Credit default swap. Sai quali Paesi rischiano la bancarotta?

Credit default swap (CDS). Sai quali Paesi del mondo rischiano la bancarotta? Prima di investire in titoli di Stato stranieri è forse meglio leggere qui.
Fabio Carbone
Credit default swap

arsIl Credit default swap (CDS) è uno strumento finanziario appartenente alla categoria dei derivati, ed offre coperture dall’insolvenza di un debitore contro il pagamento di un premio periodico. I CDS si applicano anche ai debiti dei Paesi, ma non sempre questa specie di “polizza” è applicata a tutte le nazioni, perché non sempre ci sono investitori disponibili ad accollarsi il rischio d’insolvenza di un Paese.

I Credit default swap (CDS) come termometro del rischio di default dei Paesi

Per la loro stessa natura, i CDS sono considerati il termometro del rischio di default di una nazione o più in generale della controparte.

Se il prezzo dei Credit default swap sale, significa che il rischio percepito dal mercato è superiore.

Ci sono cinque Paesi, secondo Il Sole 24 Ore, che vivono con un CDS molto alto e che sono per questo considerati tra i maggiori a rischio bancarotta.

I Paesi in questione sono, in ordine di rischio:

  1. Argentina;
  2. Libano;
  3. Ucraina;
  4. Ecuador;
  5. Turchia.

Il CDS dell’Argentina

Investire in titoli di stato argentini e, in generale, nell’economia dell’Argentina è attualmente un investimento ad elevato rischio.

L’Argentina dal 1816 ad oggi ha dichiarato bancarotta otto volte, l’ultima volta nel 2001 con un debito da 100 miliardi di dollari.

Nonostante i tentativi di passare ad un nuovo modello economico, i tentativi finora messi in campo non hanno restituito risultati di vero cambiamento nel Paese latinoamericano.

L’inflazione è iperinflazione, giunta al 55% e il CDS è a 1200 punti: il premio più alto al mondo.

A nulla è valso l’emissione nel 2017 di una obbligazione da 2,75 miliardi di dollari USA con scadenza 100 anni, per rassicurare sullo stato di salute dell’economia locale, oggi quell’obbligazione vale -32% rispetto al valore di acquisto: gli investitori devono sperare che i propri nipoti potranno recuperare almeno quanto da loro investito.

Credit default swap del Libano

Se un investitore decidesse oggi di investire in titoli di stato del Libano e volesse assicurarsi sul rischio di insolvenza della nazione dei Cedri, dovrebbe pagare un premio pari all’8,8% dell’investimento fatto.

Il credit default swap del Libano è a circa 880 punti base, ma ha superato i 900 punti in alcuni periodi del 2019.

Il Paese mediorientale non è mai riuscito a liberarsi del debito (180% del Pil) accumulato durante la guerra civile 1975 – 1990, e le condizioni di instabilità politica interna, la guerra in Siria, la crisi petrolifera, hanno riportato il Paese in una situazione critica.

Al momento il debito viaggia sopra il 150% del Pil, ed anche se sono le banche del Libano a possedere la gran parte del debito, questo non lo rassicura dal rischio di default.

CDS della Turchia

La scorsa estate la lira turca è caduta vittima di una forte speculazione che ne ha causato una svalutazione significativa rispetto al dollaro USA. Le cause sono riconducibili allo “squilibrio della bilancia commerciale e all’eccesso di debito societario in valuta forte”, anche se il presidente della Turchia Erdogan bollò il fatto come un attacco diretto contro la sua politica.

La crisi della lira turca ha intaccato anche il debito sovrano della Turchia, gli interessi sui titoli di stato sono lievitati del 20% sulle obbligazioni a 10 anni e a due anni.

Il Credit default swap della Turchia è prossimo ai 500 punti, un investitore dovrebbe spendere il 4,8% dell’investimento fatto per assicurarsi contro il potenziale default della Turchia.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI