PayPal si ritira dal progetto Facebook Libra: troppi gli svantaggi

PayPal si ritira dal progetto Facebook Libra: troppi gli svantaggi per continuare a sostenere il progetto. Si temono ripercussioni e ritorsioni da parte dei governi?
Fabio Carbone
PayPal

A quanto pare PayPal sarebbe in procinto di abbandonare la The Libra Association e il progetto della criptovaluta di Facebook. Lo riportano vari quotidiani internazionali, secondo i quali una portavoce di PayPal avrebbe scritto in una mail che la società di pagamenti elettronici ha deciso di rinunciare a un’ulteriore partecipazione. PayPal resterebbe comunque a fianco del progetto ma non si comprende in che modo.

La defezione di PayPal non è la prima, a seguito della dura reazione da parte delle autorità degli Stati Uniti d’America e dell’Unione Europea, molte grandi aziende che avevano aderito con entusiasmo all’iniziativa si sono alquanto raffreddate e meditano di uscire dalla coalizione.

Visa e Mastercard, che nel progetto ci vedevano la possibilità di non essere tagliate fuori da clienti (soprattutto le giovani generazioni) che sempre più scelgono circuiti di pagamento alternativi alle carte per effettuare i loro acquisti e spostamenti di denaro, questi due colossi starebbero riconsiderando la loro posizione.

Se entri in Facebook Libra, ne accetti le conseguenze

La mail di Dante Disparte, responsabile della politica e della comunicazione dell’Associazione Libra, suona come un avvertimento alle 1.500 società che sarebbero pronte ad aderire al progetto:

“Ogni organizzazione che ha iniziato questo viaggio dovrà fare la propria valutazione dei rischi e dei vantaggi di essere impegnata in Libra”.

Come dire, se accenti l’avventura sii consapevole che lungo il cammino incontreremo degli ostacoli, ci saranno dei pericoli e potremmo anche farci male. In questo caso a farsi male sarebbe la reputazione delle aziende aderenti e anche le loro casse.

Attenti al ritiro delle licenze

Alcune aziende dovranno stare attente al ritiro delle licenze e delle autorizzazioni. Già perché per processare i pagamenti delle persone, per gestire il denaro dei cittadini, ci vogliono licenze speciali e quelle i governi possono anche ritirarle se si violano le normative.

Alcuni governi potrebbero usare questa arma come deterrente nei confronti di quelle aziende intenzionate ad aderire all’Associazione Libra e al progetto di criptovaluta di Facebook.

Ma la criptovaluta Libra coin dov’è?

Tutto questo polverone e questo gran parlare, ancor prima che la Libra coin sia una realtà. Dov’è Libra coin?

Non esiste Libra coin, è ancora un progetto in fase di sviluppo presso la società Calibra a cui Facebook ha affidato il compito di creare la piattaforma blockchain e il wallet.

Indiscrezioni, supposizioni, previsioni e ipotesi, sono apparse sui media e tutte indicano che Libra coin sarà disponibile a partire dal 2020. Ma va ricordato che mancano meno di 3 mesi al 2020, quindi, quando?

Libra coin potrebbe anche slittare al 2021 o a data da destinarsi, cioè in attesa che i legislatori di mezzo mondo prendano maggiore confidenza con le criptovalute. Oppure, Mark potrebbe anche decidere di riporre nel cassetto – per la seconda volta – la sua ambizione: avere la sua moneta.

Cosa spaventa di Libra coin?

I governi sono terrorizzati dall’idea che una società privata possa avere una propria moneta. L’unico potere che davvero gli è rimasto ai governi, è quello di decidere la politica monetaria e di apporre la firma sulle banconote. Togliete anche questo ai governi e non gli resterà più nulla su cui governare.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI