FXEMPIRE
Tutti

Immigrati in Italia hanno comprato 100 miliardi di case in 12 anni

I lavoratori immigrati in Italia hanno comprato 100 miliardi di case in 12 anni, lo scrive il quindicesimo rapporto Immigrati e casa: un mercato in crescita.
Fabio Carbone
immigrati

Una indagine che farà sicuramente riflettere non poco quella pubblicata da Scenari immobiliari, secondo cui tra il 2006 e il 2018 (in 12 anni) i lavoratori immigrati in Italia hanno acquistato 860 mila abitazioni per uso personale o familiare per un valore pari a 100 miliardi di euro.

Il dato, che non potrà che aprire una grande riflessione nell’opinione pubblica, è contenuto nel quindicesimo rapporto “Immigrati e casa: un mercato in crescita”.

Il 21,5% degli immigrati in Italia vive in una casa di proprietà e sono in aumento.

Nel 2019, stima il rapporto, si dovrebbe verificare un aumento del +13,7% rispetto alle compravendite del 2018, pari a 58 mila scambi totali e un fatturato stimato di 5 miliardi di euro nel solo 2019 (+11,1%).

A conti fatti, se la tendenza si dovesse confermare in tutto il 2019, il 9% delle compravendite totali di questo anno sarebbero da attribuire a lavoratori immigrati in Italia.

Ma non è tutto, perché il 63,5% degli immigrati in Italia ha una casa in affitto, mentre il 7,7% abita presso il luogo di lavoro e il 7,3% vive a casa di parenti o con altri connazionali.

Le città a maggior presenza di immigrati con casa di proprietà sono:

Milano; Roma; Bari; Torino; Prato; Brescia; Cremona; Vicenza; Ragusa; Modena; Treviso.

Il presidente dell’istituto di ricerca indipendente Scenari Immobiliari, Mario Breglia, a tal proposito ha affermato che quello degli stranieri è un segmento importante del mercato immobiliare italiano.

Gli immigrati comprano casa in Italia

Da un punto di vista sociologico il dato ci dice che una forte componente degli immigrati in Italia ha messo radici profonde nel tessuto sociale in cui vive, tanto da essersi comprato casa oppure da vivere in affitto.

“Inoltre, – afferma Breglia – l’osservazione dei dinamismi propri delle persone immigrate rispetto al tema della casa risulta tanto più interessante e strategico quanto la decisione di acquistare l’abitazione si colloca in un’ottica di scelta di integrazione sociale.”

Tendenzialmente tali lavoratori stranieri hanno speso tra i 70 mila euro e i 130 mila euro per comprare casa. Il picco nel 2007, poi, causa la crisi e la restrizione sul credito, gli acquisti si sono ridotti fino al 2015 quando il settore si è lentamente ripreso.

Dove comprano gli immigrati

Gli immigrati comprano immobili di bassa qualità ma che siano sufficientemente grandi per accogliere tutta la famiglia. I lavoratori stranieri comprano appartamenti, villette di medie dimensioni in campagna dove avviare una attività agricola.

La regione con il maggior numero di case comprate da stranieri è la Lombardia, il nord la fa da padrone con il 74% degli acquisti, al centro il 22% mentre al sud e nelle isole comprano solo il 4%.

Dati che non ci meravigliano, e che indicano come al centro nord si concentrino le opportunità maggiori per poter “mettere radici” in Italia.

Da dove provengono gli stranieri che comprano casa in Italia?

La componente più rilevante proviene dall’est-Europa (59,2% del totale), segue la Cina con il 12,7% e l’India più Paesi limitrofi (12,5%). Non fanno testo gli stranieri provenienti da altri contesti geografici.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI