Previsioni

Gas Naturale Analisi Fondamentale per il 6 Gennaio 2017 Previsioni

14 giorni faDaJames Hyerczyk

Nella giornata di giovedì, in seguito alla diffusione dei dati governativi che indicano un modesto prelievo alle scorte, il prezzo del gas naturale è sceso ai minimi dal 25 novembre. Il rapporto settimanale sulle riserve di gas Usa ha segnalato una flessione inferiore alla metà del volume previsto dal mercato.

Stando ai dati diffusi dall’agenzia di informazione sull’energia USA (EIA), nella settimana conclusasi il 30 dicembre le riserve di gas sono scese di 49 miliardi di piedi cubi, a fronte dei 97 miliardi previsti. Nella settimana precedente si era registrato invece un prelievo pari a 237 miliardi di piedi cubi.

Secondo i dati della EIA, le riserve ammontano a un totale di 3 311 miliardi di piedi cubi, in calo di 364 miliardi da un anno fa e 21 miliardi sotto la media degli ultimi cinque anni.

I future sul gas naturale con scadenza a marzo hanno chiuso la sessione a 3,256 $, in rialzo di 0,007 $ (+0,22%). Da inizio settimana, il gas è in ribasso di 0,428 $ (-11,62%).



PREVISIONI

Nonostante un rapporto della EIA al di sotto delle stime, i trader non si faranno troppo scoraggiare dato che, dopotutto, si tratta di dati riferiti al passato. La maggior parte dei professionisti sapeva già che nelle più importanti aree di domanda le temperature sono state molto più alte di quelle della settimana precedente e che la lettura di questa settimana sarebbe stata molto lontana dalla quella facente riferimento alla settimana conclusasi il 23 dicembre. Questo spiega perché i prezzi erano stracciati; sono sicuro che alcuni speculatori hanno venduto o aperto posizioni short alla notizia prima che il mercato virasse in rialzo.

I trader concentrano ancora l’attenzione sulle condizioni meteorologiche. Ora che le previsioni che parlavano dell’arrivo di un fronte di aria gelida nella prima metà dell’anno sono state smentite, il mercato sta reagendo come se il freddo arriverà comunque prima della fine del mese. In questo momento i servizi meteo prevedono temperature miti fino a metà mese.

La notizia potrebbe fungere da supporto e, qualora combinata con condizioni meteo rialziste, potrebbe dare slancio al mercato; le riserve sono ora complessivamente il 9,9% al di sotto di un anno fa e il 10,9% al di sotto della scorsa settimana. Sono inoltre lo 0,6% al di sotto della media degli ultimi cinque anni. Queste condizioni dovrebbero migliorare nel corso dell’inverno, a meno di un evento che provochi un drastico cambiamento delle condizioni e un incremento delle scorte. I prelievi alle scorte dovrebbero offrire protezione al mercato nel breve termine.

Le basse temperature domineranno in gran parte delle principali aree di domanda fino a lunedì, ma da lì in poi dovrebbero gradualmente salire superando la media in diverse aree. La domanda di gas dovrebbe quindi scendere da alta/molto alta di lunedì a moderata nel corso della prossima settimana.

Per quanto riguarda i grafici, il mercato si muove all’interno di una potenziale zona di supporto fra 3,296 $ e 3,170 $. La reazione dei trader a quest’area dovrebbe determinare la direzione del mercato nel breve termine.