Petrolio, analisi fondamentale giornaliera, previsioni – Entro un intervallo di oscillazione fino alla decisione sul’Iran

Le incertezze sull’Iran stanno aiutando a sostenere i prezzi con gli acquirenti che entrano sui cali di prezzo, ma si astengono dall’acquistare fino a spingere il mercato oltre la resistenza
James Hyerczyk
Petrolio

Venerdì, poco prima dell’apertura della sessione regolare, il petrolio greggio statunitense, lo West Texas Intermediate, e lo standard internazionale, il Brent, si muovono su terreni contrastanti; gli investitori continuano a dibattere se la reimposizione delle sanzioni contro l’Iran inciderà sull’offerta fino a prevalere sull’aumento della produzione USA.

Alle 9:00 GMT, i future sul greggio WTI con scadenza a giugno si attestano a $ 68,26, in calo di $ 0,17 (-0,25%), mentre i future sul greggio Brent con scadenza a giugno si attestano a $ 73,34, in calo di $ 0,28 (-0,46%).

WTI giugno, grafico giornaliero

Le incertezze sull’Iran stanno aiutando a sostenere i prezzi con gli acquirenti che entrano sui cali di prezzo, ma si astengono dall’acquistare abbastanza da spingere il mercato oltre la resistenza e verso nuovi massimi pluriennali. Questo sta tenendo i mercati in una gamma limitata, dando l’aspetto di un trading laterale. Il presidente Trump ha tempo fino al 12 maggio per prendere una decisione sulle sanzioni. Alcune delle recenti impennate dei prezzi sono state attribuite a speculatori rialzisti che stanno scommettendo sul fatto che il presidente terrà fede alla minaccia di ritirarsi dall’accordo.

Il calo di offerta che ne deriverebbe fungerebbe da supporto.

Brent luglio, grafico giornaliero

I commenti del ministro degli Esteri iraniano giovedì hanno innescato un volatile rally di ricopertura short;  ha infatti definito inaccettabili le richieste statunitensi di modificare l’accordo nucleare del 2015 con le potenze mondiali. I trader stanno aspettando che gli europei consegnino a Trump un piano per salvare l’accordo sul nucleare iraniano entro la fine della prossima settimana. Tuttavia, la situazione rimane abbastanza incerta e gli acquirenti sono disposti a entrare sui cali di prezzo.

Se gli europei riusciranno ad elaborare un piano che soddisfi Trump, i prezzi rischiano di scendere  bruscamente spinti giù dalle prese di profitto speculative e dallo shorting. Se Trump va avanti con sanzioni, i prezzi potrebbero salire, ma probabilmente i guadagni sarebbero limitati dall’aumento della produzione negli Stati Uniti.

 

 

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker