Pubblicita'
Pubblicita'

Azionario USA: Indici S&P500 e Nasdaq100 Prima del FOMC

Da:
Federico Dalla Bona
Pubblicato: Sep 20, 2023, 17:28 GMT+00:00

Gli indici USA appaiono tecnicamente vulnerabili all'avvio di prese di beneficio. Uno sguardo ai riferimenti tecnici aggiornati ad un'ora da Powell

Azionario USA: Indici S&P500 e Nasdaq100 Prima del FOMC

La riunione del FOMC (Federal Open Market Committee) in programma per oggi 20 settembre 2023 rappresenta un evento chiave nell’ambito del calendario economico mondiale. Il FOMC, l’organo della Federal Reserve responsabile della politica monetaria degli Stati Uniti, dovrebbe mantenere i tassi di interesse stabili tra il 5.25% e il 5.50%. 

Nonostante la pausa prevista, la Federal Reserve dovrebbe mantenere tuttavia una prospettiva aggressiva durante i prossimi mesi, mantenendo tassi più alti per un periodo più lungo. Queste previsioni si basano su dati macroeconomici che indicano un rallentamento delle pressioni inflazionistiche. Tuttavia, se l’inflazione dovesse scendere senza danneggiare l’economia, i tassi potrebbero tornare ad aumentare. Dopo l’annuncio dei tassi atteso per le 20.00 di stasera, il presidente della FED Jerome Powell terrà una conferenza stampa, un’occasione importante per comprendere le decisioni del FOMC e le prospettive future.

Indice S&P500 Sulla Prima Resistenza

Di seguito proponiamo un breve approfondimento agli scenari tecnici che si profilano sull’indice sp500 e sull’indice Nasdaq 100 a pochi minuti dalla conferenza di Powell a meno di un’ora dalla conferenza di Powell.

Cominciamo con l’indice S&P500, che sta vivendo una fase di ritorno della pressione ribassista già a partire dai massimi relativi raggiunti il primo settembre scorso, a 4541.25. A far capo da tale data si sono finora sviluppati due bracci di ribasso, intervallati da un ampio rimbalzo. L’attuale disposizione dei prezzi appare favorevole ad una ripresa a breve delle vendite.

Il mercato si trova infatti posizionato a contatto con la prima resistenza di breve periodo, localizzata a localizzata a 4458.00/60.00. Sia tale livello che quello di resistenza principale, posto a 4495.00, costituiscono punti di probabile ripiegamento. Il segnale già in vigore è ribassista e fornisce proiezioni a 4351.00 e 4291.00. Lo scenario descritto verrebbe immediatamente accantonato in caso di violazione della resistenza principale, mediante il semplice superamento di 4495.00 senza attendere altre conferme. A tale condizione dovremmo rivedere le prospettive per le successive 5-10 giornate.

Indice Nasdaq100 Vulnerabile alle Vendite

L’indice Nasdaq100 ha raggiunto gli ultimi massimi relativi di rilievo in assoluta sincronia con l’S&P500, il giorno 1° settembre. Anche in questo caso, si è finora sviluppata una sequenza di arretramento mediante due bracci ribassisti intervallati da un ampio rimbalzo. I valori si trovano ancora in situazione vulnerabile alle vendite, vista la presenza di nuove resistenze formatesi a 15280/290 e 15430/440.

Le resistenze costituiranno punti di probabile ripiegamento soprattutto in caso di recuperi fino a martedì 26 settembre prossimo. Le proiezioni forniscono un target a 14848.00, virtualmente raggiungibile entro due-tre giornate. Lo scenario verrebbe annullato dalla semplice violazione di quota 15440.00, senza attendere alcun’altra conferma. La rottura della resistenza imporrebbe un’immediata revisione degli scenari per le 5-10 giornate successive.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

Sull'Autore

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicita'