Pubblicita'
Pubblicita'

Dopo la Tempesta, l’Euro Dollaro Cerca di Mantenersi sopra 1,0650

Da:
Flavio Ferrara
Pubblicato: Sep 18, 2023, 16:20 GMT+00:00

Il cambio euro dollaro cerca di rialzare la testa oscillando sopra il micro-supporto 1,0650. In assenza di dati ad alto impatto, è probabile che gli investitori del cambio si asterranno nell’assumere grosse posizioni.

Depositphotos_1800368_s-2019-6.jpg

In questo articolo:

Nella prima sessione settimanale, il prezzo dell’euro dollaro viene scambiato in leggero territorio positivo, oscillando sopra il micro-supporto 1,0650 prima dell’apertura di Wall Street. Il dollaro americano si è indebolito nonostante l’umore del mercato tende verso ad un inasprimento, dato soprattutto che gli indici asiatici ed europei sono stati colpiti dalla scarsa performance del settore tecnologico, a seguito delle ultime trimestrali tiepide da parte dei grandi del settore.

Panorama fondamentale del fiber

Nel frattempo, l’EURO ha trovato un po’ di sostegno grazie alle ultime dichiarazioni del vicepresidente della Banca Centrale Europea, Luis de Guindos, il quale ha affermato che “il peggio dell’inflazione sottostante è passato”. Tuttavia, lo stesso De Guindos ha aggiunto che l’aumento dei prezzi dell’energia ha aumentato l’incertezza sull’effetto degli aumenti sull’attività economica.

Anche il Governatore della Banca Centrale slovacca e policymaker della BCE, Peter Kazimir, ha osservato che si spera in un altro aumento dei tassi, anche se non si è potuto escludere un’azione diametralmente opposta. Infine, lo stesso ha affermato che la probabile fine del ciclo di inasprimento europeo aprirà il dibattito su come adeguare i programmi di acquisto di obbligazioni della Banca Centrale.

Probabilmente ci sarà poco movimento sull’euro dollaro, dato che oggi il calendario macroeconomico non ha in serbo nulla di rilevante, ma si ricorda che la settimana sarà ricca di annunci delle Banche Centrali. Si menziona, ovviamente, la riunione della Federal Reserve mercoledì 20, seguita il giorno dopo dalla decisione della Banca d’Inghilterra (21 settembre) e dopo ancora (22 settembre) dalla Banca del Giappone.

Inoltre, ad influenzare ulteriormente il fiber ci saranno gli aggiornamenti sull’inflazione dell’Eurozona.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Grafico settimanale euro dollaro

Al momento della scrittura il prezzo del fiber quota 1,0671, in rialzo dello 0,03% ma in piena tendenza ribassista soprattutto considerando la chiusura settimanale sotto il livello chiave 1,0700; chiusura molto attesa dagli orsi, i quali ora non hanno alcun ostacolo per raggiungere il tanto agognato obiettivo di breve termine rappresentato dal livello annuale 1,0604.

Una qualsiasi velleità rialzista verrà considerata solamente con una chiusura sopra 1,0700. Difatti, un break-out e successivo consolidamento sopra di esso potrebbe comportare ad un aumento delle posizioni long sull’euro dollaro, con il primo obiettivo rappresentato dal livello annuale 1,0741.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Consulente Finanziario Indipendente, laureato in Scienze Economiche e specializzato in Corporate Finance e Value Investing. Esperto in analisi tecno-grafica e fondamentale dei mercati, supporta gli investitori nel raggiungimento dei loro obiettivi finanziari attraverso una sana pianificazione basata sul valore reale dell'economia.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'