FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
12,863,738Confermati
568,052morti
7,496,565Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Btp a 20 anni

Il Dipartimento del Tesoro, afferente al Ministero di Economia e Finanza (MEF) ha comunicato l’esito della collocazione della prima tranche di Btp a 20 anni e pari a 6 miliardi di euro. I Btp collocati all’asta hanno ricevuto richieste per 24 miliardi, ovvero una domanda quattro volte superiore all’offerta.

L’offerta così ampia, oltre a provare la fiducia che gli investitori continuano ad avere nei confronti del sistema economico italiano nel suo complesso, ha permesso anche di diminuire il rendimento di quattro punti base rispetto a quello inizialmente offerto.

I titoli di stato, con scadenza 1 marzo 2040 e godimento 1 marzo 2019, rilasceranno un tasso annuo del 3,10% pagato in due cedole semestrali, e sono stati collocati al prezzo di 99,623 ovvero corrispondenti ad un rendimento lordo annuo all’emissione del 3,149%.

Come è stato effettuato il collocamento dei Btp a 20 anni

Il Dipartimento del Tesoro ha effettuato il collocamento mediante sindacato, che è stato costituito da cinque lead manager bancari:

  • Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese s.pa.;
  • Morgan Stanley & Co Int. PLC;
  • NatWest Markets PLC;
  • Nomura Int;
  • Société Générale Inv. Banking.

Al collocamento hanno partecipato anche specialisti in titoli di stato italiani in qualità di co-lead manager.

Per ora non è stata comunicata la composizione della domanda, notizia rinviata a un prossimo comunicato.

Potrebbe interessarti: Come investire in Btp.

Pubblicita'

Ottimo risultato anche per il Bot 12 mesi

Ottimo il risultato anche per il collocamento del Bot 12 mesi (data emissione 14 giugno 2019, data di scadenza 12 giugno 2020), la prima tranche da 6,5 miliardi di euro offerti ha ricevuto quasi 10 miliardi di richieste.

Il prezzo medio ponderato è stato di 99,930 mentre il rendimento medio ponderato è pari allo 0,069%.

Emissione di titoli a medio lungo termine

Prevista per le ore 11:00 di oggi 13 giugno 2019 la chiusura dei termini di presentazione di domande in asta per i titoli a medio lungo termine.

La tipologia di Btp in fase di emissione è la seguente:

  • Btp a 3 anni (cedola annuale 1%);
  • Btp a 15 anni (cedola annuale 3,35%);
  • Btp a 7 anni (cedola annuale 2,1%);
  • Btp a 10 anni (cedola annuale 1,25%).

Vi sarà anche una asta supplementare per la quale le domande vanno presentate entro le ore 15:30 del 14 giugno 2019.

All’asta partecipano le banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie, società di intermediazione mobiliare e le imprese di investimento comunitarie ed extracomunitarie.

Andamento del Btp Italia a 10 anni nei confronti del Bund tedesco a 10 anni

Il differenziale tra il Btp Italia a 10 anni e l’omologo tedesco Bund a 10 anni, resta alto a 267,5 punti base.

La tensione tra Italia ed UE, con il rischio che il Bel Paese possa ricevere una applicazione dell’articolo 126 del Trattato europeo, che prevede una multa fino allo 0,2% del Pil, manterrà alto lo spread Btp Italia – Bund a lungo.

Domani 14 giugno a Bruxelles si svolgerà l’Ecofin, ma non sarà questa la data in cui si deciderà se avviare oppure no l’iter sanzionatorio nei confronti dell’Italia, sarà invece l’Ecofin previsto per il 9 luglio a decidere.

Quindi resterà ancora alta la tensione e c’è da attendersi una estate politico economica, più che calda, incerta.

Passando oltre i BTP a 20 anni, leggi anche: Come funziona la procedura sul debito eccessivo della Commissione UE?

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio