FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, Seguila Guida
Mondo
100,350,064Confermati
2,151,552morti
72,403,284Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Criptovalute Evoluzione

Ci sono state molte speculazioni sul fatto se le criptovalute siano una bolla pronta a scoppiare, o qualcosa di più concreto in grado di resistere alla prova del tempo. Secondo il CEO di qualsiasi banca americana, il sentimento varia considerevolmente, e questo continua a lasciare un velo di incertezza sul mondo delle criptovalute.

La volatilità si è certamente ripresa negli ultimi tempi, in gran parte attribuita a un cambiamento nell’attenzione della banca centrale sulle criptovalute, con la decisione della Cina di vietare le ICO e la chiusura degli exchange di Bitcoin, considerati da alcuni come l’inizio della fine del mercato decentralizzato e non regolamentato per come oggi lo conosciamo.

Mentre la Cina ha sollevato domande sul futuro delle criptovalute nel più grande settore del mondo del mining e delle ICO, sembra esserci stato un cambio significativo nel sentimento delle criptovalute, con i Paesi che hanno incominciato o stanno valutando le possibilità di lanciare criptovalute nazionali. Una tale mossa suggerisce che ci sarà probabilmente spazio in futuro per le criptovalute e pertanto i possessori di criptovalute devono ora chiedersi dove si avranno maggiori risultati.

È interessante notare che, nel 2015, quando l’Ecuador divenne il primo Paese a lanciare una moneta elettronica, il governo aveva bandito Bitcoin e si stava battendo per lo sviluppo dei sistemi di monete elettroniche prima ancora del passaggio alle monete elettroniche. Forse il governo cinese e la PBoC hanno una linea di pensiero analoga mentre il controllo del governo sui flussi di capitali in uscita è solo un altro motivo per il quale il governo è probabile che fornisca un’alternativa ad una criptovaluta cinese basata sullo yuan rispetto ai Bitcoin.

Inizia a Scambiare Bitcoin Oggi

Siamo ancora agli inizi, e mentre ci sono diversi Paesi che hanno già lanciato le proprie criptovalute, ce ne sono altri che cercano di fare lo stesso. I governi cercano di combattere la decentralizzazione di Bitcoin e riprendere il controllo con una versione centralizzata rispetto alla sempre più crescente popolarità delle criptovalute decentralizzate.

Finora, ecco i Paesi che hanno lanciato la propria Criptovaluta

Ad oggi, i Paesi che hanno emesso le proprie criptovalute includono Ecuador, Cina, Senegal, Singapore, Tunisia, anche se questi Paesi non rimarranno i soli a lungo mentre Estonia, Giappone, Palestina, Russia e Svezia hanno in programma di lanciare le proprie criptovalute nazionali. È probabile che alcuni di questi Paesi facciano un ulteriore passo avanti e sostituiscano la carta moneta, con la Cina che sta cercando di fare un ulteriore passo avanti oltre la versione virtuale e cartacea.

Tra i Paesi che intendono introdurre le proprie criptovalute, le più grandi economie del mondo potrebbero forzare la mano alle nazioni più piccole e ci potremmo pertanto aspettare uno sviluppo maggiore nei prossimi anni. Le banche centrali stanno ora esaminando più attentamente i successi e i limiti riscontrati da coloro che stanno già provando a introdurre criptovalute nazionali, sebbene solo all’inizio di settembre il presidente della BCE Draghi abbia dichiarato in una conferenza stampa che nessuno stato membro dell’Eurozona può introdurre la propria moneta digitale, essendo l’Euro la valuta dell’Eurozona.

Pubblicita'

In che modo il lancio della propria criptovaluta da parte dei Paesi può influenzare Bitcoin ed Ethereum?

Mentre i Paesi continuano a valutare e lanciare le proprie criptovalute, è nata qualche preoccupazione sulle possibili conseguenze riguardo la creazione delle criptovalute nazionali su Bitcoin ed Ethereum.

Allo stato attuale, sia Bitcoin che Ethereum sono riusciti a resistere al sell-off del mese scorso, dopo le azioni della Cina contro i Bitcoin e le Ico, e con la creazione di criptovalute nazionali che non hanno ancora smosso l’interesse del mercato per le criptovalute decentralizzate. Bitcoin ha sorpreso di nuovo tutti quando i prezzi hanno rotto il livello psicologico dei 5000$ e raggiunto un nuovo massimo record storico sui 5800$.

Probabilmente il mercato e le criptovalute decentralizzate come Bitcoin affronteranno la decisione delle banche centrali di vietare gli exchange esistenti di criptovalute, come ha fatto la Cina, costringendo i possessori di Bitcoin ad abbandonare Bitcoin e passare alle valute virtuali nazionali.

Inizia a Scambiare Bitcoin Oggi

Il passaggio ad una criptovaluta centralizzata non sarà probabilmente ben accolto dalla comunità delle criptovalute, anche se pochi discuteranno a favore della necessità di una supervisione normativa che forse sarebbe più appropriato che partisse da un organismo di regolamentazione indipendente da governi e da banche centrali mentre la carta moneta rimane in circolazione.

Per ora Bitcoin ed Ethereum sono probabilmente sicuri e con diversi Paesi che hanno già riconosciuto Bitcoin come moneta in corso legale, incluso il Giappone, ci vorrà del tempo prima di vedere un’inversione di tendenza e di vedere i cittadini delle nazioni più lungimiranti rinunciare al fascino di Bitcoin a favore di una criptovaluta nazionale. Dopotutto, Bitcoin non è solo una moneta virtuale, ma anche un investimento che ha fatto guadagnare molti. È improbabile che le criptovalute nazionali diano agli acquirenti un’opportunità simile in quanto la natura della centralizzazione è simile a quella della carta moneta, dove è probabile che il valore venga controllato dalle rispettive banche centrali.

Non solo i Paesi si Avvicinano alle Criptovalute: Cosa è la Criptovaluta Numeraire?

Con le criptovalute che hanno conquistato i mercati e con i mercati azionari ai massimi storici o quasi, gli esperti gestori di fondi di investimento sono stati alla ricerca di una nuova alternativa, con molti che cercano rendimenti simili a quelli di cui godevano i primi possessori di Bitcoin.

Uno dei principali vantaggi delle criptovalute che, diversamente da quanto accade per i rendimenti, si tende a non considerare, è il fatto che le criptovalute possono essere utilizzate per incentivare gli investitori, anche grazie alla programmabilità delle criptovalute che rende possibile incorporare regole che possono influenzare il possessore di una particolare criptovaluta.

Nel 2016, Numerai è stato lanciato come un “nuovo tipo di hedge fund costituito da una rete di data scientist”. Tradizionalmente, tali fondi effettuano scambi sulla base di decisioni umane e ricerche, mentre Numerai consente a programmatori anonimi di scrivere algoritmi di trading open source basati sui dati forniti da Numerai.

I programmatori / data scientist vengono quindi pagati in Bitcoin a seconda di quanto bene performano i loro rispettivi algoritmi sul mercato.

Nel tentativo di fare un altro balzo in avanti, Numerai ha lanciato la sua criptovaluta chiamata Numeraire. Numerai ha inizialmente distribuito un milione di token Numeraire a 12.000 scienziati, che sono quindi in grado di scommettere i loro token su quanto bene i loro rispettivi algoritmi performeranno. La distribuzione dei token si basava sulle prestazioni passate degli algoritmi dei data scientist. Come in passato, se un algoritmo performerà bene, il data scientist verrà pagato in Bitcoin, ma riceverà anche la sua puntata effettuata in Numeraire, dopo che i programmatori hanno inviato le loro puntate in token Numeraire allo smart contract di Numerai sulla blockchain di Ethereum. Se l’algoritmo non funziona bene, il data scientist non riceverà alcun pagamento e perderà anche la sua puntata in Numeraire, e i token Numeraire persi verranno definitivamente distrutti.

Il lancio di Numerai e l’eventuale creazione di token Numerai è certamente una cosa che non è mai stata vista prima d’ora, con i data scientist non solo incentivati ​​nel creare algoritmi migliori ma anche a introdurre nuovi programmatori per migliorare le prestazioni del Fondo. Migliore è la performance di Numerai, maggiore è il valore dei Numeraire e maggiore è il profitto da dividere tra i programmatori in possesso di token Numeraire.

Si dice che sia il primo hedge fund a sfruttare gli effetti della rete e della teoria che il valore si ottiene rafforzando tali effetti, ma non è ancora chiaro il futuro di Numerai e dei data scientist che possiedono token Numeraire. L’hedge fund cerca di abbattere la natura competitiva della finanza incentivando la collaborazione per il guadagno.

Se qualcuno ottiene qualcosa, gli altri cercheranno di raggiungere lo stesso risultato

Fare di tutto pur di mostrare di avere successo è normale, e ci aspettiamo che i governi e le banche centrali salgano sul treno delle criptovalute nell’interesse di tenere il passo con l’ultimo fenomeno, che non è poi così tanto nuovo se consideriamo che Bitcoin è stato lanciato nel 2009.

Il fatto stesso che molti Paesi abbiano già riconosciuto Bitcoin come moneta in corso legale suggerisce che la fase 2 è all’orizzonte per molti, il che probabilmente comporterà un cambiamento riguardo al riconoscimento dei Bitcoin nell’interesse di emettere con successo le proprie criptovalute.

L’ICO di J-Coin sembra avere tutte le carte in regola, con un consorzio di banche giapponesi che si appresta a lanciare una moneta digitale nazionale per allontanare i cittadini dalla carta moneta, visto che l’ICO di J-Coin dovrebbe svolgersi prima delle Olimpiadi di Tokyo del 2020. Per ora, la Banca del Giappone e i regolatori finanziari stanno sostenendo il progetto.

Un mondo senza contanti è dietro l’angolo e le criptovalute sono il sostituto perfetto, con HSBC, Barclays, UBS e Santander che attualmente stanno sviluppando una Moneta Unica Universale nel tentativo di rendere più efficiente il commercio. Come risponderanno le banche centrali riguardo tale moneta è da vedere, ma per coloro che sono interessati a mantenere la decentralizzazione delle criptovalute, le valute digitali nazionali vanno decisamente controcorrente e potremmo raggiungere l’utopia di un’unica moneta digitale globale decentralizzata.

Un mondo senza la FED e il dollaro o senza la BCE e l’euro? Alcuni potrebbero dire “sai quello che lasci, non sai quello che trovi”.


Articoli Suggeriti


Il Metodo Migliore e Più Sicuro di Comprare e Vendere Bitcoin

Per coloro che stanno cercando di sfruttare le fluttuazioni dei prezzi di Bitcoin e di altre criptovalute, alcuni broker forniscono ai trader l’accesso istantaneo al trading di Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e altre criptovalute. Il metodo è semplice e veloce tramite una piattaforma di trading pratica e avanzata (desktop e mobile), spread bassi ed esecuzione istantanea. Clicca qui per maggiori informazioni.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI