Risparmio in Europa. Giovani i più attivi. Italia sopra la media

Risparmio in Europa. I giovani europei sono i più attivi. L’Italia si pone sopra la media per quanto riguarda il risparmio, manca la cultura finanziaria.
Fabio Carbone
risparmio

I giovani europei tra i 18 – 21 anni sono tra i più attivi nel risparmiare in Europa, infatti, circa il 52% di loro ha dichiarato, nella recente ricerca pubblicata da Intrum (‘European Payment Consumer Report, Ecpr), di risparmiare tra il 5% e il 20% delle loro entrate mensili.

In generale gli europei risparmiano per mettersi al riparo dalle brutte sorprese (67%), ma anche per potersi permettere di viaggiare e conoscere nuovi posti e nuove culture (39%).

Il risparmio permette al 57% degli europei di potersi permettere circa uno stipendio in caso di una spesa non prevista.

l’Italia?

Gli italiani risparmiano molto, circa l’84% risparmia per il futuro. Nel 2018 solo il 54% affermava di poterlo fare, ma il nuovo dato più confortante è superiore alla media europea che si attesta al 75% nel 2019.

Nella classifica tra i Paesi europei che risparmiano di più siamo al 10° posto, dove troviamo gli svedesi a dare l’esempio con uno score di 5.63 su una scala che va da 0 a 10. Segue la Svizzera e la Germania, al terzo posto tra le nazioni europee dove si predilige mettere da parte un pezzo importante delle entrate mensili per affrontare il futuro.

Il 40% degli italiani, tuttavia, non sarebbe in grado di affrontare il periodo della pensione a causa dell’impossibilità di conservare fondi per un lungo periodo di tempo.

Ma gli italiani, nonostante siano dei ‘risparmioni’, continuano ad avere una carenza culturale in materia finanziaria. L’Italia figura al 16° posto della classifica, tra i paesi con una buona preparazione finanziaria, su un totale di 24 nazioni.

Dove va a finire il risparmio degli italiani?

Secondo la ricerca di Intrum, il 71% degli italiani che risparmiano lo fa per affrontare le spese inaspettate del futuro. Il 47% anche per comprare beni e servizi in futuro e il 39% degli italiani risparmia per permettersi le vacanze o un viaggio.

Il 38% risparmia per i propri figli oppure per i nipoti, mentre il 33% risparmia per mettersi al riparo da un momento di crisi lavorativa. Il 23% conserva per la pensione, mentre il 17% risparmia per comprare una casa o un appartamento. Un ulteriore 17% risparmia per consentirsi gli studi.

Per quanto riguarda l’indebitamento degli italiani, non siamo messi male. Il 22% degli italiani ha dovuto chiedere un prestito negli ultimi 6 mesi che non riguarda il mutuo. La media europea è del 24%.

Per quanto riguarda la capacità di pagare le scadenze nei termini, il 30% degli italiani ha pagato in ritardo le proprie scadenze negli ultimi 12 mesi, mentre nel 2018 la percentuale saliva al 47% addirittura. La media europea per il 2019 è del 33%. Il 46% di quanti non hanno pagato per tempo le scadenze, affermano che il motivo risiede nel fatto che i pagamenti da effettuare hanno superato le disponibilità economiche a disposizione. Ma c’è anche chi si dimentica di pagare (33%), o chi ha avuto inconvenienti tecnici e non ha potuto pagare in tempo (21%).

Da dove deriva poi la prima istruzione finanziaria degli italiani? Ebbene nel 53% dei casi sono i genitori e comunque l’ambiente familiare (15%) a fornire i primi consigli finanziari e a formare l’educazione finanziaria delle nuove generazioni.

Il 39% riceve informazioni dalla scuola e il 3% da internet. Un non trascurabile 30% si lascia formare dalle banche e il 14% da consulenti finanziari indipendenti.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI