Facebook GlobalCoin: Uber, PayPal e Visa possibile appoggio. Ma partirà davvero?

Facebook GlobalCoin, Uber, PayPal, Visa, Booking.com e MercadoLibre appoggerebbero la stablecoin. Ma partirà davvero la moneta digitale di Zuckerberg?
Fabio Carbone
GlobalCoin libra testnet

Sembra che nessuno voglia perdersi l’iniziativa storica di Facebook, Uber, PayPal e Visa, avrebbero investito milioni di dollari in GlobalCoin per supportarne lo sviluppo tecnologico e l’implementazione in Facebook e Instagram e WhatsApp.

Anche Booking.com e il marketplace latinoamericano MercadoLibre dovrebbero o vorrebbero giocare nella partita. Già, perché in ballo ci sono milioni di dollari di guadagni se davvero GlobalCoin dovesse essere usata come moneta interna alle piattaforme di Facebook Inc.

Il 18 giugno dovrebbe esserci l’annuncio ufficiale, Facebook dovrebbe finalmente parlare a carte scoperte, cosa che fino a ora si è guardata dal fare. Tutti sperano che Zuckerberg dica al mondo: “sì è vero stiamo lavorando a questa idea almeno da dicembre 2017”.

Ma davvero Facebook è pronta a lanciare la sua stablecoin? Perché di questo si tratterà, di un token (criptografico?) legato al prezzo del dollaro USA e, si spera, realmente sostenuto da una riserva in dollari conservata nei forzieri di una o più banche.

GlobalCoin di Facebook forse non è così vicina

Secondo Coindesk.com, che avrebbe avuto modo di parlare con varie fonti vicine a Facebook, GlobalCoin non sarebbe poi così pronta per l’uso reale.

Se la prossima settimana, il 18 giugno, ci sarà davvero un qualche tipo di annuncio, si tratterà dell’annuncio di un progetto lungimirante, nel senso che nei fatti il sistema non è per niente pronto.

Come mai? Secondo le fonti del Coindesk, nell’industria blockchain c’è riluttanza nel collaborare con Facebook e al suo progetto, perché GlobalCoin viene percepita come un progetto accentratore, che si oppone alla visione decentralizzata su cui le vere criptovalute si fondano.

Il lancio, se mai davvero ci sarà, non avverrà prima del 2020, anzi, il prossimo anno probabilmente GlobalCoin sarà pronta per la Testnet, ma nulla di più.

Facebook vuole le nostre informazioni finanziarie?

Sempre secondo le fonti informate, Facebook collegherà i dati finanziari degli utenti ai rispettivi profili personali. I dati finanziari verrebbero raccolti e conservati nei server di Facebook. Se così fosse, Facebook dovrebbe richiedere il consenso informato per la conservazione di tali dati e dire anche cosa ne vorrà fare.

Secondo il Wall Street Journal, invece, Facebook starebbe pensando all’integrazione nella piattaforma di sistemi di pagamento già esistenti come Mastercard. Quest’ultima, negli ultimi anni, ha costituito un pool di specialisti interni che lavorano sulle tecnologie dei distributed ledger.

Forse non una vera criptovaluta, ma una bella promozione mediatica gratis sì

Probabilmente GlobalCoin non sarà una vera criptovaluta – più un ibrido? –, ma sarà certamente una bella promozione mediatica gratuita per Facebook.

GlobalCoin potrebbe infatti funzionare sullo stesso modello del cinese Alipay, quest’ultimo è associato alle piattaforme social cinesi e permette, dall’interno di esse, pagamenti di ogni cosa, ma sotto lo stretto controllo delle autorità cinesi: con Alipay non si paga in criptovaluta.

A cosa dovrebbe servire GlobalCoin?

Probabilmente la prima domanda che si porrebbe un utente di Facebook, Instragram e WhatsApp: a cosa dovrebbe servirgli GlobalCoin? Perché dovrebbe usarla?

Probabilmente servirà ad acquistare le merci messe in vendita attraverso i social shop presenti nelle piattaforme.

Ma se saranno confermate le partnership con Uber, PayPal e gli altri big player è facile ipotizzare che GlobalCoin potrà essere utilizzata per prenotare su Uber, Booking.com e acquistare su MercadoLibre.

Gli ostacoli per GlobalCoin non sono solo tecnologici, ma anche legali. La strada appare lunga, il 18 giugno, forse, ne sapremo qualcosa in più.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI