioni di barili. Un valore superiore potrebbe portare a un aumento dei prezzi.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio