Pubblicita'
Pubblicita'

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Tentativi di Ripresa Ancora Inefficaci

Da:
Alberto Ferrante

Il petrolio greggio WTI e il gas naturale tentano un recupero dopo i recenti minimi weekly, ma lo scenario rialzista è ancora molto lontano.

Previsioni azioni utility petrolio

In questo articolo:

Dopo aver toccato nuiovi minimi relativi sotto i 69 dollari, il prezzo del petrolio greggio WTI è riuscito a riprendere lievemente quota sopra il target di 70 dollari, per tentare di lasciarsi alle spalle l’ultimo downtrend.

Il gas naturale, invece, sta mantenendosi abbondantemente sopra il livello di 2,5 dollari, ma ancora lontano dalle resistenze tecniche principali di 2,7 e 2,8 dollari.

Per entrambe le commodities, lo scenario resta ribassista, ma il mercato potrebbe presto essere pronto a reagire con una ripresa più solida.

Precisamente, oggi al momento della scrittura, il petrolio greggio WTI segna 70,7 dollari al barile, mentre il gas naturale passa di mano a 2,581 dollari.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio WTI

Il prezzo del petrolio greggio WTI viene scambiato in fase di recupero, sebbene ancora in territorio ampiamente ribassista.

Il target rialzista più prossimo dovrebbe trovarsi a quota 72,5/73 dollari al barile, ma il vero target rialzista coincide con l’EMA a 50 giorni a quota 78,55 dollari.

Raggiungere questi target nel brevissimo termine non sarà cosa facile, se si considera che la pressione ribassista aveva spinto fino a ieri il greggio texano sui pressi dell’area di ipervenduto.

Proseguendo nello scenario rialzista evidenziato (a orizzonte settimdanale) ritengo di poter valutare l’estensione massima a quota 73,5 dollari, prima di un consolidamento volto a ridurre la volatilità e cementificare i supporti intermedi.

Dopo una prima battuta d’arresto, se spinto da un mercato favorevole, il prezzo del petrolio WTI potrebbe aspirare a raggiungere la resistenza successiva di 75 dollari.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Diversamente dal petrolio greggio, il gas naturale non ha ancora infranto il principale supporto di 2,5 dollari, nonostante alcuni tentativi quasi riusciti nella giornata di ieri.

Proprio dal test del supporto ha preso le mosse una lieve ripresa, che anche per il gas naturale non cambia certo le carte in tavola. Un recupero sostanziale partirebbe quantomeno da un ritorno sopra il livello di 2,7 dollari e, da lì, verso il margine superiore dell’area laterale attuale, a quota 2,8 dollari circa.

Sui 3 dollari giace invece la resistenza principale, che sarà difesa da una forte pressione ribassista. In questo contesto di recupero, il gas naturale dovrà evitare nuovi e più ampi rimbalzi volti a infrangere definitivamente i 2,5 dollari.

In tal caso, il prezzo potrebbe agevolmente ritestare nuovi minimi relativi a 2,2 dollari, aggravando il contesto tecnico di breve/medio termine.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Dopo la laurea in Economia Aziendale a Catania inizia a scrivere per diverse testate, prevalentemente di cultura, tecnologia ed economia. Con stretto riferimento alla collaborazione con FX Empire, iniziata nell’Aprile del 2018, ha curato una rubrica su analisi di premarket in Europa, prima di concentrarsi su analisi tecnica di materie prime, cambi valutari e criptovalute.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'