FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
20,535,454Confermati
746,154morti
13,457,354Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk
oil pumps on sunset

Martedì il petrolio greggio statunitense West Texas Intermediate e lo standard internazionale Brent si muovono in ribasso, con i trader impegnati a riacciuffare le perdite di inizio giornata. Il Brent è il più debole dei due, essendo sceso al di sotto del supporto della media mobile a 200 giorni, a segnalare la liquidazione da parte degli hedge fund. Il WTI è ancora al di sopra di questo importante livello di supporto, ma il momentum ribassista minaccia la rottura.

Alle ore 8:29 GMT, i future sul greggio WTI con scadenza a settembre si attestano a $ 59,67, in calo di $ 0,01 (-0,02%), mentre i future sul greggio Brent con scadenza a settembre si attestano a $ 66,44, in calo di $ 0,04 (-0,05%).

I prezzi hanno ceduto bruscamente lunedì e la pressione di vendita è proseguita all’inizio di martedì, quando nel Golfo del Messico è ripresa la produzione dopo essere stata chiusa per precauzione in vista dell’arrivo dell’uragano Barry. Inoltre, i trader erano in attesa di un rapporto che avrebbe dovuto mostrare livelli record della produzione di scisto negli Stati Uniti.

Stando alle ultime notizie, lunedì i produttori hanno iniziato a ripristinare una parte dei circa tre quarti della produzione nelle piattaforme del Golfo del Messico, fermata in vista dell’uragano Barry. Con la tempesta che attraversa rapidamente la regione, non ci si aspetta alcun danno importante alle piattaforme, il che significa che la normale produzione riprenderà prima del previsto.

Lunedì, ci sono stati 1,3 milioni di barili al giorno (bpd) di produzione di petrolio fuori linea nel Golfo, circa 80.000 barili in meno rispetto a domenica. Ciò indica che il processo è lento, ma comunque potenzialmente ribassista per i prezzi. Le vendite che abbiamo visto lunedì no probabilmente correlate alla liquidazione di posizioni long speculative piazzate prima dell’arrivo dell’uragano.

Produzione di scisto negli USA in aumento

I trader si tengono pronti per un ulteriore balzo della produzione di scisto negli USA. Secondo il rapporto mensile sulla produttività degli impianti di trivellazione della Energy Information Administration (EIA), nel mese di agosto la produzione di greggio USA nei sette principali giacimenti di scisto aumenterà di 49.000 barili al giorno, salendo a 8,55 milioni di barili al giorno, nuovo massimo storico. La produzione complessiva statunitense è ora superiore ai 12 milioni barili al giorno.

Pubblicita'

Previsione giornaliera

Con gli eventi rialzisti a breve termine come l’uragano o la disputa in Medio Oriente che passano in secondo piano, i trader sono costretti a guardare i fattori dominanti di domanda e offerta. E il quadro che stanno dipingendo è ribassista. Ieri, la EIA ha pubblicato un rapporto ribassista sull’offerta degli Stati Uniti. La settimana scorsa, l’OPEC e l’Agenzia internazionale dell’energia (AIE) hanno pubblicato rapporti ribassisti sulla domanda.

Essenzialmente, la crescente produzione americana e la minore domanda stanno minando i tentativi da parte dell’OPEC e dei suoi alleati di ridurre l’offerta globale e stabilizzare i prezzi. I prezzi potrebbero continuare a scendere a causa di questi fattori, o potrebbero crollare se i rapporti tra gli Stati Uniti e l’Iran dovessero migliorare. Aspettatevi volatilità oggi con il rilascio del rapporto settimanale sulle scorte dell’American Petroleum Institute (API), alle 20:30 GMT.

 

 

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio