FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
41,052,205Confermati
1,129,761morti
30,632,772Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk

Dopo un serie di eventi che hanno spinto i venditori short più deboli fuori dal mercato e hanno attirato l’attenzione sui compratori speculativi, quanti puntano sul rialzo del greggio hanno potuto gioire di una settimana positiva. Alla chiusura della sessione di giovedì, sia il Wti sia il Brent erano, infatti, in condizione terminare la settimana in rialzo del 4%.

Le basi del rialzo sono state poste all’inizio della settimana, quando le vendite si sono esaurite. Era soltanto una questione di tempo prima che la mossa si diffondesse dai trader professionisti ai piccoli speculatori.

Pubblicita'

All’inizio della settimana, il prezzo del greggio si era stabilizzato, spinto dalle notizie diffuse dalla Reuters secondo cui l’Opec e gli altri paesi produttori avevano deciso di valutare la possibilità di prorogare l’accordo sulla riduzione della produzione di altri sei mesi.

Un’altra indicazione del possibile raggiungimento di un minimo è stata fornita dalla Commissione degli Stati Uniti sul trading dei future sulle materie prime (Cftc). Gli ultimi dati sulle posizioni pubblicati da tale ente hanno, infatti, mostrato che gli speculatori continuano ad aprire le posizioni long. Tuttavia, i dati hanno anche indicato che, al 21 marzo, le posizioni long erano ai minimi da dicembre. Questo avrebbe potuto rappresentare uno sviluppo positivo, poiché stava a significare che altri compratori avrebbero potuto entrare nel mercato.

Nonostante le notizie positive che giungono dall’Opec e dalla Cftc, continua a mancare un motivo determinante per comprare greggio. A quanto pare, vi erano ragioni sufficienti per terminare le vendite, ma gli investitori che puntano al rialzo attendevano ancora un dato in grado di convincerli che il prezzo era sottovalutato.

Un altro fattore in grado di provocare un aumento del prezzo si è manifestato nella giornata di mercoledì, quando la Libia ha annunciato l’interruzione di parte della propria produzione. Secondo la Reuters, l’attività degli impianti di Sharara e Wafa è stata bloccata da gruppi armati: tale iniziativa ha causato una riduzione della produzione pari a 252000 barili al giorno.

Verso la conclusione della sessione, gli ultimi dati dell’Agenzia degli Stati Uniti per l’Informazione sull’Energia (Eia) hanno rivelato che, durante la settimana conclusasi il 24 marzo, le scorte di greggio sono aumentate di 867000 barili. La cifra si avvicina alla metà dell’aumento previsto di 1,2 milioni di barili.

Infine, nella giornata di giovedì, il prezzo del greggio era stato spinto in rialzo dalle dichiarazioni del ministro del Petrolio del Kuwait, Essam al-Marzouq, il quale ha affermato che il suo paese appoggia la proroga dell’accordo dell’Opec sulla riduzione dell’offerta.

Considerata questa serie di informazioni positive, mi aspetto che, durante la prossima settimana, il greggio continuerà ad aumentare. Inoltre, il netto calo delle scorte di benzina registrato nella scorsa settimana alla fine del periodo di manutenzione della raffinerie, sta probabilmente a indicare che le scorte di greggio si avviano a diminuire.

A mio parere, gli investitori short continuerà a coprire le proprie posizioni. Le discussioni sull’estensione dell’accordo dell’Opec potrebbero essere sufficienti a riportare il greggio ai minimi. Tuttavia, qualora la Russia dichiarasse di appoggiare la proroga dell’intesa e di continuare a tagliare la produzione, si potrebbe verificare una decisa rottura al rialzo.

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI