I trader ribassisti del dollaro ritornano dopo la pausa di venerdì

Bob Mason

Quella di oggi si profila come una giornata piuttosto tranquilla sul calendario macroeconomico; i dati in uscita dell’euro zona in mattinata si limitano a quelli sulla produzione industriale per il mese di giugno in Germania e ai dati sui prezzi delle case per il mese di luglio dal Regno Unito.

La mancanza di dati non ha impedito ai mercati di reagire al rapporto sulle buste paga di venerdì, ma il dollaro non è riuscito a guadagnare ulteriormente terreno nel corso della sessione asiatica. Nonostante i dati superiori alle aspettative, l’indice del dollaro spot ha raggiunto quota 93,319 per poi recuperare leggermente in vista dell’apertura della sessione europea; l’indice era in ribasso dello 0,11% a 93,436 all’uscita del rapporto.

Se ci sono trader rialzisti del dollaro in attesa di un’opportunità per entrare, difficilmente saranno utili i discorsi attesi in giornata da parte del membro non votante del FOMC Bullard e del membro votante Kashkari, tanto più che quest’ultimo, da quando lo scorso anno è divenuto membro votante, si è distinto come il più accomodante fra le colombe.

Per i trader rialzisti del dollaro la situazione sarà rovente fino alla pubblicazione dei dati sulla produzione nel secondo trimestre attesi per mercoledì e di quelli sull’inflazione nel mese di luglio attesi venerdì; ogni speranza in un rimbalzo del dollaro fa perno su un atteggiamento più aperto a una stretta monetaria da parte della Federal Reserve, mentre la crescita dei salari negli Usa continua a rappresentare un problema per la banca centrale e i mercati.

Dall’altra parte dell’oceano, i dati sul settore immobiliare di oggi probabilmente non peseranno eccessivamente sulla sterlina; i mercati infatti sono in attesa dei dati importanti di questa settimana, inclusi quelli sul bilancio commerciale per il mese di giugno e sul settore manifatturiero e sulla produzione industriale. Le previsioni parlano di un calo del deficit nel mese di giugno, e per quanto riguarda la produzione, di una ripresa dopo un maggio deludente, anche se guardando indietro ai dati sul PMI del settore privato britannico per il mese di maggio e giugno, nulla fa pensare a una ripresa della produzione, per non parlare della crescente domanda di esportazioni dopo il picco di aprile.

Con la Banca di Inghilterra che sembra orientata a rimanere in attesa per tutto il resto dell’anno e per gran parte del prossimo anno, eventuali riferimenti a un aumento dei tassi saranno sicuramente tenuti in considerazione e la sterlina, se i dati di questa settimana dovessero deludere, sperimenterà certamente un calo significativo e le speranze che l’economia britannica riesca a rimanere a galla probabilmente si risolverebbero .

La buona notizia è che gli indicatori economici in uscita dell’euro zona continuano a sostenere previsioni positive per la crescita e l’Euro probabilmente continuerà ad essere fra le preferenze del mercato nel corso del terzo trimestre, qualcosa che la BCE e Draghi in particolare potranno sottolineare; la BCE potrebbe cercare di aggiustare il programma di acquisto titoli o quantomeno minacciare un un intervento prima della fine dell’anno.

I dati sulla produzione industriale di questa mattina in uscita dalla Germania hanno deluso le aspettative, portando un calo dell’euro dai massimi intraday; i dati di domani sulla bilancia commerciale sono previsti in aumento nel mese di giugno, a suggerire che nonostante i dati deludenti di oggi probabilmente l’euro continuerà ad avere il vento a favore nel resto della settimana.

Sul fronte geopolitico, lo Studio Ovale dovrebbe rimanere piuttosto tranquillo; il presidente degli Stati Uniti infatti lascerà alla Casa Bianca per la tanto discussa vacanza di 17 giorni. Rimane però Twitter, e ora che sono in corso le indagini sull’amministrazione USA tutto sembra possibile potrebbero aggiungere altri chiodi a sigillare quella che appare essere la bara del dollaro.

Al momento dell’uscita del rapporto, l’euro era in rialzo dello 0,09% a $ 1,1783, con la sterlina su di 0,08% a $ 1,050,; con le dichiarazioni del membro del FOMC si prevede una ripresa del dollaro dopo le perdite di ieri, movimento favorito dai dati positivi di venerdì.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI