FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, Seguila Guida
Mondo
97,305,356Confermati
2,083,203morti
69,847,515Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
economia e finanza, ftse mib

A che punto è il recupero dell’economia e della finanza italiana dopo il periodo prolungato di fermo della produzione e delle attività? Durante la settimana appena trascorsa sono giunti nuovi dati più precisi sulla situazione in corso.

L’Istat ci ha fatto sapere che il Pil dell’Italia ha perso nel primo trimestre dell’anno il 5,3% rispetto al trimestre precedente e il 5,4% rispetto al primo trimestre del 2019.

Banca d’Italia, attraverso il suo governatore Ignazio Visco, durante la relazione annuale, ha reso noto che secondo le loro stime l’Italia perderà tra il 9 e il 13% di Pil nel 2020.

Per quanto riguarda le famiglie italiane che hanno un mutuo da pagare, sempre Banca d’Italia ci fa sapere che sono in difficoltà il 38% di esse, di cui il 52% di chi è in difficoltà lavora nel settore del commercio, e della ristorazione il 64%. In generale sono i lavoratori autonomi ad avere le difficoltà maggiori. Problemi forti si rilevano anche tra chi ha un contratto a termine o ha visto dimezzarsi il reddito a causa della pandemia, qui la percentuale di chi è in difficoltà nel pagare le rate è del 50%.

La Borsa di Milano

Fin qui il quadro economico italiano attuale. Dal punto di vista finanziario la Borsa di Milano ha recuperato solo parzialmente quanto perso dal 20 febbraio (25.080) al 12 marzo (14.894,44). Con l’ultima chiusura il FTSE MIB è a quota 18.197,56, in flessione del -0,84% rispetto alla chiusura precedente.

Siamo quindi ben lontani dal picco storico raggiunto il 19 febbraio: 25.477,55.

Pubblicita'

Quali prospettive quindi?

Se questa, molto superficialmente è il quadro della situazione, quali prospettive ci sono per la ripresa?

Leggendo le parole del governatore di Banca d’Italia, il 2021 sarà un anno di primo e parziale recupero.

L’ormai ex presidente di Confindustria Vincenzo Boccia lo ha detto sin dall’inizio della catastrofica pandemia, necessario un intervento di spesa pubblica forte che si sostituisca temporaneamente ai mancati investimenti del settore privato in ginocchio.

La ripresa sarà quindi tanto sostenuta e veloce quanto saranno robusti ed efficaci i progetti di spesa pubblica messi in campo dal governo. Ciò significa che se l’Italia intende digitalizzate la PA, facendo transitare i suoi sistemi informatici su cloud, come ha suggerito Vittorio Colao della Task Force del governo, tale processo di transizione andrà portato a compimento fino in fondo, senza esitazione e ritardi. Lo stesso varrà per qualsiasi altra opera di investimento pubblico volta a rimettere in moto l’economia reale.

L’aumento indiscriminato dei prezzi non giova

Durante il lockdown, fa sapere l’Unione dei consumatori, i prezzi degli e-book sono aumentati del +30,4%, la frutta fresca del +12,8%, computer e tablet del +12%.

Spolpare vivi i portafogli delle persone non risolverà la crisi economia, anzi, la peggiorerà. Purtroppo gli scenari che si sono materializzati in Italia dall’introduzione dell’euro non sembrano averci insegnato qualcosa.

Infatti, se l’aumento indiscriminato dei prezzi dopo l’introduzione dell’euro ha arricchito nell’immediato chi i prezzi dei beni li ha aumentati, sul lungo periodo ha impoverito anche loro. Molti i commercianti, infatti, che hanno chiuso i battenti.

Spolpare in questa situazione le famiglie italiane, già provate in buona parte dalle crisi degli ultimi decenni, sul lungo periodo potrebbe condurre a una perdita di capacità d’acquisto tale che tanti altri negozi ed e-commerce dovranno poi chiudere, compresi quelli che ora aumentano i prezzi in modo indiscriminato: il cane che si morde la coda.

Mai come ora serve lungimiranza e approntare strategie che creino resilienza nell’economia reale come nella finanza.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI