FXEMPIRE
Tutti
Ad
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Aggiungi ai segnalibri
fed, jerome powell

I mercati finanziari attendono le parole di Jerome Powell di oggi 14 luglio, quando presenterà il rapporto semestrale sulla politica monetaria alla Commissione dei Servizi finanziari della Camera.

Nei giorni scorsi la presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly, ha espresso il suo parere a favore dell’avvio del tapering. Ma non sarà questo il tempo di un annuncio di riduzione del sostegno all’economia statunitense.

Anche se l’inflazione a giugno è balzata del +5,4% secondo l’indice dei prezzi al consumo (CPI) USA, essa viene ancora considerata transitoria e non strutturale per il futuro. Quindi la Fed non ha motivo di cambiare la sua politica monetaria per contrastare una inflazione così alta.

La Fed ieri ha anche pubblicato il Beige Book, documento periodico che guida le decisioni della banca centrale statunitense poiché offre un approfondimento sullo stato di salute delle 52 economie e delle società che compongono gli USA.

Cosa dice il Beige Book

L’economia degli USA si è rafforzata ulteriormente nel periodo maggio – luglio, con una crescita da moderata a robusta. I settori che sono sopra la media, sono i trasporti, i viaggi e il turismo, oltre alla produzione e i servizi non finanziari. A sostenere il turismo la diminuzione delle preoccupazioni legate alla pandemia.

Il Beige Book ci informa anche che i mercati energetici sono migliorati leggermente e che l’agricoltura ha conseguito risultati misti.

Non mancano però le criticità. “Le interruzioni dell’offerta sono diventate più diffuse, comprese le carenze di materiali e manodopera, i ritardi nelle consegne e le basse scorte di molti beni di consumo”, si legge nel documento economico. Anche le scorte di auto sono sotto pressione e questo ha portato a un calo delle vendite di auto nonostante la domanda resti costante.

Le vendite di case, inoltre, sono aumentate leggermente nonostante l’offerta limitata. L’edilizia residenziale si è ammorbidita in diversi distretti in risposta all’aumento dei costi, mentre l’edilizia commerciale si è dimostrata eterogenea anche se in leggero aumento rispetto al periodo precedente.

Per quanto riguarda l’attività di prestito bancario “è aumentata leggermente o modestamente nella maggior parte dei distretti. Le prospettive della domanda sono ulteriormente migliorate, ma molti contatti hanno espresso incertezza o pessimismo sull’allentamento dei vincoli dell’offerta”, si legge nel documento.

Pubblicita'

Beige Book e il lavoro

Non sarà questo il momento di un cambio di politica monetaria, perché 3 quarti dei distratti “hanno riferito un leggero o modesto aumento dei posti di lavoro e il resto ha riferito un moderato o forte aumento dell’occupazione”.

In generale è cresciuta maggiormente la domanda di manodopera poco qualificata. I salari sono cresciuti a un ritmo moderato, in particolare i lavoratori a basso salario hanno goduto di aumenti salariali superiori alla media.

Resta però un problema di carenza di manodopera che impedisce alle imprese di occupare i posti che restano vacanti per mancanza di specializzazioni. Le imprese di 3 distretti hanno dovuto ritardare l’espansione o ridotto i servizi a causa di questa mancanza di personale. Questa difficoltà di trovare lavoratori, viene riportato, durerà fino all’inizio dell’autunno ed è dovuta in parte anche ai sostegni al reddito erogati da Trump e da Biden.

I prezzi, l’inflazione

Ecco lo stato dell’inflazione negli USA secondo il Beige Book.

I prezzi sono aumentati ad un ritmo superiore alla media, dato che sette distretti hanno riportato una forte crescita dei prezzi e gli altri hanno riportato crescite moderate. Le pressioni sui prezzi sono diventate più acute nel settore dell’ospitalità, dato che la riapertura di hotel e ristoranti ha dovuto fare i conti con forniture limitate di materiali e lavoratori. I costi di costruzione restano alti, ma i prezzi del legname si sono leggermente ridotti. I prezzi dei container sono tornati a livelli molto alti dopo la riduzione in primavera. L’alta domanda degli utenti finali ha permesso di aumentare i prezzi, mentre in altri casi le pressioni sui prezzi degli input hanno ridotto i margini di profitto.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.