Pubblicita'
Pubblicita'

L’Euro Dollaro si Mostra Tonico nel Post-FED

Da:
Flavio Ferrara
Pubblicato: Nov 2, 2023, 14:16 GMT+00:00

La sessione europea post FED vede un euro dollaro molto tonico che sembra puntare dritto a raggiungere 1,0650, primo step per raggiungere e superare il massimo plurimensile.

Depositphotos_18284539_s-2019 (1)

In questo articolo:

Mercoledì il FOMC ha deciso di mantenere, per la seconda volta consecutiva, invariato il proprio tasso di interesse (5,25–5,50%), come ampiamente previsto. Durante la consueta conferenza stampa post riunione, il presidente della FED Jerome Powell ha affermato che l’attuale politica monetaria è già restrittiva e una qualsiasi altra decisione sarà attuata solo con conferme macroeconomiche. Comunque, il FOMC ha aperto le porte ad un altro rialzo dei tassi, ma non sembra molto entusiasta. Il prezzo dell’euro dollaro dopo la riunione ha iniziato un interessante rialzo, sull’onda dell’entusiasmo poiché i mercati ritengono che il ciclo di rialzo dei tassi sia già terminato.

Nella giornata di ieri, oltre alla riunione vi sono state altri dati ad alto impatto. Tra i tanti, si cita il dato sulla crescita delle buste paga del settore privato statunitense, il quale ha mostrato un aumento nel mese di ottobre, deludendo comunque le aspettative; infatti, con il rilascio di 113.000 unità è inferiore alle aspettative degli analisti che vedevano un aumento di 150.000 unità.

Panoramica fondamentale del fiber

Anche la Banca Centrale Europea ha deciso di mantenere i tassi di interesse invariati e si prevede che la BCE inizierà a tagliare i tassi di interesse nel secondo trimestre del prossimo anno. Le pressioni disinflazionistiche riflettono la lenta crescita del PIL europeo, mentre i dati PMI segnalano anche maggiori rischi di recessione.

Dal punto di vista macroeconomico, gli investitori dell’euro dollaro, dopo aver monitorato il tasso di disoccupazione tedesco, quello spagnolo e il PMI manifatturiero italiano, attendono il rilascio delle richieste iniziali di sussidi di disoccupazione USA, un dato che è spesso considerato come un indicatore anticipatore dell’NFP.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Grafico giornaliero euro dollaro

Al momento della scrittura il prezzo del fiber quota 1,0630, in rialzo dello 0,42% e per l’ennesima volta in procinto di tentare un break-out rialzista del livello annuale 1,0604, il vero punto di svolta che determina il momentum predominante del cambio. Dal punto di vista grafico, è evidente che è in corso una fase di lateralità che potrebbe suggerisce che si è vicino ad un’inversione di tendenza; ma occorrono comunque conferme.

La chiusura settimanale sopra 1,0604 è una di queste, che porterebbe i tori a lasciarsi alle spalle la fase di indecisione e mettere nel mirino il primo obiettivo di breve/medio termine rappresentato dal livello annuale 1,0741, il primo grosso ostacolo che separa il successivo target posto a 1,0911 (livello annuale). Viceversa, un ennesimo falso break-out rialzista potrebbe portare il fiber ad intraprendere una correzione di breve termine con target l’area di prezzo 1,0520/1,0550.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Consulente Finanziario Indipendente, laureato in Scienze Economiche e specializzato in Corporate Finance e Value Investing. Esperto in analisi tecno-grafica e fondamentale dei mercati, supporta gli investitori nel raggiungimento dei loro obiettivi finanziari attraverso una sana pianificazione basata sul valore reale dell'economia.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'