Lo spread Btp Italia – Bund tedeschi sale a 290 punti. Negativo il FTSE MIB

In salita verticale lo spread Btp Italia – Bund tedeschi, rispetto a ieri 14 maggio. Oggi il differenziale tra titoli italiani e tedeschi torna sui livelli di dicembre 2018.
Fabio Carbone
spread Btp Italia – Bund tedeschi

Sale la febbre al debito italiano, lo spread Btp Italia – Bund tedeschi a 10 anni sfiora i 290 punti in apertura di giornata toccando i 288,7 punti. Poi scende a 284 punti base, tuttavia siamo circa otto punti sopra la chiusura di ieri 14 maggio. Il tasso sul titolo di stato tedesco, all’opposto, è sceso a -0,094%, il minimo dal 2016.

Lo spread non è stato mai così alto dall’11 dicembre 2018 (287,89 punti), eravamo in piena crisi istituzionale tra Commissione UE e governo giallo – verde.

Ed ancora il governo giallo – verde anima la finanza dei numeri e l’economia reale, lo scontro tra M5S e Lega Nord, in puro stile da campagna elettorale (mancano due settimane alle elezioni Europee 2019), non piace agli investitori che temono non solo una crisi di governo in Italia, molto più le parole di Salvini sullo sforamento del 3%, il vincolo europeo sul deficit a cui tutti gli stati membri dovrebbero sottostare.

Il leader della Lega Nord ne ha parlato sia durante l’inaugurazione della nuova sede della Cassa depositi e prestiti di Verona, che durante la puntata di Porta a Porta di ieri sera.

Il leader del “carroccio” usa tutte le sue armi retoriche per catturare i voti degli indecisi, tattica che tutti i partiti hanno messo in campo in questi ultimi giorni di campagna elettorale pur di dragare voti.

Potrebbe interessarti: Come investire in titoli di stato Btp.

L’economia tedesca va meglio

Che l’economia tedesca sia in una condizione migliore della nostra è scontato, ma quest’oggi l’istituto di statistica tedesco ha pubblicato i dati sull’economia tedesca, che torna a crescere del +0.4% rispetto all’ultimo trimestre del 2018.

I migliori sono i settori delle costruzioni e dei consumi privati, che attraggono maggiori investimenti.

FTSE MIB in rosso a Piazza Affari

Punta verso il basso l’indice FTSE MIB a Piazza Affari, al momento della pubblicazione il titolo principale della Borsa di Milano cede lo 0,51% a 20,789,11 punti (-102,34 rispetto alla chiusura precedente).

Non bastano, quindi, le parole del presidente degli USA Donald Trump che ha fatto sapere che un accordo con la Cina è ancora possibile per scongiurare il peggio sui dazi.

Anche i principali indici europei sono in negativo: DAX 30 -0,17%; CAC 40 -0,40%; PSI 20 -0,33%; IBEX 35 -0,28%; SMI -0,15%; AEX -0,23%.

Positivo solo il FTSE 100: +0,26%.

 

Potrebbe interessarti: Gli indici europei DAX 30, CAC 40, IBEX 35.

Trimestre positivo per l’industria italiana

Non tutto è perduto, perché sono da poco usciti i dati Istat sulla crescita dell’industria italiana nel primo trimestre del 2019.

Anche a marzo i dati sul fatturato dell’industria aumentano in termini congiunturali del +0,3%.

Complessivamente l’indice è cresciuto del +0,9%, con una progressione positiva che fa ben sperare.

A crescere è la domanda proveniente dall’estero, che incrementa del +1,5% a marzo, mentre la domanda interna si contrae a marzo del -0,3%.

Gli ordinativi aumentano del +2,2% in termini congiunturali.

Ad aumentare sono i beni intermedi del +0,9% e del +0,1% i beni di consumo.

Cala del -0,3%, invece, il fatturato dei beni strumentali, così come registra una contrazione l’energia: -0,3%.

Il settore manifatturiero traina la produzione, in particolare i macchinari e le attrezzature, la produzione della gomma, plastica e minerali non metalliferi: +7,9%.

L’industria farmaceutica vende meno farmaci e cala del -10,3%.

Concludendo

In chiusura ancora uno sguardo allo spread Btp Italia – Bund tedeschi a 10 anni, che… è a 287,3 punti.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI