Pubblicita'
Pubblicita'

Indici di Wall Street: Indici in Attesa del FOMC

Da:
Flavio Ferrara

Poco movimento nella prima sessione settimanale per gli indici di Wall Street. Il colpevole è la trepida attesa del mercato dell’evento ad alto impatto rappresentato dalla riunione della FED di domani.

depositphoto wall street

In questo articolo:

Mercoledì la Federal Reverse annuncerà la sua decisione sulla politica monetaria di settembre. Sebbene non siano previsti aggiustamenti dei tassi di interesse, i players degli indici di Wall Street esamineranno attentamente il dot plot delle proiezioni economiche, al fine di ottenere preziose informazioni sulle prossime mosse della FED.

Grafico settimanale Dow Jones

Dal punto di vista prettamente tecnico, il Dow Jones è scambiato nei pressi die minimi di marzo, trovando una certa resistenza intorno al livello psicologico dei 35.000 punti. È palese che sia i tori che gli orsi dell’indice stiano aspettando la riunione della FED di domani prima di fare una qualsiasi mossa.

Ovviamente, ci sono due scenari opposti: con una chiusura settimanale sopra sia il livello psicologico dei 35.000 punti e sia del livello annuale dei 35.069,18 punti, il Dow Jones si dirigerà prima verso i massimi annuali intorno ai 35.500 punti e successivamente verso il livello annuale dei 35.792,43 punti; viceversa, un posizionamento settimanale sotto i 34.500 punti porterebbe gli orsi a considerare un tentativo per riagguantare il livello annuale dei 34.073 punti.

Indici di Wall Street: dopo la caduta, il Nasdaq prova a rialzarsi

Grafico settimanale Nasdaq

Il Nasdaq, dopo aver chiuso la settimana scorsa in perdita dello 0,51%, cerca di risollevarsi in attesa dell’evento clou settimanale rappresentato dalla riunione del FOMC. Come per il Dow Jones, vi sono due scenari completamente opposti per l’indice. Con una chiusura sotto i 15.138 punti, gli orsi probabilmente prenderanno il sopravvento e dirigersi verso i minimi di fine agosto intorno ai 14.800 punti (area di swing rialzista).

Viceversa, un superamento agevole dei 15.480 punti potrebbe portare i tori a riprendere quota e cercare di raggiungere in poco tempo la zona dei massimi annuali poco sotto i 16.000 punti.

Indici di Wall Street: pericoloso posizionamento dell’S&P 500

Grafico settimanale S&P 500

L’S&P 500 ha chiuso la settimana precedente con una pericolosa conformazione che potrebbe rappresentare l’inizio di un’inversione di tendenza, ma la riunione della FED potrebbe confermare o annullare tutto.

Infatti, guardando al futuro se l’indice riuscisse a mantenersi sopra i 4.500 punti, i tori avrebbe un certo slancio per accelerare, ponendo al tempo stesso le basi per testare la zona dei massimi annuali intorno ai 4.580 punti. Viceversa, in caso di una chiusura sotto i 4.430 punti, gli orsi dell’indice potrebbero aumentare le proprie posizioni, col chiaro intento di avvicinarsi verso l’ultima zona di swing rialzista intorno ai 4.350 punti.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Da sempre interessato alla finanza, ha dedicato gli studi nell'analisi tecno-grafica e nell'analisi fondamentale dei Mercati Finanziari.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'