Le vendite al dettaglio in Gran Bretagna guidano la sterlina, con l’USD nelle mani del Senato

Il dollaro Kiwi ha ottenuto un altro successo dopo dicembre. La crescita della produzione manifatturiera è rallentata al livello più basso da dicembre 2012, con le vendite al dettaglio in Gran Bretagna che guidano la sterlina. Per il dollaro, è tutto nelle mani del Senato con un blocco delle attività governative probabilmente alle porte.
Bob Mason

Questa mattina:

I dati economici rilasciati questa mattina dalla sessione asiatica sono stati limitati al Business PMI di dicembre della Nuova Zelanda, che è passato da 57,7 a 51,2, portando il dollaro Kiwi da 0,73061 a 0,72899 dollari al rilascio dei dati, prima di recuperare a 0,7298 dollari al momento della stesura.

Il PMI di dicembre è stato il più basso da dicembre 2012, mentre il settore manifatturiero è in espansione da ottobre 2012. Anche i dati del sotto indice sono stati deludenti, con tutti i sotto indici in ribasso nel mese di dicembre.

I nuovi ordini sono diminuiti da 57,3 a 50,2, l’indice occupazionale è sceso da 54,1 a 51,3 con una produzione in ribasso da 61,7 a 53,3.

Mentre i dati più deboli sono stati attribuiti al risultato elettorale della Nuova Zelanda e al ritardo nella formazione del governo, il livello più basso dei nuovi ordini probabilmente frenerà i dati di gennaio, sebbene qualsiasi segnale di ripresa della domanda e dell’occupazione nel mese di gennaio e probabilmente il mercato si troverà a proprio agio con un altro dato PMI generale debole.

Nelle altre major asiatiche, è stato un inizio positivo della giornata, con il dollaro australiano in rialzo dello 0,16% a 0,8014$ e lo yen in rialzo dello 0,19% a 110,90¥ rispetto al dollaro, con le preoccupazioni di un possibile blocco delle attività governative statunitensi domenica. Il dollaro si tira indietro dai guadagni di metà settimana.

Nei mercati azionari, l’ASX200 ha continuato a frenare la tendenza, chiudendo il giorno in ribasso dello 0,15%, mentre il Nikkei ha guadagnato lo 0,13%, con CSI300 e Hang Seng in rialzo rispettivamente dello 0,65% e dello 0,23% al momento della scrittura, con un aumento dei rendimenti che producono pochi danni alla propensione al rischio durante la sessione

Per il resto della sessione:

I dati economici dell’Eurozona sono limitati ai dati sull’inflazione della Germania a dicembre, che si prevede siano positivi per l’euro, anche se è improbabile che le statistiche abbiano un impatto rilevante sull’EUR durante il giorno, con i mercati probabilmente più concentrati sugli sforzi della Merkel per far passare un accordo per formare la grande coalizione.

Con l’EUR al livello dei 1,22 $ e la decisione sulla politica monetaria di gennaio e la conferenza stampa della BCE proprio dietro l’angolo, alcune domande potrebbero essere sollevate ai livelli attuali, che potrebbero vedere l’EUR iniziare a muoversi in rialzo verso 1,20$, anche se il Senato dovrà evitare un blocco delle attività governative questo fine settimana.

Al momento della redazione, l’EUR era in rialzo dello 0,17% a 1,2259$, con l’appetito per il rischio di mercato e la politica che probabilmente saranno i fattori chiave per tutto il giorno.

Oggi è un grande giorno per la sterlina, con i dati sulle vendite al dettaglio di dicembre in Gran Bretagna in programma per questa mattina. La sterlina non è stata influenzata dal punto di vista dei dati, lasciando un sentimento positivo nei confronti della Brexit per riportare la sterlina al livello dei 1,39$, il massimo dal referendum dell’UE.

La cattiva notizia per la sterlina è che i dati dovrebbero essere negativi per la sterlina, con le stime del PIL del quarto trimestre la prossima settimana, i dati dovranno essere ottimisti per sostenere i livelli attuali.

Tuttavia, qualsiasi calo dei dati sarà probabilmente a breve termine, con Brexit e il continuo superamento dell’inflazione rispetto all’obiettivo del 2% della BoE, le considerazioni chiave per la Sterlina.

Al momento della redazione di questo articolo, la sterlina è aumentata dello 0,08% a 1,3905$, con la Camera dei Lord che ha votato il disegno di legge sull’uscita dall’UE, le chiacchiere sulla Brexit e le statistiche di oggi sono i fattori chiave per tutto il giorno.

Oltreoceano, le statistiche chiave degli Stati Uniti sono limitate ai dati preliminari sul sentimento dei consumatori di gennaio. Le previsioni sono per il Michigan Consumer Sentiment Index per recuperare dai dati più deboli di dicembre, con la legge sulla riforma fiscale e il continuo irrigidimento delle condizioni del mercato del lavoro che forniscono supporto.

Per quanto riguarda il dollaro, l’attenzione del mercato sarà comunque al Senato, con i segnali di un blocco delle attività governative che probabilmente peseranno fortemente sul dollaro prima della chiusura. Al momento della redazione, l’Indice Dollar Spot era in ribasso dello 0,13% a 90,37.

Per la Loonie, i dati economici includono i dati di vendita manifatturieri di novembre, che dovrebbero essere positivi per il Loonie, anche se ci sarà qualche cautela in vista dei colloqui NAFTA della prossima settimana, con il rialzo dei tassi della BoC ancora da tenere in considerazione.

Al momento della stesura, il Dollaro USA era in rialzo dello 0,01% a 1,2419$ rispetto al Dollaro canadese, con sentimento verso il NAFTA e se gli Stati Uniti, in effetti, si rivelerebbero il fattore chiave in vista dei colloqui.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI