Gli Investitori Accetteranno le Ultime Notizie sui Dazi, ma le Ritorsioni Cinesi sul Petrolio Statunitense Saranno il Punto di Svolta

Rimarremo fedeli alla nostra previsione di un rialzo dei prezzi azionari perché in questo momento gli utili hanno un peso maggiore rispetto alla controversia commerciale. Non penso che vedremo alcuna svendita significativa nel mercato azionario fino a quando l’impatto dei dazi non inizierà a comparire nei dati economici, e anche dopo, nelle proiezioni dei policymaker della Federal Reserve statunitensi. Naturalmente, se la Cina imponesse dazi sulle importazioni di petrolio greggio negli Stati Uniti, allora sarà tutta un’altra storia e tempo per rivalutare la mia prospettiva rialzista.
James Hyerczyk

Mercoledì, i principali mercati azionari statunitensi hanno chiuso in ribasso, con la maggior parte della pressione in arrivo durante la sessione di trading di martedì, quando gli investitori hanno reagito alla notizia dei nuovi dazi statunitensi sulla Cina.

Gli investitori hanno risposto come fanno normalmente a un evento geopolitico inaspettato vendendo investimenti a rischio più elevato e acquistando asset rifugio sicuri. Non c’è stato il panico di vendita con la maggior parte degli investitori che hanno seguito le regole evidenziate nel Trading 101. In altre parole, “quando sei in dubbio, esci”. O in questa situazione, “quando sei in dubbio, ritira un pò di denaro dal tavolo”. Questo perché prima dell’annuncio di martedì scorso, gli indici principali erano nel bel mezzo di un impressionante rally di 7 giorni.

Una ragione per la risposta limitata alle nuove notizie sui dazi era, che era solo l’annuncio di un elenco di nuovi articoli. Dovremo aspettare che finiscano le udienze pubbliche prima di scoprire esattamente quali saranno i dazi e quando saranno applicati.

In secondo luogo, non sappiamo come contraccambierà la Cina. Credo che non sia probabile che l’introduzione di dazi su biciclette o whisky statunitensi possa scatenare una risposta tale a quella ove Pechino decidesse di applicare dazi sul greggio importato dagli Stati Uniti.

Quindi, mentre gli investitori erano disposti a prendere protezione dalla mossa iniziale dell’amministrazione Trump, i mercati non sono in grado di passare da rialzista a ribassista con il semplice tocco di un interruttore.

In questo momento, manterremo la nostra posizione secondo cui questa è una controversia commerciale in corso e non una guerra. Pertanto, non c’è bisogno di abbandonare le azioni in questo momento. Tuttavia, applicare dazi sul greggio statunitense potrebbe essere il punto di svolta, soprattutto in considerazione della fragilità della domanda/offerta del mercato mondiale del petrolio.

Non Trascurare l’Impatto dei Guadagni

Mentre ci possiamo aspettare preoccupazioni per un’escalation della controversia commerciale tra Stati Uniti e Cina, l’inizio della stagione degli utili potrebbe seppellire queste preoccupazioni se le aziende di S&P 500 offrissero profitti importanti con una crescita dei ricavi superiore alla media e margini nettamente più alti. Questi sono gli indicatori di riferimento.

Secondo FactSet, i guadagni delle società dovrebbero essere aumentati del 20 percento nel secondo trimestre. Durante il primo trimestre, i guadagni sono stati in rialzo di quasi il 25 percento. È probabile che gli investitori continuino a rispondere a dati sui guadagni più forti, ma come abbiamo detto ieri, se le indicazioni fossero negative, i guadagni saranno probabilmente limitati e potremmo anche iniziare a vedere qualche presa di profitto aggiuntiva.

Molti gestori di denaro considerano la situazione delle controversie commerciali come un evento a breve termine, mentre guadagni, entrate e crescita sono tutti fattori a lungo termine utilizzati per valutare un titolo.

Rimarremo fedeli alla nostra previsione di un rialzo dei prezzi azionari perché in questo momento gli utili hanno un peso maggiore rispetto alla controversia commerciale. Non penso che vedremo alcuna svendita significativa nel mercato azionario fino a quando l’impatto dei dazi non inizierà a comparire nei dati economici, e anche dopo, nelle proiezioni dei policymaker della Federal Reserve statunitensi. Naturalmente, se la Cina imponesse dazi sulle importazioni di petrolio greggio negli Stati Uniti, allora sarà tutta un’altra storia e tempo per rivalutare la mia prospettiva rialzista.

Quello che probabilmente vedremo a breve è l’azione di prezzo come abbiamo visto all’inizio di mercoledì. Rotture a breve termine a causa dell’incertezza poi un’altra mossa rialzista una volta che gli investitori avranno capito come proteggere il rischio.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker