FXEMPIRE
Tutti
Ad
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Aggiungi ai segnalibri
Atlantia spa, Autostrade per l’Italia

Con un lungo e motivato comunicato stampa Atlantia spa ha deciso di rinviare “la realizzazione di altri investimenti” sulla rete autostradale controllata da Aspi e di dare mandato ai suoi legali per “la tutela della società e del Gruppo, visti i gravi danni” arrecati da quella che la società ritiene le mancate risposte della politica italiana da “due anni”.

Una situazione che, secondo Atlantia, “ha determinato e continua a determinare gravi danni all’intero Gruppo e genera preoccupazione sul mercato e a tutti gli stakeholder, In Italia e all’estero, dove il Gruppo opera in 23 Paesi.

Al comunicato di Atlantia ha risposto il vice ministro alle Infrastrutture del Movimento 5 stelle Giancarlo Cancelleri, che via Facebook ha etichettato il comunicato di Atlantia spa come un tentativo di “minaccia” del governo.

La risposta dal Ministero delle infrastrutture e trasporti

“Premesso che nessuno, né tanto meno Atlantia, può permettersi di minacciare le istituzioni, è bene ricordare che determinate decisioni vanno aspettate con rispetto delle istituzioni e di coloro che hanno lavorato senza mai fermarsi alla procedura di caducazione”, riporta l’Ansa citando fonti del Ministero.

Pubblicita'

Le richieste di Autostrade spa

Atlantia spa fa sapere che già nel 2017 aveva richiesto a Cassa depositi e prestiti “una linea di finanziamento di cui restano ad oggi inutilizzati 1,3 miliardi di euro, a fronte della richiesta di Aspi di inizio aprile (2020, ndr) per un importo di 200 milioni di euro”.

Autostrade per l’Italia non ha ricevuto questi fondi a causa delle disposizioni introdotte dall’articolo 35 del decreto legge Milleproroghe che di fatto ha bloccato Aspi dal ricevere qualsiasi aiuto statale.

Aspi ha anche avviato l’istruttoria per ricevere il prestito garantito da SACE e previsto dal decreto legge Liquidità, dal momento che nel periodo del lockdown sulle autostrade italiane si è verificato un crollo nei flussi dell’80% che, secondo Atlantia spa, porteranno a una perdita di oltre 1 miliardo “per il solo 2020”.

La risposta del vice ministro

Il vice ministro Cancelleri ha risposto alle richieste di Atlantia spa ricordando che “hanno un debito altissimo da saldare nei confronti della collettività”.

E sull’ottenimento dei prestiti ha aggiunto:

“Lo Stato ha il dovere di aiutare le imprese in difficoltà e di mettere in campo tutte le misure necessarie ma al contempo di decidere se la garanzia sia o meno opportuna”.

Il nodo del contendere è il crollo del ponte Morandi a Genova e la morte delle 43 vittime. Secondo gli esponenti del M5s in particolare (nei giorni scorsi era intervenuto sula questione anche il sottosegretario al Mise Stefano Buffagni del M5s), non solo chi in Aspi materialmente non ha compiuto il suo dovere deve pagare, ma deve pagare tutta Atlantia spa. Cioè devono pagare tutti e 31mila dipendenti che hanno nel mondo, “di cui 13.500 in Italia oltre all’indotto”.

La situazione di Atlantia spa

Il rating di Atlantia e di Aspi è stato declassato a sub investment grade, “rendendo particolarmente difficile l’accesso ai mercati finanziari”.

Per fare fronte alla situazione in cui Aspi versa dopo i danni economici causati dalla pandemia, Atlantia ha versato 900 milioni di euro nelle casse della controllata per effettuare lavori di manutenzione e investimenti per la sicurezza della rete.

Gli altri attori

Ma la partita è ben più ricca di giocatori. Anche il Codacons per i consumatori è intervenuto chiedendo un tavolo comune per tutelare la sicurezza dei cittadini fruitori della rete autostradale.

E sullo sfondo ci sono i sindacati, che dai mancati investimenti potrebbero vederci una perdita di posti di lavoro.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.