FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
44,774,935Confermati
1,179,232morti
32,727,721Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Facebook Libra

Il 2020 di Facebook Libra cosa ci dirà? La moneta digitale e decentralizzata(?) di Mark Zuckerberg davvero potrebbe cambiare il modo in cui oggi gestiamo il nostro denaro? Invieremo la paghetta settimanale ai figli via WhatsApp?

Secondo un sondaggio di The Block Crypto condotto su 106 venture capital e servizi di consulenza finanziaria specializzati in criptovalute, Facebook Libra non entrerà a far parte dei nostri account social nel 2020. Lo affermano il 67,9% degli intervistati (72 su 106) e solo il 31,1% è ottimista sul lancio di Libra coin entro l’anno (34 su 106).

Pubblicita'

Chi ha ragione? Probabilmente in questo caso la maggioranza ha ragione e i motivi sono legali più che tecnologici. Il governo degli Stati Uniti d’America, nella sua compagine politica e amministrativa attuale, non è pronta ad accogliere il cambiamento.

Il presidente della Banca centrale tedesca

Il presidente della Banca centrale di Germania Jens Weidmann, ha suggerito caldamente alle banche di dotarsi di metodi di pagamento più veloci ed economici per battere sul tempo Libra coin.

Ma qui, ancora una volta, si nota una scarsa preparazione di certe cariche istituzionali nei confronti delle tecnologie digitali.

  1. Esiste da almeno due anni il bonifico veloce nell’area SEPA, a cui hanno aderito una serie di banche (schema istant payment, in Italia 28 sulla carta), che costa tra i 60 centesimi di euro ed i 2,5 euro nelle banche più care. Basterebbe convincere finalmente le banche europee a passare tutte al sistema di istant payment per velocizzare i trasferimenti di denaro. Un bonifico veloce, infatti, viene transato in 10 secondi, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. Si può fare anche di domenica e nei giorni festivi.
  2. Quello che potrebbe offrire Facebook Inc. in termini di capillarità del servizio, nessuna banca lo può offrire. Le banche dovrebbero per assurdo dotarsi di un social network o comprarne uno per competere con Zuckerberg.

Oppure, le banche potrebbero allearsi con Zuck e proporgli una stablecoin supportata dal sistema bancario internazionale. Ma le banche sono pronte al salto culturale?

Pubblicita'

I bitcoin miner intanto si arricchiscono

Nel mentre Zuckerberg battaglia con una amministrazione statunitense ferma agli albori di Internet, e in Europa alcuni banchieri finalmente si rendono conto che dal lancio della prima CPU 80386 sono passate almeno due generazioni, i bitcoin miner hanno guadagnato 4,89 miliardi di dollari USA nel solo 2019, ci fa sapere The Block Crypto.

Altri 146 milioni di euro sono derivati dalle commissioni sulle transazioni, per un totale di 5,036 miliardi di dollari USA.

E non sono neppure tanti, perché nel 2018 (l’anno nero dei prezzi delle crypto) i miner hanno guadagnato 5,26 miliardi di USD. Strano a dirsi, ma nel 2017 i guadagni per i miner furono appena di 3,19 miliardi di USD.

Bisogna però tenere conto che si tratta di stime e non di cifre esatte e che si basano sulla vendita immediata dei BTC guadagnati dai miners. Non sono quindi contabilizzate le vendite fatte sui ricavi di bitcoin scambiati in fasi successive al mining.

Il mining nel 2020

Attenzione a non farsi ingannare dai dati, perché il 2020 potrebbe essere un anno non del tutto roseo per chi vuole fare il mining. Il 12 maggio 2020 (ma era il 24 maggio fino a tre mesi fa) ci sarà un altro halving, che ridurrà il block reward da 12,5 BTC a blocco (ogni 10 minuti) a 6,25 BTC ogni blocco.

Bisognerà farsi bene in conti prima di entrare nel mining di BTC, quindi, perché entrare a cavallo dell’halving potrebbe portare a una forte delusione finanziaria e personale.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI