FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
19,232,565Confermati
716,435morti
12,343,704Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Alberto Ferrante
Vertice UE
European Union Flags

Si apre una nuova settimana dopo alcune sedute negative per i mercati europei. La settimana scorsa, i dati di Bankitalia hanno fatto emergere, come previsto, un Pil in calo del -9,5% e un tasso di disoccupazione in netta crescita.

Secondo il bollettino della Banca d’Italia, la ripresa dopo la crisi causata dalla pandemia di Coronavirus sarà graduale, con consumi ridotti nel lungo periodo a causa del calo dell’occupazione e del reddito disponibile, nonostante le misure di sostegno predisposte.

Per quanto concerne gli investimenti, invece, le prospettive di domanda e la fiducia delle aziende potranno iniziare a migliorare, compensando solo in parte il crollo attuale, nel biennio 2021-2022.

Petrolio, pressioni sull’OPEC dall’Arabia Saudita

Con il prezzo del greggio ancora stabile sopra i 40 dollari al barile, secondo l’Arabia Saudita adesso il cartello dell’OPEC dovrebbe tornare ad aumentare la produzione a partire da Agosto, per sfruttare appieno la ripartenza.

Dopo il crollo storico in cui il greggio è sceso letteralmente in negativo a causa delle scorte piene fino all’orlo, il taglio della produzione di Aprile è riuscito a spingere il greggio fino ai 40 dollari attuali, stabilizzandone il prezzo nonostante alcune recenti fluttuazioni, comunque di lieve entità.

Adesso, secondo le prime indiscrezioni, già questa settimana si dovrebbe discutere in una live conference sulla riduzione dei tagli per circa 2 milioni di barili al giorno.

Intanto, il report dell’Aie ha stimato che la produzione mondiale già questo mese dovrebbe iniziare a crescere a causa della ripresa della domanda.

Quanto all’oro, il metallo prezioso ha ormai superato la resistenza di 1800 dollari l’oncia e si aggira adesso intorno ai 1807 dollari. Cumulativamente, negli ultimi 30 giorni l’oro ha guadagnato 71 dollari, aumentando il suo valore di oltre il +4%.

Ancora stabile a 1,13 il cambio EUR/USD.

Pubblicita'

Il Calendario Economico dell’Eurozona

La settimana si apre quest’oggi per l’Europa con l’indice dei prezzi all’ingrosso in Germania, a livello mensile e annuale. Si terranno poi anche le aste dei BTF francesi a 3, 6 e 12 mesi.

Domani sarà il turno dell’IPC e IAPC tedesco e spagnolo, oltre che dell’indice ZEW sulle condizioni dell’economia e sul sentiment tedesco, attesi entrambi in aumento.

A livello europeo, si conosceranno i dati sulla produzione industriale e il sentiment sempre dell’indice ZEW del centro di Leibniz.

Si terranno poi le aste dei BTp italiani a 3, 7 e 30 anni e l’asta dei Letras spagnoli con scadenza a 3 mesi.

Mercoledì invece la giornata si aprirà con l’IPC e IAPC italiano e numerosi dati per il Regno Unito, come l’IPC, l’andamento dell’indice dei prezzi alla produzione, al dettaglio e di vendita.

Giovedì, oltre ai dati cinesi su PIL e produzione industriale, sarà il turno delle immatricolazioni auto in Italia, Germania e Francia.

Inoltre, si conosceranno i dati sull’IPC e l’IAPC francese, oltre al saldo della bilancia italiana ed europea.

Giornata molto calda giovedì anche per la conferenza stampa della BCE, da cui potranno emergere importanti novità sulle operazioni di rifinanziamento e sulla politica monetaria a livello europeo.

Infine, giornata ricca di market movers anche venerdì 17 Luglio 2020, con le vendite industriali italiane, il saldo della bilancia commerciale spagnola e, a livello europeo, gli indici dei prezzi al consumo.

Per un’occhiata a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio