FXEMPIRE
Tutti
Ad
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Aggiungi ai segnalibri
Crypto industria

Forse si è poco dibattuto il rischio che corre una nazione nel non accogliere all’interno della sua economia, la crypto industria, la quale non si compone solo di exchange dove i trader speculano sui crypto asset vecchi e nuovi per fare tanti soldi e subito. Questo settore sta dando prova di essere molto più ampio, capace di innovare, in grado di essere lungimirante e anche resiliente alle crisi.

In Russia, tra le tante nazioni in cui la crypto industria è mal voluta, il fisco rischia perdite pari a 10 miliardi di dollari annui in tasse, ci dice Coindesk. Perché perdere un così consistente introito economico? Quale nazione, ancor più in questo periodo di pandemia, può permettersi il lusso di perdere 10 miliardi di dollari di tasse?

Eppure in Russia il disegno di legge che potrebbe entrare in vigore, se la Duma lo approverà, renderà la vita impossibile al settore in quel paese.

Il settore, però, ha deciso di far sentire la sua voce e di far conoscere la sua posizione inviando lettere al ministro dello Sviluppo Economico, e ai parlamentari della Duma. Un gruppo di società si è riunito in una sigla, RAKIB, altri hanno inviato proprie lettere indipendenti per far conoscere il mondo della crypto industria alla politica russa ed evitare che essa venga estromessa dal futuro dell’economia e della finanza.

Il paradosso

Perché il paradosso, spiega il parlamentare Anatoly Aksakov che si è fatto promotore e portavoce delle istanze del settore, è che i russi potranno continuare a operare ma dovranno farlo su piattaforme non residenti in Russia e poi dovranno dichiarare i profitti nella Federazione per essere tassati come qualsiasi altro reddito imponibile.

Pubblicita'

Il futuro del settore in Russia

Sì perché la nuova normativa vieta la nascita di exchange in Russia. I server potranno essere in Estonia o Lituania, ma non nella Federazione. Il nome di domino non potrà esser registrato nel paese, ma potrà esserlo nella limitrofa Georgia: un vero assurdo.

Il secondo paradosso

Nel 2017 il presidente Vladimir Putin annunciò un piano di digitalizzazione dell’economia per restare al passo con i tempi e con le altre nazioni.

Lo sappiamo, il progresso delle società oggi passa anche e in gran parte per la digitalizzazione di servizi, processi, transazioni…

Appare quantomeno bizzarro, quindi, che una nazione che ha un piano di digitalizzazione da concretizzare, vuole però estromettere gli asset digitali quali i crypto asset dal suo processo di innovazione.

La perdita in termini tecnologici

La Russia non è l’unico che vive nell’incertezza dell’accettare o meno la crypto industria. Negli Stati Uniti il dibattito è accesissimo e i recenti sviluppi di TON di Telegram lo dimostrano. La Cina è un altro esempio e poi l’India che per ora sembra voler favorire il settore.

La perdita per le nazioni che estrometteranno questa industria dai loro piani di sviluppo socio-economico sarà grande. Ripetiamo, non bisogna guardare al solo bitcoin, qui il discorso è ben più profondo, ampio.

La decentralizzazione dei servizi è una delle destinazioni a cui approderemo come società: il trasferimento di valore attraverso mezzi di pagamento digitali e decentralizzati; l’uso di strumenti finanziari decentralizzati attraverso cui risparmiare e guadagnare (DeFi); la notarizzazione di qualsiasi contratto su piattaforme blockchain-based.

Questo scenario lo vivremo nei prossimi decenni, ma se una nazione estromette dal proprio territorio la linfa economica che muove il settore, lì non potrà svilupparsi nulla.

Nel tentativo di vietare ai cittadini di investire in criptovalute, solo perché non si è compreso nulla, alcune nazioni nei prossimi decenni potrebbero ritrovarsi in condizioni di seria arretratezza socio-economica.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.