Trump innesca una mossa bilaterale volatile mentre l’indicatore della paura raggiunge un massimo di quattro mesi

Dopo mesi di commercio silenzioso, un indicatore dell’ansia degli investitori, è salito per la quarta sessione consecutiva ed è al suo massimo livello in più di quattro mesi. Il CBOE Volatility Index, una misura della volatilità implicita a 30 giorni dello S&P 500 noto come “VIX” o “timore”, giovedì, ha toccato un nuovo massimo di 23,38, il massimo dal 4 gennaio.
James Hyerczyk

Giovedì, la volatilità è stata il tema dato che i principali indici azionari di Wall Street hanno postato mosse per lo più in ribasso, ma bilaterali, prima di stabilizzarsi per la sessione. La pressione di vendita è iniziata in realtà durante sessione pre-mercato di mercoledì, dopo che il presidente Trump ha dichiarato che la Cina “ha rotto l’accordo” nei colloqui commerciali in corso tra Cina e Stati Uniti. Le azioni sono rimbalzate a metà sessione dopo essersi mosse in ribasso di oltre l’1%, ma hanno recuperato gran parte di quelle perdite dopo che Trump ha dichiarato che potrebbe ancora esserci un accordo commerciale.

Nel mercato finanziario, l’indice di riferimento S&P 500 si è attestato a 2870,72, in ribasso di 8,70 o -0,31%. Il chip blue Dow Jones Industrial Average ha chiuso a 25828,36, in ribasso del 138,97 o -0,54% e il NASDAQ Composite basato sulla tecnologia ha chiuso a 7910,59, in ribasso del 39,73 o -0,44%.

Trump guida il mercato in ribasso

Mercoledì sera, durante un rally, Trump ha innescato una svendita dopo aver attribuito la recente minaccia di aumento dei dazi alla mancanza di impegno da parte di Pechino nelle negoziazioni.

“A proposito, vedi che stiamo facendo con i dazi? Perché hanno rotto l’accordo. Hanno rotto l’accordo “, ha detto Trump. “Così sta in volo, il vicepremier (giovedì) sta arrivando – bravo ragazzo – ma hanno rotto l’accordo. Non possono farlo, quindi pagheranno “.

Trump guida il mercato in rialzo

Le azioni sono rimbalzate da forti perdite intraday giovedì dopo che Trump ha usato un tono più ottimistico quando gli è stato chiesto se avrebbe parlato con il presidente cinese Xi Jinping.

“Beh, mi ha appena scritto una bella lettera, l’ho appena ricevuta e probabilmente parlerò con lui per telefono”, ha detto Trump.

Trump ha continuato dicendo che la lettera di Xi esprimeva il desiderio di raggiungere un accordo. “Lavoriamo insieme, facciamo qualcosa”, ha detto Trump, descrivendo la lettera.

I commenti di Trump hanno innescato un forte rally intraday di copertura corta in cui i cacciatori di occasioni hanno acquistato delle azioni a buon mercato sulle notizie. Prima delle osservazioni di Trump, giovedì pomeriggio, il Dow Jones Industrial Average era in ribasso di oltre 400 punti.

Il presidente ha anche detto che potrebbe essere possibile per la Cina e gli Stati Uniti trovare un accordo questa settimana. “È possibile farlo, sono tutti qui. Il vicepresidente uno degli uomini più rispettati è uno dei più alti funzionari cinesi”.

La volatilità accresciuta è il tema di questa settimana

Dopo mesi di commercio silenzioso, un indicatore dell’ansia degli investitori, è salito per la quarta sessione consecutiva ed è al suo massimo livello in più di quattro mesi. Il

Il CBOE Volatility Index, una misura della volatilità implicita a 30 giorni dello S&P 500 noto come “VIX” o “timore”, giovedì, ha toccato un nuovo massimo di 23,38, il massimo dal 4 gennaio.

Dopo un mercato azionario per lo più calmo, i primi cinque mesi dell’anno, l’attività nel mercato delle opzioni è aumentata questa settimana poiché gli investitori sono stati spaventati dall’escalation delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker