In Asia, le notizie sulla Brexit sono positive, i dati economici della Cina deludono

Gli investitori hanno acquistato azioni in modo aggressivo durante l’apertura dopo che i legislatori del Regno Unito hanno respinto l’idea di lasciare l’UE senza un accordo in atto in qualsiasi circostanza. La debolezza dell’indice cinese di Shanghai indica che i trader sono stati delusi dalla notizia che la crescita della produzione industriale cinese è scesa al minimo di 17 anni nei primi due mesi dell’anno, evidenziando un’ulteriore debolezza nella seconda economia mondiale.
James Hyerczyk

I principali indici azionari dell’Asia e del Pacifico sono negoziati per lo più in rialzo dopo la solida performance di Wall Street sulla notizia che i legislatori britannici hanno respinto l’idea di lasciare l’Unione Europea senza un accordo sulla Brexit. Il principale indice della Cina è l’unico perdente dopo il rilascio di dati economici nazionali misti.

Alle 02:53 GMT, l’indice Nikkei 225 in Giappone era negoziato a 21431,28, in rialzo di 141,04 o + 0,66%. L’indice Hang Seng di Hong Kong è pari a 28862,87, in rialzo del 55,42 o dello 0,19% e l’indice KOSPI della Corea del Sud era negoziato a 2149,55, in rialzo di 1,14 o + 0,05%.

L’S&P / ASX 200 australiano ha chiuso a 6162,50, in rialzo di 1,40 o + 0,02%, ma l’indice cinese di Shanghai era in ribasso a 2989,87 o -37,08 o -1,22%.

Reazione alla decisione sulla Brexit decisiva e positiva

Gli investitori hanno acquistato azioni in modo aggressivo durante l’apertura dopo che i legislatori del Regno Unito hanno respinto l’idea di lasciare l’UE senza un accordo in atto in qualsiasi circostanza. Le notizie sembravano sorprendere i trader, specialmente quelli che scommettevano sul risultato peggiore con posizioni corte. Inizialmente, il governo del Primo Ministro Theresa May aveva chiesto al Parlamento di votare per escludere una Brexit senza accordo data la scadenza ufficiale del 29 marzo.

May potrebbe diventare la vittima quando l’euforia si calmerà. Rifiutando l’idea di lasciare l’Unione Europea senza un accordo sulla Brexit, i legislatori britannici potrebbero aver inviato un messaggio forte sul fatto che i giorni della May come Primo Ministro sono limitati. Potendo minare gravemente l’autorità di May, potrebbe essere costretta a dimettersi o alla fine essere estromessa dall’incarico.

Il prossimo passo per i legislatori sarà quello di chiedere una proroga dell’articolo 50, che supervisiona il processo di uscita dall’UE, e quindi estende la data di uscita oltre la scadenza del 29 marzo. I membri voteranno su questo tema giovedì sera. Dopo aver ascoltato le argomentazioni dei politici britannici sul motivo per cui stanno chiedendo un posticipo, i funzionari dell’Unione europea potrebbero accettare o respingere questa proposta. Questa decisione dovrebbe essere un’altra fonte di maggiore volatilità per gli investitori.

Deludenti dati economici della Cina

La Cina ha riportato diversi indicatori economici chiave. Gli investimenti in beni fissi sono aumentati al 6,1%, in linea con le previsioni. Le vendite al dettaglio hanno eguagliato il mese precedente, ma sono leggermente migliorate rispetto alla previsione dell’8,1%.

In un’ottica ribassista, la produzione industriale è arrivata al 5,3%, mancando la previsione del 5,5% e risultando inferiore al precedente 5,7%. Inoltre, il tasso di disoccupazione è salito al 5,3% dal 4,9%.

La debolezza dell’indice cinese di Shanghai indica che i trader sono stati delusi dalla notizia che la crescita della produzione industriale cinese è scesa al minimo di 17 anni nei primi due mesi dell’anno, evidenziando un’ulteriore debolezza nella seconda economia mondiale.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker