FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
13,322,863Confermati
577,575morti
7,771,424Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Francia e Germania

“Non c’è accordo fra i 27 se prima non c’è un accordo franco-tedesco”. A dirlo il presidente francese Emmanuel Macron che ieri in videoconferenza con la cancelliera Angela Merkel hanno deciso la linea dell’Unione Europea sul Recovery fund. Il fondo avrà una dotazione da 500 miliardi di euro che deriveranno dal bilancio dell’UE e saranno finanziati con un bond: questa la loro proposta.

I fondi serviranno per la ripresa economica dell’Europa, per il recupero della sovranità sanitaria ed economica dell’Unione Europea.

Ora tocca alla Commissione UE

Dopo che Francia e Germania hanno deciso la strategia per l’Europa, adesso spetta alla Commissione UE “costruire un’unanimità attorno a questo accordo” hanno detto i due leader europei, che sottolineano come si tratti di un “passo in avanti senza precedenti”, già ma deciso a due e non a 27.

Pubblicita'

L’Italia approva

Giuseppe Conte via Twitter dà il benestare dell’Italia alla proposta franco-tedesca.

“La proposta franco-tedesca (500 miliardi a fondo perduto) è un primo passo importante nella direzione auspicata dall’Italia. Ma per superare la crisi e aiutare imprese e famiglie serve ampliare il Recovery fund. Fiduciosi in una proposta ambiziosa da parte della Commissione UE”.

Come dovrebbe funzionare il Recovery Fund franco-tedesco?

Il Recovery fund franco-tedesco è un fondo da 500 miliardi di euro legato al bilancio europeo che dovrebbe fungere da garanzia per la raccolta sul mercato di fondi nella forma di bond europei.

I 500 miliardi per le imprese e i cittadini e per le opere da finanziare saranno a fondo perduto, ma non lo saranno per gli Stati richiedenti. Ciò significa che per il singolo stato è un prestito da restituire.

I fondi andranno a favore delle regioni e dei settori più colpiti dalla crisi economica scatenata dalla pandemia, sulla base delle priorità dell’UE già stabilite.

La proposta è di fornire sovvenzioni, quindi in linea con quanto chiesto da Italia e Spagna.

I quattro punti dell’accordo franco-tedesco

  1. Sovranità sanitaria: sviluppo dell’industria medica nell’Unione Europea e produzione di un vaccino europeo contro il nuovo coronavirus, istituzione di una task force comunitaria.
  2. Dotare il Recovery fund di 500 miliardi di euro a beneficio dei 27 Stati membri.
  3. Transizione ecologica e informatica (digitale), avendo come punto cardinale da seguire il Green new deal dell’UE già annunciato dalla Commissione mesi fa, quale risposta all’emergenza climatica in atto: decarbonizzazione.
  4. Sovranità economica dell’UE che dovrà significare la riforma delle leggi sulla concorrenza europee per evitare che in futuro si possano creare situazioni come quella che hanno portato alla mancata fusione tra Siemens e Alstom e non solo.

Il benestare di Ursula Von der Leyen

E giunge il benestare anche della presidente della Commissione UE Ursula Von der Leyen alla proposta franco-tedesca sul Recovery fund da 500 miliardi di euro.

“Accolgo con favore la proposta costruttiva fatta da Francia e Germania”, ha detto la Von der Leyen.

La proposta di lavorare su una soluzione “con il bilancio europeo al centro”, dice la presidente della Commissione UE è esattamente la direzione verso cui tende l’UE, “che terrà conto anche delle opinioni di tutti gli Stati membri e del Parlamento europeo” sottolinea.

Ma Francia e Germania decidono la rotta.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio