FXEMPIRE
Tutti
Ad
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Aggiungi ai segnalibri
impennata dei rendimenti

L’impennata dei rendimenti non molla la presa e preoccupa anche la Banca Centrale Europea, dopo aver preoccupato anche il Federal Reserve System (Fed) del caro Jerome Powell.

Ieri il Congresso americano ha approvato il pacchetto di stimolo da 1900 miliardi di dollari previsto come misura adrenalinica per scuotere l’economia statunitense in questa fase di ripresa.

Nel frattempo la FED ha emesso i Treasury a 10 anni che durante l’asta sono andati meglio del previsto ed hanno chiuso a 1,509%. Ed oggi è attesa l’asta dei Treasury di lungo periodo, quelli a 30 anni.

Dove sta il problema? Il problema risiede proprio nei titoli di Stato USA, dove i rendimenti proseguono un andamento in salita sui timori che l’inflazione possa salire più rapidamente del previsto. Ma non solo.

In Europa si gioca una partita quasi a scacchi, tanto che nelle ultime settimane i funzionari della BCE sono intervenuti più volte per affermare che l’inasprimento dei rendimenti obbligazionari è ingiustificato, e che la situazione va monitorata da vicino.

Oggi alle 13:45 all’EuroTower si riunirà il board della BCE e poi alle ore 14.30 è prevista la conferenza stampa di Christien Lagarde sulle scelte di politica monetaria.

I tassi resteranno invariati, ma i mercati finanziari attendono le parole di Lagarde per capire quali sono le intenzioni della Banca centrale europea sugli acquisti di titoli. Vi saranno degli incrementi del PEPP o si va verso un allentamento, oppure saranno introdotte altre misure?

Le parole di Lagarde oggi potrebbero pesare. Gli analisti si attendono una ulteriore estensione degli acquisti di titoli e anche un taglio aggiuntivo dei tassi di interesse.

Tuttavia sembra che non ci sia unanimità nel consiglio direttivo della BCE sulla strada da intraprendere. In particolare non tutti sarebbero convinti che i rendimenti stiano davvero correndo verso l’alto.

I rischi per i mercati per l’impennata dei rendimenti

Il rischio che deriva dai rendimenti obbligazionari più alti riguarda sia gli Stati che le aziende quotate in borsa.

Se da un lato interessi più alti sui titoli di Stato significano più interessi da sborsare per i governi, quando restituiscono i prestiti ricevuti; per le aziende quotate significa spendere di più per le obbligazioni sottoscritte con i rispettivi investitori e quindi anche in questo caso più interessi da elargire a detrimento delle casse delle società.

La spinta reflazionistica

A dicembre, secondo gli analisti, la BCE non si è espressa in modo deciso e chiara sulla sua linea, ma ora che appare chiaro che l’inflazione aumenterà in modo sostenuto con la riapertura delle economie, tutti si chiedono quali saranno le scelte della banca centrale.

Si chiede a questo punto una maggiore chiarezza e decisione nella direzione che prenderà la politica monetaria europea. Perché proprio sull’inflazione fino ad ora alla BCE le bocche sono rimaste abbastanza cucite o vaghe riguardo all’inflazione, ma ora i mercati vogliono conoscere e Lagarde durante la conferenza stampa non potrà sottrarsi.

Occhi puntati quindi su Francoforte questo pomeriggio e su cosa si farà contro l’impennata dei rendimenti.

Per conoscere tutti gli eventi economici del giorno e della settimana in Italia e all’estero, leggi il nostro Calendario Economico completo con tutti gli eventi in programma.

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.