Pubblicita'
Pubblicita'

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Gas Finalmente in Rimbalzo, + 6,05% giornaliero

Da:
Alberto Ferrante

Il prezzo del petrolio greggio WTI continua a muoversi al ribasso, mentre il gas riesce a rimbalzare e ritorna verso quota 3 dollari.

prezzo petrolio Depositphotos_5303516_s-2019

In questo articolo:

Il prezzo del petrolio greggio WTI viene scambiato ancora in calo, ma nella giornata di ieri è riuscito quantomeno a contenere i ribassi su quota 75 dollari. Il gas naturale, invece, ha continuato a esplorare i livelli intermedi sotto i 2,8 dollari, prima di scattare al rimbalzo.

Per il petrolio, i ribassi potranno  proseguire verso nuovi target intermedi, mentre il gas potrà tentare di superare la resistenza di 3 dollari già in giornata.

Intanto, oggi al momento della scrittura il petrolio greggio segna quota 74,78 dollari al barile, mentre il gas naturale si muove al rialzo sui 2,964 dollari (+6,05%).

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio WTI

In caso di ulteriori ribassi, il prezzo del petrolio greggio WTI potrebbe essere scambiato verso quota 74,5, 74,2 e poi 73,8 dollari al barile. Il target di supporto più rilevante si trova però ben oltre, precisamente a quota 72 dollari al barile.

Il ritorno a questo target (coincidente con i minimi di inizi Luglio) potrebbe aggravare la posizione di breve termine del petrolio greggio, innescando la fase conclusiva del downtrend in corso, iniziato sul livello di 82 dollari. Ribassi oltre quota 72/70 dollari al barile risultano invece inverosimili in un orizzonte tanto ristretto come quello settimanale.

Guardando invece alle possibilità di ripresa, evidenziamo che un ritorno sulla resistenza di 76,5 dollari al barile potrebbe agevolare il recupero dell’EMA a 200 giorni poco sopra la resistenza di 80 dollari.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Così come ipotizzato già per il petrolio, il gas ha già rimbalzato sul target di 2,9 dollari, giusto in tempo perché un crollo a quota 2,65/2,5 dollari avrebbe rischiato di impantanare il prezzo su nuovi minimi relativi.

La ripresa è partita dalla riconquista del target intermedio di 2,8 dollari, a cui farà seguito probabilmente un tentativo di consolidamento o un’estensione repentina verso i 3 dollari già in queste ore.

Lo scenario più spiccatamente rialzista richiede invece il superamento del target di 3,2 dollari.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Dopo la laurea in Economia Aziendale a Catania inizia a scrivere per diverse testate, prevalentemente di cultura, tecnologia ed economia. Con stretto riferimento alla collaborazione con FX Empire, iniziata nell’Aprile del 2018, ha curato una rubrica su analisi di premarket in Europa, prima di concentrarsi su analisi tecnica di materie prime, cambi valutari e criptovalute.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'