FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
33,211,272Confermati
1,000,587morti
24,532,384Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Alberto Ferrante
Oil and Gas Industry at outdoor at day

Nella giornata di ieri sono giunti dagli Stati Uniti i dati settimanali sulle scorte di petrolio che hanno finalmente mostrato un netto calo rispetto alle scorse rilevazioni.

Secondo i dati dell’EIA (Energy Information Administration) alla fine della scorsa settimana infatti gli stock hanno visto una riduzione complessiva di oltre 7,3 milioni di barili, ben oltre le attese che prevedeva una riduzione intorno ai 3 milioni di barili.

Per questa ragione, il prezzo del Wti si è spinto in serata intorno ai 42,15 dollari al barile e il Brent ha finalmente superato i 45 dollari al barile. La prospettiva di una possibile crescita del prezzo del Brent e del Wti è però legata a doppio filo ai dati statunitensi e soprattutto alla domanda di benzina e distillati.

In attesa di ulteriori stimoli al Brent per concretizzare il suo prezzo sopra quota 45 dollari al barile, il Wti potrebbe invece presto riuscire ad abbattere la sua resistenza fissata a quota 43,7 dollari, qualora la domanda di derivati dovesse mostrare ulteriori segni di miglioramento.

Al momento della pubblicazione di questo articolo, alle ore 8:15 di oggi, il Wti è scambiato in liee rialzo a quota 42,38 dollari, mentre il Brent si aggira intorno ai 45,5 dollari al barile.

Previsioni sul Gas Naturale

I report sulla crescita della domanda hanno giovato anche al gas naturale, che si è assestato nella serata di ieri a 2,21 dollari, ai massimi dal mese di Maggio 2020.

Gli aggiornamenti settimanali sugli stock di gas naturale statunitense arriveranno quest’oggi e in caso di dati positivi gli investitori potranno cavalcare anche le dichiarazioni della Bank of America. L’istituto ha infatti parlato di un importante “punto di svolta” per i prezzi del gas naturale, con la domanda che continua a riprendere quota in questi mesi estivi.

Al momento della pubblicazione di questo articolo, alle ore 8:15 di oggi, il gas naturale è scambiato a 2,227 dollari.

Pubblicita'

L’estasi dell’oro

L’oro sta continuando la sua corsa e stamattina si trova vicinissimo ai 2050 dollari l’oncia, ancora in rialzo. Analizzando la variazione totale negli ultimi 30 giorni, il metallo prezioso è salito di circa 230 euro, del +12,6%.

Attualmente, l’andamento è in parte collegato a quello del dollaro, ancora debole sui mercati. Nel brevissimo termine, se la moneta statunitense non dovesse invertire rotta, si attende ancora una crescita dell’oro fino al nuovo target di 2100 dollari l’oncia.

Il Calendario Economico della settimana

Nella seduta di ieri tutti i principali indici europei hanno chiuso in territorio positivo, con rialzi comunque inferiori al punto percentuale.

Elencando brevemente i principali dati economici di questa seconda metà della settimana, oggi si attendono gli ordini alle fabbriche tedesche e i dati sulla produzione industriale italiana, a cui seguiranno le aste degli OAT e BTAN francesi e dei bonos spagnoli a diversa scadenza.

Occhi puntati anche sul Regno Unito, con il report della Bank of England ed eventuali novità sul Quantitative Easing e sui tassi d’interesse.

Infine, la settimana dei mercati si chiuderà Venerdì 7 Agosto 2020 con numerosi market movers. Si inizia nella prima mattinata con la produzione industriale e il saldo della bilancia commerciale in Germania, Francia e Italia.

Per un’occhiata a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio