Dati Ocse. Pil italiano frena nel secondo trimestre. Italia in coda al G7

Dati dell’Ocse. Il Pil italiano frena nel secondo trimestre del 2019. L’Italia è in coda al G7 ed anche nell’Area euro. Bene invece il Pil pro capite.
Fabio Carbone
ocse

Che l’economia italiana fosse ferma lo sappiamo da tempo, a inizio agosto lo ha certificato anche l’Istat ma quanto pubblicato dall’Ocse aggiunge alla nostra difficoltà economica, anche la vergogna di essere gli ultimi del G7 in quanto a crescita.

I dati raccolti dall’Ocse (OECD) riguardano il periodo aprile – giugno 2019 e confermano che la crescita del Pil è pari a zero nel confronto con il primo trimestre di quest’anno e nei confronti degli stessi mesi del 2018. Siamo sotto non solo la media dei Paesi del G7, ma anche sotto la media europea.

L’Ocse, che usa le informazioni provenienti dai vari Paesi che fanno parte dell’organizzazione intergovernativa, fornisce anche qualche dato positivo sulla nostra situazione economica. Dal rapporto “OECD Growth and economic well-being” pubblicato pochi giorni fa, si apprende che:

“In Italia, il reddito familiare reale pro capite è aumentato sensibilmente nel primo trimestre del 2019 del +0,5% (da meno 0,4%). Anche il Pil reale pro capite è cresciuto nel primo trimestre del 2019 dello 0,2% (da meno 0,1% nel quarto trimestre del 2018).”

Leggendo questi dati, possiamo quindi desumere che se in generale l’economia italiana è un po’ ferma, il reddito pro capite delle famiglie è comunque migliorato.

Da notare che i dati Pil Italia e reddito pro capite delle famiglie, non fanno riferimento allo stesso periodo temporale.

La situazione degli altri Paesi dell’Ocse

Mentre l’indice Ifo che misura la fiducia delle imprese tedesche ad agosto è calato a 94,3 da 95,7 di luglio, indicando che la Germania è in una fase di rallentamento (a picco anche la fiducia degli investitori in Germania), vediamo cosa dice l’Ocse degli altri Paesi aderenti.

Negli USA e in Canada il reddito reale delle famiglie (pro capite) è cresciuto decisamente del +0,9% nei primi mesi del 2019, così come è cresciuto il Pil pro capite del +0,6% negli USA, mentre in Canada si è contratto per il secondo trimestre consecutivo del -0,1%.

In Francia la crescita del reddito pro capite delle famiglie è al +0,8%, un dato meno positivo rispetto alla precedente rilevazione (+1,1%), ma pur sempre positivo. Il Pil reale dei francesi è stabile al +0,3%.

In Germania e Regno Unito il reddito reale delle famiglie è rallentato rispettivamente al +0,6% e +0,3%, mentre la crescita del Pil reale pro capite è salita rispettivamente al +0,3% e al +0,4%.

Se consideriamo l’Area euro nel suo insieme, la crescita del reddito reale pro capite è accelerata al +0,7% sempre nel primo trimestre del 2019, rispetto al +0,4% della precedente rilevazione. La crescita del Pil reale pro capite è aumentata nel primo trimestre del 2019 dal +0,1% al +0,4%.

Guardando invece all’intera Area Ocse nel suo insieme, la crescita del reddito delle famiglie è salita del +0,7% pro capite.

Le parole di Angel Gurria segratario Ocse dal G7 di Biarritz

Il Segretario generale dell’Ocse Angel Gurria era presente al G7 di Biarritz, da dove ha commentato i dati e a proposito dell’Italia ha espresso parole positive e di fiducia, affermando che gli italiani sono “i più esperti al mondo nel correggere le loro differenze politiche nel corso del tempo.” E per quanto riguarda la fiducia nelle istituzioni: “Abbiamo fiducia nelle istituzioni italiane, sono abbastanza forti. Il Presidente della Repubblica (Mattarella, ndr) prenderà la decisione più giusta per formare il prossimo governo.”

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI