Pubblicita'
Pubblicita'

Prezzi Petrolio Greggio: Partito il Recupero, WTI +7.20% in 5 Sedute, Proiezioni Aggiornate

Da:
Federico Dalla Bona
Pubblicato: Jun 10, 2024, 19:10 GMT+00:00

Secondo Goldman Sachs il petrolio WTI punta agli 86.00 dollari durante il periodo estivo. Attesa una progressiva diminuzione delle scorte USA

Prezzi Petrolio Greggio: Partito il Recupero, WTI +7.20% in 5 Sedute, Proiezioni Aggiornate

I prezzi del petrolio greggio WTI, quotato in dollari al Nymex, hanno effettuato quest’oggi un’ampia accelerazione rialzista che ha spinto il mercato dei minimi daily di quota 75.23 fino al picco di giornata a 77.71. Mentre sono le 19:23 di lunedì 6 giugno, il contratto future Light Crude Oil con consegna 07/24 viene passato di mano a 77.60 dollari, su livelli prossimi ai massimi, con un guadagno dei +2.74% su base giornaliera.

La fase di recupero in atto è scattata sin dopo il raggiungimento dei minimi di martedì 4 giugno a quota 72.48, sui valori più bassi dal 6 febbraio. Il rimbalzo ancora in via di sviluppo ha raggiunto in meno di cinque sedute dimensioni superiori al +7.20%. Il grafico a candele settimanali evidenzia come, durante l’accelerazione ribassista della scorsa settimana, si fossero formate delle robuste resistenze a 75.50 e 77.05 dollari. 

Tali resistenze sono state entrambe sfondate al rialzo e rappresentano adesso zona di potenziale supporto, ossia di sostegno tecnico ad uno scenario di ampliamento del recupero stesso. Le nuove resistenze di maggior valenza tecnica si trovano invece tutte concentrate adesso poco sotto alla linea degli 80.00 dollari.

Solamente il cedimento consolidato di quota 75.50 potrebbe compromettere lo scenario rialzista in corso. Passeremo in ogni caso all’analisi dettagliata del grafico a barre da 30 minuti per determinare con maggior precisione l’attuale posizionamento dei riferimenti tecnici per la prima parte della settimana.

Goldman Sachs: WTI a 86.00 in estate 

Il mercato petrolifero è sorretto in questa fase dalle speranze di un aumento della domanda di carburante con il periodo estivo. Le variabili che giocano contro tale scenario sono costituite dal dollaro americano, in continuo rafforzamento, e dalle aspettative che la Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti manterrà i tassi di interesse elevati più a lungo per combattere l’inflazione. 

Gli analisti di Goldman Sachs prevedono che il Brent raggiungerà 86.00 dollari al barile nel terzo trimestre grazie alla solida domanda estiva di trasporto, che dovrebbe spingere il mercato petrolifero verso un deficit di 1.3 milioni di barili al giorno (bpd). “L’aumento dei prezzi del greggio è iniziato con il risveglio degli Stati Uniti e l’inizio della nuova settimana”, ha dichiarato Tamas Varga del broker petrolifero PVM. “Gli investitori dall’altra parte dell’Atlantico hanno chiaramente ignorato la debolezza dell’euro e la conseguente forza del dollaro dovuti alle elezioni anticipate in Francia. C’è una crescente convinzione che la domanda sarà vivace con l’avvicinarsi della stagione di guida estiva, il che porterà a un considerevole prelievo di scorte.”

La scorsa settimana, il petrolio aveva registrato la terza perdita weekly consecutiva a causa dei timori che il piano dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC) e dei suoi alleati, noti come OPEC+, potesse aumentare l’offerta in coricolazione. Nonostante i tagli dell’OPEC+ le scorte di petrolio sono aumentate, così come quelle di benzina negli Stati Uniti. 

Quadro Tecnico a 1-3 sedute

Il grafico a barre da 30 minuti ci consente di posizionare a 76.80 e 75.55/67 i supporti di maggior valenza tecnica, validi almeno fino a mercoledì 12 giugno. Entrambi i livelli costituiranno punti di probabile ripartenza del rialzo in caso di arretramenti, in un contesto orientato ad ulteriori allunghi fino a 79.25.

Sulla strada per questo target è posto un primo obiettivo intermedio a 78.53, raggiunto il quale potrebbe scattare qualche provvisorio arretramento. Il segnale tecnico è long solo su riavvicinamenti ai supporti, da prezzi in ogni caso non superiori a 76.93. Lo scenario verrebbe annullato solo in caso di violazione del supporto principale, mediante almeno una chiusura sul grafico a 30 minuti inferiore a 75.55.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'