Pubblicita'
Pubblicita'

Outlook 2023: prospettive per gli investimenti azionari e bond?

Da:
Fabio Carbone
Aggiornato: Dec 16, 2022, 13:27 GMT+00:00

Outlook 2023, ovvero, quali prospettive per gli investimenti azionari e obbligazionari per il prossimo anno? Leggi cosa tenere in considerazione.

Outlook 2023

La Grande Moderazione degli ultimi 40 anni, con inflazione assente o stabile, è finita scrive BlackRock nel suo Global Outlook 2023. Davanti a noi si staglia un nuovo orizzonte tutto da scoprire. Per chi è alla ricerca di un Outlook 2023 e di nuove prospettive di investimento nei mercati azionari e obbligazionari, se cerca informazioni seriamente e non metodi per fare soldi “maledetti e subito”, allora potrà trovare qualche utile indicazione proseguendo la lettura. Eviterà così di bruciarsi dietro i miraggi e le illusioni.

Secondo BlackRock è necessario un nuovo approccio agli investimenti in azioni, consapevoli che nel prossimo futuro i “bull run” a cui abbiamo assistito o di cui abbiamo beneficiato negli ultimi anni non ci saranno (questa la loro previsione).

Potrebbe interessarti: Attenzione all’inflazione i mercati azionari presto potrebbero essere testati (31 maggio 2021).

Outlook 2023: Banche centrali, recessione, titoli azionari

Le Banche centrali dalla seconda metà del 2021 hanno radicalmente modificato il percorso della politica monetaria drenando liquidità (quantitative tightening) e innalzando i tassi di interesse per frenare le economie.

Secondo BlackRock la scelta delle banche centrali sta arrecando un danno all’economia globale portandola deliberatamente in recessione per raffreddare l’inflazione e lo stanno facendo in un contesto di alto indebitamento da parte delle imprese e degli Stati.

Quando si fermeranno le banche centrali? Quando saranno sicure di aver frenato adeguatamente l’inflazione. Tuttavia, BlackRock fa notare che l’inflazione resterà comunque sopra il 2% target delle banche centrali (ed è la prospettiva al 2025 anche della Fed: leggere comunicato riunione FOMC 13-14 dicembre 2022).

Cosa dovrebbe fare l’investitore in questa situazione? Nel Global Outlook 2023, il fondo d’investimento scrive che questo è il momento di determinare quale sarà il danno al prezzo delle azioni.

Questa analisi viene considerata come “Tema di investimento per il 2023”, da BlackRock.

Cosa significa? Espressamente che per tutta la prima metà del 2023 bisognerebbe essere cauti nell’acquistare azioni. Le attuali valutazioni del mercato azionario “non riflettono ancora i danni futuri”.

In definitiva, potremmo non avere visto ancora tutto. I mercati azionari potrebbero ulteriormente perdere valore.

E al termine? Quando si verificherà questa inversione della tendenza da ribassista a rialzista, cosa attendersi? Non ci sarà un mercato fortemente rialzista, né per le azioni né per le obbligazioni, scrive il fondo di investimento americano.

Potrebbe interessarti: L’inflazione è destinata a salire, ecco i titoli con cui difendersi (12 maggio 2021).

Outlook 2023: Ripensare le obbligazioni

Il secondo tema di investimento di BlackRock si chiama “Ripensare le obbligazioni”. Nella strategia sulle obbligazioni del fondo americano i titoli di Stato a lungo termine non ci sono, mentre ci sono quelli a breve termine.

La loro visione vede i titoli di Stato di lungo termine non assolvere al ruolo tradizionale di diversificatori nel portafoglio degli investitori, a causa della persistente inflazione che ci accompagnerà a lungo.

Chi vuol investire in obbligazioni, secondo il fondo americano non ha bisogno di mettere in portafoglio obbligazioni troppo rischiose perché i rendimenti elevati dei titoli di Stato a breve termine bastano a ricompensarli. Anche i titoli ipotecari rientrano nella strategia di BlackRock.

Inoltre, nell’Outlook 2023 viene privilegiato “il credito di qualità elevata poiché” viene ritenuto “in grado di compensare i rischi di recessione”.

Potrebbe interessarti: Powell, la Fed e l’incognita inflazione che potrebbe mettere in fibrillazione i mercati (3 maggio 2021).

Convivere con l’inflazione: Outlook 2023 e oltre

Il terzo tema di investimento di BlackRock è “Convivere con l’inflazione”. Cosa manterrà l’inflazione elevata a livelli superiori a quelli pre-pandemia secondo BlackRock?

  • Invecchiamento della forza lavoro (in particolare nelle nazioni più industrializzate).
  • Frammentazione geopolitica (guerra in Ucraina, guerra commerciale USA-Cina, ecc.).
  • Transizione energetica per un mondo low-carbon.

Se la popolazione invecchia e non arrivano i “rimpiazzi” perché le “culle sono vuote”, chi alimenterà i nuovi trend dei prodotti al dettaglio? Scarse vendite non fanno crescere il valore dei titoli azionari.

La guerra in Ucraina, voluta da Vladimir Putin e dagli uomini del regime autarchico e revanscista, lo scorso 24 febbraio 2022 ha sconvolto per sempre la vita a milioni di persone e segnato (temiamo dal nostro punto di vista) una regressione storica difficile da sanare per lungo tempo. La Cina cerca la leadership mondiale a danno degli Stati Uniti e questa tensione geopolitica sarà presente per lungo, lungo tempo. Xi Jinping non vuole solo Taiwan, vuole scalzare il dollaro come principale moneta di scambio per sostituirla con il renminbi (CNY).

La necessaria transizione energetica (se non vogliamo “abituarci” anche alle alluvioni, Medicane e siccità) è costosa. Costerà in termini economici per via del radicale cambio dei processi produttivi (passaggio a una economia più circolare), costerà perché non tutti i paesi hanno le competenze per realizzare la transizione e dunque molte persone perderanno il lavoro senza riuscire a trovarne un altro in un sistema profondamente mutato.

La nuova normalità, i talenti dell’High tech migrano

Il report European Predictions 2023 di Forrester, ci mostra gli aspetti pratici del cambiamento in atto.

Si parte dalla forza lavoro. Il lavoro da casa, che i quotidiani erroneamente definiscono smart working (non sono la stessa cosa!), entrerà sempre più a far parte della vita delle aziende.

17 nazioni europee hanno già implementato il diritto al lavoro da casa, scrive Forrester. In Germania, poi, si sperimenta la settimana corta da 4 giorni. Anche in Italia si sperimenterà la settimana corta e il lavoro da casa nel 2023. Lo faranno Tim, Generali e Intesa Sanpaolo, scrive il Corriere della Sera. In questo caso le aziende lo fanno anche per ridurre i costi energetici.

Per quanto riguarda i tagli alla forza lavoro da parte dei Big Tech e startup, Forrester fa notare che anche in Europa si farà sentire la scure. Gorillas, Memmo e Nuri tagliano la forza lavoro tra il 10% e il 40%, ed anche Klarna ha tagliato posti di lavoro. Secondo Forrester questi talenti cercheranno lavoro nelle industrie più tradizionali, che per lungo tempo hanno snobbato, perché ora sono viste come più stabili. Tuttavia, si fa notare che quando il ciclo cambierà di nuovo e le società tecnologiche torneranno di nuovo appetibili, le figure più altamente qualificate potrebbero riorientarsi ancora una volta.

Outlook 2023: i consumatori green

Secondo i dati di Forrester raccolti nel 2022, il 58% dei consumatori europei intervistati sono molto attenti ai consumi energetici in casa, mentre il 24% rientra nella categoria degli “active green”, cioè consumatori che attivamente cercano prodotti rispettosi dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori e delle comunità.

Ciò si tradurrà in un costante riorientamento delle masse verso prodotti non solo fabbricati a ridotto impatto o a “zero-emission”, ma anche confezionati con materiali riciclabili e nel rispetto dei dirriti.

Cosa significa tutto questo per l’investitore?

Lavoro da casa, settimana corta, consumatori consapevoli di ciò che comprano… Perché tutto ciò dovrebbe interessare un investitore? Perché dice all’azionista come sta evolvendo la società (intendendo i gruppi sociali, le popolazioni) e come le aziende quotate in Borsa stanno reagendo al cambiamento o dovrebbero farlo.

Le aziende ferme alla produzione di beni inquinanti, quelle il cui rating ESG resterà fermo tra la C e la D, sono destinate a essere scartate dai grandi investitori e dovrebbe farlo anche il piccolo investitore. E questo non per punire l’impresa quotata, ma per evitare di avere in portafoglio un titolo perdente.

Proprio in conclusione. La cura delle banche centrali contro l’inflazione galoppante è una “chemioterapia”: per aggredire il male distrugge molto altro. Ma non può durare a lungo, i banchieri dovranno fermarsi se non vorranno causare il tracollo delle economie. Lo fa notare anche BlackRock nel suo Outlook 2023.

Sull'Autore

Writer freelance dal 2013 ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Nel 2016 ha scoperto la crypto economy e da allora scrive di blockchain e criptovalute, per approfondire un movimento che non è fatto solo di esperti matematici e crittografi, ma di gente che genera una nuova economia dal basso.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'